Apple - Grafico Ricavi aggiornato al primo trimestre fiscale 2012 chiuso il 31/12/2011Apple ha diffuso i risultati fiscali del primo trimestre del 2012, chiuso lo scorso 31 dicembre, registrando risultati straordinari, da record assoluto. Si tratta del miglior trimestre di sempre, ben oltre le previsioni. I ricavi hanno raggiunto quota 46,33 miliardi di $, con un utile netto di 13,06 miliardi di $. Qualche esempio raffrontando i dati con lo stesso periodo del 2011: 37 milioni di iPhone (+128%), 15 milioni di iPad (+111%), 5 milioni di Mac (+26%). “Siamo entusiasti dei nostri grandissimi risultati e delle vendite record per iPhone, iPad e Mac. Lo slancio di Apple è incredibilmente forte, e abbiamo alcuni grandissimi nuovi prodotti in produzione“, queste sono state le parole pronunciate dal CEO Tim Cook. Proseguendo potrai leggere il comunicato stampa ufficiale …

CUPERTINO, California— 24 gennaio, 2012—Apple ha annunciato oggi i risultati finanziari del primo trimestre dell’anno fiscale 2012, della durata di 14 settimane e conclusosi il 31 dicembre 2011. L’azienda ha annunciato un fatturato trimestrale record di 46,33 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale record di 13,06 miliardi di dollari, pari a 13,87 dollari per azione diluita. Questi risultati si raffrontano con quelli dello stesso trimestre dell’anno passato, in cui l’azienda aveva registrato un fatturato di 26,74 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 6 miliardi di dollari, pari a 6,43 dollari per azione diluita. Il margine lordo è stato del 44,7 percento, rispetto al 38,5 percento registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 58% del fatturato trimestrale.

L’Azienda ha venduto 37,04 milioni di iPhone durante il trimestre, dato che rappresenta una crescita in unità del 128 percento rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. Apple ha venduto 15,43 milioni di iPad durante il trimestre, dato che rappresenta una crescita in unità del 111 percento rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso. L’Azienda ha venduto 5,2 milioni di Mac durante il trimestre, dato che rappresenta una crescita del 26 percento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Apple ha venduto 15,4 milioni di iPod durante il trimestre, dato che rappresenta una diminuzione in unità del 21 percento rispetto al trimestre dell’anno scorso.

“Siamo entusiasti dei nostri incredibili risultati e delle vendite record di iPhone, iPad e Mac,” ha affermato Tim Cook, CEO di Apple. “La posizione di Apple è estremamente solida e abbiamo alcuni eccellenti nuovi prodotti in arrivo.”

“Siamo estremamente soddisfatti di aver generato una liquidità di 17,5 miliardi di dollari dalle operations durante il trimestre di dicembre,” ha affermato Peter Oppenheimer, CFO di Apple. “Guardando avanti al secondo trimestre dell’anno fiscale 2012, che sarà di 13 settimane, ci attendiamo un fatturato di circa 32,5 miliardi di dollari e un utile per azione diluita di circa 8,50 dollari.”

Apple fornirà lo streaming live della conference call sui risultati finanziari del primo trimestre dell’anno fiscale 2012 a partire dalle 14:00 PST del 24 gennaio 2012 sul sito www.apple.com/quicktime/qtv/earningsq112 . Questo webcast sarà disponibile per la riproduzione per circa due settimane successive.

Questo comunicato stampa contiene delle affermazioni previsionali incluse senza limitazioni quelle sul fatturato e sull’utile per azione previsti dall’azienda. Queste affermazioni sono soggette a rischi e incertezze e il risultato effettivo potrebbe essere diverso. Tali rischi e incertezze comprendono senza limitazioni gli effetti che fattori competitivi ed economici, e la reazione a essi da parte dell’Azienda, possono avere sulle decisioni d’acquisto dei prodotti dell’azienda, sia a livello consumer che a livello business; la continua pressione competitiva nel mercato; la capacità dell’Azienda di essere tempestiva nell’offerta al mercato e nello stimolare la richiesta da parte dei consumatori di nuovi programmi, prodotti e innovazioni tecnologiche di successo; l’effetto che introduzioni e transizioni di prodotto, cambiamenti nel mix di prodotto o di prezzo e/o aumenti dei costi delle componenti potrebbero avere sul margine lordo dell’Azienda; rischi di magazzino associati alla necessità dell’azienda di ordinare o di impegnarsi a ordinare componenti dei prodotti in anticipo rispetto agli ordini dei consumatori; la disponibilità costante in termini accettabili o in assoluto di determinati componenti e servizi essenziali al business dell’azienda, attualmente forniti all’azienda da fonti uniche o limitate; l’effetto che la dipendenza dell’azienda dai processi di produzione e servizi di logistica forniti da terze parti potrebbe avere sulla qualità, sulla quantità o sui costi dei prodotti realizzati e dei servizi offerti; rischi associati alle operazioni internazionali dell’Azienda; la dipendenza dell’Azienda da proprietà intellettuali e contenuti digitali di terze parti; l’impatto potenziale dell’eventuale scoperta che l’Azienda abbia infranto i diritti di proprietà intellettuale di altri; la dipendenza dell’Azienda dalle prestazioni dei distributori, gestori, e altri rivenditori dei prodotti dell’Azienda; l’effetto che problemi di qualità del prodotto o del servizio potrebbero avere sulle vendite e sugli utili operativi dell’Azienda; il servizio e la disponibilità continui di dirigenti o dipendenti chiave; conflitti bellici, azioni terroristiche, problemi di salute pubblica, calamità naturali, e altre circostanze che potrebbero interrompere la fornitura, la consegna o la domanda di prodotti; e risultati sfavorevoli di altri procedimenti legali. Ulteriori informazioni relative a potenziali fattori che potrebbero avere un impatto sui risultati finanziari della società sono contenute periodicamente nelle sezioni “Fattori di Rischio” e “Discussione e Analisi del Management delle condizioni Finanziarie e i Risultati delle Operazioni” dei report pubblici dell’azienda depositati presso la SEC (US Securities and Exchange Commission), tra cui il modulo 10-K per l’anno fiscale conclusosi il 24 settembre 2011 e il suo modulo 10-Q per il trimestre fiscale conclusosi il 31 Dicembre 2011 da depositare presso la SEC. L’azienda non si assume alcun obbligo di aggiornare qualsiasi informazione o affermazione previsionale, che si intendono riferite alla data in cui vengono fatte

Visualizza il Datasheet.

Tagged with:  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !