Logo AdobeI servizi web di Adobe hanno subito un pesante attacco che ha portato alla violazione di quasi 3 milioni di account, con accesso a dati sensibili degli utenti che permetterebbero di risalire a nomi, codici cifrati di carte di credito e molte altre informazioni sensibili. Nel comunicato stampa diffuso dalla società si legge: “Gli attacchi informatici sono una delle sfortunate realtà nel fare business di oggi. Data la diffusione di molti dei nostri prodotti, Adobe ha attirato una crescente attenzione da parte degli aggressori informatici. Molto di recente, il team di sicurezza di Adobe ha scoperto elaborati attacchi sulla nostra rete, che includono l’accesso illegale alle informazioni dei nostri clienti, così come il codice sorgente di numerosi prodotti Adobe. I due attacchi potrebbero essere correlati“. Adobe informerà tutti i clienti le quali carte di credito o debito siano state coinvolte nell’attacco e metterà in atto una serie di operazioni e procedure per aiutare gli utenti coinvolti nell’episodio …

Ecco quanto dichiara la società:

A livello precauzionale, stiamo ripristinando tutte le password dei clienti maggiori per aiutare a prevenire un eventuale accesso non autorizzato agli account Adobe ID. Se i vostri user ID e password sono stati coinvolti, riceverete una notifica tramite email con le informazioni per cambiare la password. Vi raccomandiamo di cambiare password in qualsiasi sito in cui avete in precedenza utilizzato le stesse credenziali.
Siamo al lavoro per notificare agli utenti le informazioni sulle carte di credito e di debito coinvolte nell’attacco. Se le vostre informazioni sono a rischio, riceverete una lettera di notifica con informazioni aggiuntive sulle procedure che potete attivare per proteggervi dall’uso improprio delle vostre informazioni. Adobe offre inoltre ai propri clienti coinvolti nell’attacco, la possibilità di iscriversi gratuitamente per un anno al servizio di monitoraggio del credito, laddove disponibile.
Abbiamo informato le banche addette all’elaborazione dei pagamenti dei clienti di Adobe, così che possano lavorare con le varie società finanziarie in modo da proteggere gli account dei clienti.
Abbiamo contattato le forze di legge federale e le stiamo assistendo nelle indagini.

Tagged with:  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !