AGCOML’Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni (AGCOM) ha preso posizione contro la concomitante riduzione della durata delle offerte ricaricabili da 1 mese a 28 giorni (4 settimane) da parte degli operatori mobili Tim, Vodafone e Wind. Si tratta di un aumento medio valutato dall’autorità in una percentuale pari al 7% che, seppur rientrante nella libertà delle politiche commerciali stabilite da ciascun operatore, ha determinato una segnalazione all’antitrust per la concomitanza da parte dei tre operatori, che avrebbero in questo modo penalizzato i consumatori rendendo molto difficoltoso reperire offerte alternative. L’AGCOM ha anche diffidato Tim, l’unico operatore che applicherà la nuova durata non solo sulle nuove sottoscrizioni, ma anche per numerosi piani tariffari già sottoscritti, per aver fornito informazioni incomplete ai vecchi utenti. Tim è stata invitata a rispettare gli articoli 70 e 71 del codice delle comunicazioni e a prorogare di 60 giorni, decorrenti dalla completa informativa fornita agli utenti interessati, il termine per esercitare il diritto di recesso senza costi.

Logo AGCM completoNuove sanzioni dell’Antitrust a carico di Telecom e Vodafone, sanzionate rispettivamente di 400.000€ e 500.000€ per pratiche commerciali scorrette, relative alla mancata disattivazione di servizi di reperibilità trasformati da gratuiti a pagamento lo scorso mese di luglio, senza un’adeguata informazione. Si tratta dei servizi Lo Sai e Chiama ora di TIM, Chiamami e Recall di Vodafone. Le associazioni a difesa dei consumatori si sono mobilitate ed in particolare Federconsumatori denunciava: “I due gestori se la stanno prendendo molto comoda nell’informare i propri clienti della prossima novità“. Quello che più è stato sanzionato dall’Autorità Garante consiste per nel fatto di “aver mantenuto attivi questi servizi sulle SIM vendute prima del 14 giugno 2014, anche dopo la loro trasformazione in servizi a pagamento, acquisendo implicitamente il consenso degli utenti ad usufruirne se non avevano provveduto di propria iniziativa all disattivazione”, pratiche commerciali ritenute aggressive e riconducibili a forniture non richieste dal cliente. Anche Wind ha ricevuto una sanzione dall’Autorità pari a 250.000€, per aver unilaterale attivato sulla telefonia mobile un servizio a pagamento denominato Service Card, pratica ritenuta anche in questo caso aggressiva.

Tagged with:  

AGCM - LogoL’Antitrust italiano ha aperto un’istruttoria per verificare se i modelli di vendita utilizzati da Google, Apple, Amazon e Gameloft nei propri store virtuali e all’interno delle applicazioni siano conformi alle normative vigenti o meno. L’attenzione va in modo particolare alla diffusa pratica di proporre applicazioni gratuite che contengono però al loro interno acquisti in-app, necessari per sbloccare funzioni avanzate, rendere completamente operative quelle presenti o, nel caso dei giochi, acquistare monete virtuali, bonus o boost di varia natura. Nonostante le società abbiano incluso icone o indicazioni specifiche per segnalare questo tipo di applicazioni, secondo l’Autorità c’è la reale possibilità che il consumatore possa erroneamente ritenere completamente gratuite queste App o non in grado di conoscere in maniera preventiva gli effettivi costi. Approfondiamo …

Continue reading »

Tagged with:  

Bip Mobile - Logo - Nuovo operatore mobile virtuale low costSul panorama italiano della tefefonia mobile sta per arrivare un nuovo operatore virtuale, si tratta di Bip Mobile, un soggetto che si propone al mercato come operatore low cost e che, usando le parole dell’amministratore delegato Fabrizio Bona, un ex dirigente di Telecom Italia, rappresenterà “una vera e propria rivoluzione nel settore”“Nei prossimi giorni”, prosegue Bona, “saremo ancora più concreti e ti sveleremo tutte le nostre carte ! La cosa importante è che vorrai giocare dalla nostra parte del tavolo. Nel frattempo benvenuto di cuore nella Bip revolution”. La nascita di Bip Mobile a quanto pare è piuttosto interessante, in quanto l’Antitrust ha deciso di avviare un’istruttoria per verificare se Telecom Italia, Vodafone e Wind stiano mettendo in atto una politica ostruzionistica verso l’entrata in scena del nuovo operatore virtuale. Scopriamo i dettagli della vicenda …

Continue reading »

La notizia del giorno è la sanzione di 900.000€ che l’antitrust ha inflitto ad Apple per quanto riguarda l’applicazione e la gestione della comunicazione relativa alla garanzia di conformità del venditore. Al termine di un’istruttoria avviata in base alle segnalazioni di alcuni consumatori e dell’associazione Altroconsumo, Apple è stata considerata responsabile di pratiche commerciali scorrette a danno dei consumatori per quanto riguarda la non piena applicazione della garanzia legale biennale a carico del venditore e per le informazioni poco chiare sugli ambiti di copertura dei servizi di assistenza aggiuntiva a pagamento Apple Care. Le società coinvolte sono Apple Sales International, Apple Italia S.r.l. e Apple Retail Italia. Vediamo il dettaglio della vicenda …

Continue reading »

Logo Unione Europea 3DNella scorsa primavera la Commissione Europea ha lanciato due investigazioni preliminari relative alle politiche attuate da Apple per quanto riguarda lo sviluppo delle applicazioni per iOS e per l’applicazione della garanzia in base al paese di acquisto del dispositivo. Il commissario Europeo alla concorrenza Joaquin Alumnia, dopo aver ricevuto e analizzato le comunicazioni giunte da Apple su entrambe le questioni ha comunicato l’intenzione di chiudere i procedimenti, commentando: “Apple’s response to our preliminary investigations shows that the Commission can use the competition rules to achieve swift results on the market with clear benefits for consumers, without the need to open formal proceedings”.  Approfondiamo …

Continue reading »

Tagged with:  

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !