Da oggi, 15 dicembre 2016, il sistema europeo di navigazione via satellite Galileo comincerà a offrire i propri servizi alle pubbliche amministrazioni, alle imprese e ai cittadini. Maroš Šefčovič, Vicepresidente della Commissione responsabile per l’Unione dell’energia, ha affermato: “La geolocalizzazione è al centro dell’attuale rivoluzione digitale, con nuovi servizi che trasformano la nostra vita quotidiana. Galileo migliorerà del 1000% la precisione della geolocalizzazione e sarà alla base della prossima generazione di tecnologie basate sulla localizzazione, come le automobili autonome, i dispositivi connessi o i servizi urbani intelligenti. Oggi mi rivolgo agli imprenditori europei con questo invito: immaginate cosa potete fare con Galileo. Non aspettate, innovate !“. Approfondiamo … 

Galileo è il sistema globale di navigazione satellitare europeo. Offre agli utenti una serie di servizi di punta per il posizionamento, la navigazione e la misurazione del tempo a livello globale. Galileo è pienamente interoperabile con il sistema GPS, ma assicurerà agli utenti finali un posizionamento più accurato e affidabile.

Elżbieta Bieńkowska, Commissaria responsabile per il Mercato interno, l’industria, l’imprenditoria e le PMI, ha dichiarato: “Questa offerta dei servizi iniziali di Galileo costituisce un traguardo importante per l’Europa e una prima realizzazione tangibile della nostra recente strategia spaziale. È il risultato di un sforzo congiunto per la progettazione e la realizzazione del sistema di navigazione satellitare più preciso del mondo. Dimostra il livello di eccellenza tecnologica dell’Europa, il suo know-how e il suo impegno a fornire applicazioni e servizi spaziali. Nessun paese europeo ci sarebbe riuscito da solo“.

Con la dichiarazione dei servizi iniziali, che verrà varata ufficialmente dalla Commissione europea a Bruxelles nella giornata odierna, Galileo comincerà a fornire, in abbinamento con il sistema GPS, i seguenti servizi gratuiti:

Supporto alle operazioni di emergenza: attualmente possono servire ore per individuare una persona dispersa in mare o in montagna. Con il servizio di ricerca e salvataggio (SAR), una persona che invia una chiamata di emergenza da un radiofaro compatibile con Galileo potrà essere individuata e soccorsa più rapidamente, in quanto il tempo di individuazione sarà ridotto a soli 10 minuti. In futuro questo servizio dovrebbe essere migliorato con l’invio alla persona che ha effettuato la chiamata di emergenza della notifica dell’avvenuta localizzazione e dell’arrivo dei soccorsi;

Navigazione più precisa per i cittadini: il servizio aperto di Galileo offrirà un servizio gratuito del mercato di massa per il posizionamento, la navigazione e la misurazione del tempo che potrà essere usato da chipset compatibili con Galileo negli smartphone o nei navigatori per auto. Alcuni di questi smartphone sono disponibili sul mercato dall’autunno 2016 e possono ora utilizzare i segnali per fornire posizionamenti più precisi. Entro il 2018 Galileo sarà anche disponibile in ogni nuovo modello di veicolo venduto in Europa e fornirà servizi di navigazione potenziati a una serie di dispositivi, consentendo inoltre l’uso del sistema di chiamata di emergenza eCall. Gli utenti che utilizzeranno i dispositivi di navigazione nelle città, dove i segnali satellitari spesso possono essere bloccati da edifici elevati, trarranno particolare vantaggio da questa maggiore accuratezza di posizionamento offerta da Galileo;

Migliore sincronizzazione per le infrastrutture critiche: tramite i suoi strumenti di alta precisione per la misurazione del tempo, Galileo consentirà una sincronizzazione più resiliente delle transazioni bancarie e finanziarie, delle reti di telecomunicazione e delle reti di distribuzione dell’energia come le reti intelligenti, che funzioneranno di conseguenza in modo più efficiente;

Servizi sicuri per le autorità pubbliche: Galileo supporterà anche le autorità pubbliche come i servizi di protezione civile, di aiuto umanitario, i funzionari delle dogane e la polizia attraverso il servizio pubblico regolamentato. Offrirà un servizio particolarmente robusto e completamente criptato per garantire la continuità di servizio agli utenti istituzionali in caso di emergenze nazionali o situazioni di crisi, quale un attacco terroristico.

La dichiarazione dei servizi iniziali di Galileo attesta che i satelliti di Galileo e le infrastrutture di terra sono operativamente pronti. Questi segnali saranno estremamente precisi, ma non sempre disponibili. Per questo durante la fase iniziale i primi segnali di Galileo saranno utilizzati in abbinamento ad altri sistemi di navigazione satellitare quali il GPS.

Nei prossimi anni saranno lanciati nuovi satelliti per ampliare la costellazione Galileo e progressivamente Galileo sarà disponibile in tutto il mondo. La costellazione di satelliti dovrebbe essere completata entro il 2020, quando Galileo raggiungerà la piena capacità operativa.

Attualmente la costellazione Galileo è costituita da 18 satelliti, tutti già in orbita. La costellazione definitiva prevede un totale di 30 satelliti e dovrebbe essere completata entro il 2020.

È già disponibile sul mercato il primo smartphone Galileo della società spagnola BQ ed è probabile che in futuro altri produttori ne seguiranno l’esempio. Anche gli sviluppatori di applicazioni potranno testare i loro progetti sulla base di un segnale reale.

I servizi iniziali di Galileo sono gestiti dall’agenzia del GNSS europeo (GSA). Il programma Galileo è interamente gestito dalla Commissione europea, che ha delegato all’Agenzia spaziale europea (ESA) la responsabilità della realizzazione del sistema e il supporto tecnico ai compiti operativi.

Per ulteriori informazioni

Servizi iniziali di Galileo – Domande più frequenti (MEMO/16/4382)

Strategia spaziale per l’Europa

Materiale audiovisivo

Centro servizi del GNSS europeo (GSC)

Prestazioni, accuratezza e disponibilità attese dei servizi iniziali di Galileo

Galileo per i cittadini

Tagged with:  

Secondo quanto stabilito da un tribunale danese, Apple deve sostituire gli iPhone portati in assistenza con un modello nuovo, non ricondizionato. Secondo la normativa nazionale (Danish Sale of Goods Act), il prodotto ricondizionato dato in sostituzione contiene componenti riciclate che ne abbassano il valore intrinseco ed il valore in caso di rivendita …

Continue reading »

AGCOML’AGCOM sta arginando le smanie TIM di aumentare i costi delle chiamate. Lo ha fatto lo scorso mese di aprile, bloccando il raddoppio dei costi del cosiddetto Servizio Universale che solo TIM in Italia può offrire al mercato (come le telefonate da postazione fissa, pubblica o l’accesso alla rete), lo ha fatto successivamente respingendo ulteriori proposte di tariffazione. Nel frattempo l’AGCOM ha anche varato una procedura per l’applicazione di nuove variazioni alle tariffe  del Servizio Universale che sostanzialmente esclude la possibilità di modifiche unilaterali non precedentemente vagliate dall’Autorità stessa. Eventuali modifiche non potranno essere proposte all’Autorità se non saranno passasti 12 mesi dall’ultima variazione dei prezzi. Nessuna variazione quindi fino al 1° aprile 2017 e successivamente solo dopo una supervisione dell’AGCOM.

Tagged with:  

Lontani i tempi in cui IBM rappresentava il “Grande Fratello” da sconfiggere a colpi di martello, come nel famoso spot 1984. Oggi IBM usa una grande quantità di didpositivi Mac OS e iOS, e dichiara dati che rappresentano un potente spot per Cupertino: “Solo il 5% di Mac ha bisogno di assistenza nel suo ciclo di vita, contro il 27% degli altri personal computer, … con i nuovi Mac il flusso di lavoro per installazione e messa in opera dei nuovi sistemi è piú rapido e non richiede personale specifico … grazie all’uso di computer Mac il risparmio per singolo dipendente varia da 273 a 543$ rispetto all’uso di computer basati su Windows”. Fonte: hwupgrade.

Tagged with:  

Hello Again – Evento Apple il 27 ottobre

On 19 ottobre 2016, in Eventi Apple, by admin

Apple ha inviato gli invitti alla stampa per un evento in programma il prossimo 27 ottobre  presso il campus di Cupertino. L’indizio questa volta è “Hello Again“, una conferma che il Mac tornerà protagonista. Finalmente, la gamma Mac ne ha bisogno e le indiscrezioni puntano su MacBook Pro e MacBook Air. Ne vedremo delle belle ?

Tagged with:  

Tra le tantissime novità di iOS 10 ve ne segnaliamo una molto utile che si attiva se avete un’auto compatibile con CarPlay. In pratica, usando l’App Mappe, ogni volta che parcheggiate l’auto riceverete automaticamente un messaggio con il segnaposto per ritrovare facilmente la vostra autovettura. Ottimo quando si visitano città nuove o per chi non ha un senso dell’orientamento particolarmente sviluppato.

Tagged with:  

Durante la trasmissione della CBS 60 Minutes è stato evidenziato il basso livello di sicurezza delle comunicazioni con telefono cellulare. Karsten Nohl, ricercatore ed Hacker, ha mostrato la facilità con cui è possibile accedere alle telefonate, ai messaggi e agli spostamenti di un telefono cellulare conoscendo soltanto il numero associato alla SIM inserita, senza accedere fisicamente al dispositivo. Scopri di piú sul delicato argomento …

L’hacker ha sfruttato una falla del protocollo di segnalazione SS7, un set di strumenti che fa parte integrante dell’infrastruttura della rete mobile e fa da tramite tra i network di operatori e paesi differenti, con il compito di controllare e gestire a più livelli le comunicazioni.

La falla è nota da tempo, fu Nohl stesso che due anni fa, durante una convention ad Amburgo, ne ha dimostrato la pericolosità, ma fino ad ora nulla è stato fatto per chiuderla.

Fonte: wired.it

Tagged with:  

Aggiornamento SoftwareA volte aggiornare vecchi computer non è impresa facile. Nello specifico aggiornare a Mac OS X 10.5 Leopard, la più recente versione del system ufficialmente supportata, un Powerbook G4 del lontano aprile 2004 dotato del solo lettore/masterizzatore di CD è stata molto più dura di quanto avevamo previsto inizialmente. Leopard veniva fornito su DVD dual layer e per completare l’operazione occorre riavviare dal disco di installazione; come fare quindi ? Non è difficile, basta sapere il come …

Continue reading »

iOS 9.3Apple ha rilasciato iOS 9.3.1, aggiornamento utile a correggere il problema verificatosi su alcuni iPhone e iPad, relativo a crash e congelamenti successivi ai click su determinati link. Cupertino aveva prontamente informato di essere al lavoro per risolvere la questione e così è stato in tempi rapidi. C’è un peró … a quanto pare questo aggiornamento contiene un bug che sparire dopo il riavvio le foto scattate nelle ultime settimane. Apple ha già riconosciuto l’esistenza dell’inconveniente e sta lavorando per una soluzione. Non guasterebbe una fase di test piú approfondita prima del rilascio di qualsiasi aggiornamento !

Tagged with:  

OS X El Capitain 10.11L’aggiornamento di OS X El Capitain alla versione 10.11.4 è raccomandato da parte di Apple a tutti gli utenti di OS X El Capitain, migliorando stabilità, compatibilità e sicurezza del Vostro Mac. Vediamo i dettagli di tutte le novità in esso contenute (per ora in inglese) …

Continue reading »

Tagged with:  

Apple watch, adesso da 369€

On 28 marzo 2016, in Apple Watch - News, by admin

Apple watch con cinturino in nylonDurante l’evento Apple dello scorso 21 marzo c’è stata un’importate novità relativa all’Apple watch, ma non stiamo parlando della presentazione dei nuovi cinturini in nylon, che . Durante il Keynote, Tim Cook ha annunciato un calo di prezzo dello smartwatch di Cupertino, che scende nella versione sport con cinturino sport o col nuovo cinturino in nylon a 369€ per la versione con quadrante da 38 mm e 419€ per quella con quadrante da 42 mm. Il cinturino in nylon porta un abbassamento del costo d’ingresso dell’Apple watch con cassa in acciaio a 669€ e 719€ rispettivamente per le versioni con quadrante da 38 mm e 42 mm. Tutti i dettagli sul sito Apple. Scopri gli Accessori per Apple watch su Amazon.it.

Roberto Landi liked this post
Tagged with:  

iPhone SESi è tenuto questa sera l’evento Apple Let us loop you in, durante il quale la società di Cupertino ha presentato molte novità. E’ arrivato l’atteso iPhone SE, esteticamente uguale all’iPhone 5, accompagnato da iOS 9.3 (già disponibile per il download). E’ arrivato anche un nuovo iPad, per la precisione un iPad pro con schermo da 9,7″. Apple ha poi ridotto di 50€ il prezzo dell’Apple watch ed ha presentato nuovi cinturini. Da non sottovalutare il CareKit, strumento a disposizione per il monitoraggio della salute. Seguiranno approfondimenti …

Roberto Landi liked this post
Tagged with:  

Fibra OtticaL’amministratore delegato di Enel Francesco Storace ha annunciato che i lavori per la posa della nuova infrastruttura in fibra ottica inizierà il prossimo mese di maggio. Enel, come precedentemente annunciato, non entrerà in competizione con gli operatori e non venderà servizi al consumatore finale o alle aziende. L’infrastruttura sarà offerta agli operatori telefonici esistenti, trattative sono già in corso con tutti gli operatori telefonici italiani, anche se i più accreditati per la conclusione di un accordo sembrerebbero essere Vodafone, Wind e Metroweb. Inizialmente verranno coperte le aree A e B, ovvero le grandi città e le zone non a rischio, con un investimento di 20 miliardi in 4 anni, mentre le aree C e D, quelle in cui gli investimenti iniziali potrebbero non trasformarsi in guadagno diretto, arriveranno in un secondo momento. La società guarda anche all’estero, la posa della fibra potrebbe avvenire anche in quei paesi dove la società è già attiva.

Tagged with:  

Nessuna responsabilità per il negoziante o gestore di attività commerciali che mette gratuitamente a disposizione dei clienti occasionali la propria rete wi-fi in caso di violazioni del copyright avvenuto da parte degli avventori. Lo ha affermato la Corte di Giustizia europea nelle conclusioni relative alla causa C-484/14, che contrappone Tobias McFadden e la Sony Music Entertainment Germaby GmbH. L’avvocato generale della Corte, Maciej Szpunar, ha dichiarato anche che “Se è vero che nei confronti del gestore può essere pronunciata un’ingiunzione giudiziale volta a porre fine a tale violazione o a prevenirla, non è per contro possibile imporre la disattivazione della connessione e la sua protezione mediante una password o l’esame generalizzato delle comunicazioni“.

Canon EOS 1300DCanon rinnova la sua entry level, presentando la reflex EOS 1300D, di fatto una social reflex. L’appellativo è dovuto, in quanto la nuova fotocamera APS-C è dotata di Wi-Fi con NFC, per una rapida condivisione degli scatti tramite apposite App per iOS e Android, ha una funzione chiamata Video Snapshot, che unisce una serie di piccole clip in un filmato intero, pronto appunto per una condivisione, e strizza l’occhio ai Food Instagramers, dedicando una posizione della ghiera delle modalità ad impostazione ad hoc per fotografare il cibo, contrassegnandola con coltello e forchetta. Essendo una entry-leve Canon ha inserito la modalità Scene Intelligent che sceglie automaticamente l’impostazione più adatta ala scena inquadrata. Prosegui per le altre specifiche tecniche …

Continue reading »

Tagged with:  

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !

iBlogPro by PageLines