E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo 179 del 18 ottobre 2012, che si occupa dell’ammodernamento di vari ambiti dello stato, della pubblica amministrazione, della sanità e dell’istruzione, ponendo tra le priorità la modernizzazione intesa come digitalizzazione delle attività e delle procedure.  Il DL risulta particolarmente significativo in quanto impone a partire dall’anno scolastico 2013-2014, e dal 2014-2015 per le scuole del primarie, l’obbligo per docenti di adottare esclusivamente testi disponibili in versione digitale o mista, e alla scuola di assicurare la disponibilità dei supporti tecnologici necessari alla fruizione dei contenuti digitali alle famiglie che non fossero in grado di acquistarli autonomamente. Ecco i due estratti più importanti dall’Articolo 11: “Il collegio dei docenti adotta per l’anno scola- stico 2013-2014 e successivi, esclusivamente libri nella versione digitale o mista, costituita da un testo in forma- to digitale o cartaceo e da contenuti digitali integrativi, accessibili o acquistabili in rete anche in modo disgiun- to. Per le scuole del primo ciclo detto obbligo decorre dall’anno scolastico 2014-2015“;  “La scuola assicura la disponibilità dei supporti tecnologici necessari alla fruizione dei contenuti digitali di cui al comma 2, su richiesta delle famiglie e con oneri a carico delle stesse entro lo specifico limite definito con il decreto di cui al comma 3″. Potete consultare il testo integrale sul sito della Gazzetta Ufficiale. Il decreto non parla esplicitamente di quale sia il formato digitale, potrebbe anche essere un semplice CD allegato al libro cartaceo, e quale sia il supporto tecnologico da adottare, ma pare chiaro a tutti che esiste uno strumento ideale per gestire al meglio e in mobilità i testi scolastici digitali che si chiama tablet, dal costo più contenuto di un qualsiasi computer. Apple non solo mette a disposizione più dispositivi adatti a tale scopo, ma con iBooks Author ha reso possibile la creazione facile e alla portata di tutti dei libri multidediali in formato digitale, e con iTunes U ha implementato una piattaforma di scambio di contenuti creati all’interno delle stesse istituzioni scolastiche. In poche parole Apple ha la piattaforma ideale per rendere rapida, veloce ed economica la transizione al digitale delle scuole italiane di ogni ordine e grado !

8 Responses to Dal 2013-2014 scatta l’obbligo dei libri di testo digitali o misti nelle scuole italiane

  1. Troppo bello per essere vero? Dove sta l’inghippo??? Io ho un figlio che l’anno prossimo farà la quinta superiore, ha già un ipad…

  2. prima di vedere gli iPad sui banchi, fai a tempo ad avere anche un nipote sui banchi!

  3. L’inghippo è che, per quanto ho letto in Gazzetta Ufficiale, molti non faranno altro che attaccare un vetusto CD in fondo al libro cartaceo, che poi non è una novità. I titoloni circolati della serie “tablet obbligatori” sono libere interpretazioni di chi ha (mal letto) … Giacomo correggimi se sbaglio !

  4. Se fornissero il libro come pdf già sarebbe qualcosa…

  5. Si, quello a quanto dice il DL già dal prossimo anno per le superiori e dal successivo (chissà perchè) per le primarie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !