Brevetto Apple - Tasto Home diventa anche JoystickLo U.S. Patent & Trademark Office ha pubblicato oggi un brevetto Apple in cui si vede il tasto Home presente sugli iDevice sotto una nuova luce. Secondo le carte ed i disegni il tasto Home potrebbe avere in futuro una doppia vita: tasto Home come tutti lo conosciamo in condizioni di riposto, ma con un meccanismo particolare esso potrebbe alzarsi e diventare un joystick per videogames. Il condizionale è d’obbligo perché questi brevetti spesso rappresentano passi obbligati nel corso dell’attività di ricerca e sviluppo portata avanti da un’azienda. Potete leggere tutte le carte e visualizzare le immagini collegandovi alla relativa pagina di registrazione.

Tagged with:  

No spamApple ha depositato un brevetto che permette di generare un indirizzo eMail usa e getta, di legarlo al proprio indirizzo reale senza che questo venga svelato, di renderlo indistinguibile da un normale indirizzo di posta elettronica e di eliminarlo non appena ci saranno evidenze della sua violazione da parte di spammer. La soluzione è ideale per le tante occasioni in cui ci trovaimo costretti a registrarsi ad un sito web o ad un servizio online che potrebbe cedere la nostra eMail per scopi commerciali e pubblicitari non graditi. Il tutto potrebbe essere integrato in una delle prossime veresioni di Mail. Per approfondimenti, questa è la pagina dell’US Patent & Trademark Office.

Tagged with:  

Barack Obama al telefonoIl Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha firmato un veto sul bando che Samsung aveva richiesto ed ottenuto dall’International Trade Commission americana sulla vendita di alcuni iDevice. Secondo tale bando, da lunedì 5 agosto Apple non avrebbe più potuto vendere negli Stati Uniti gli iPhone 3G, iPhone 3GS, iPhone 4, iPad originale e iPad di seconda generazione. Secondo Samsung, Apple avrebbe utilizzato senza licenza tecnologie e brevetti di loro proprietà, mentre Apple sostiene che Samsung si sia rifiutata di applicare le condizioni di licenza Frand (fair, reasonable, e non-discriminatory), termini che l’avrebbero costretta a cedere i brevetti in questione ad un prezzo “calmierato”, in quanto indispensabili per l’implementazione della connettività su rete mobile. L’intento è quello di impedire che i cosiddetti SEP (standard essential patents) siano usati per fermare la concorrenza. “Concedere con licenza Frand i SEP è un elemento importante della politica dell’amministrazione per promuovere l’innovazione e il progresso economico“. Michael Froman, Rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti d’America, ha inoltre invitato l’ITC a tenere in considerazione l’interesse pubblico prima di disporre future sentenze, sottolineando di avere intenzione di far sì che non ci siano in futuro altri bandi a prodotti come conseguenza di azioni legali su brevetti “essenziali”. 9to5mac http://9to5mac.com/2013/08/03/president-obama-vetos-apple-iphone-4-3g-ipad-2-product-ban/

Tagged with:  

Logo KodakDopo quasi un anno dalla bancarotta, Kodak ha definito la vendita di parte del suo portafoglio brevetti, quello legato al digital imaging. L’operazione è stata conclusa con Intellectual Ventures e RPX, che hanno agito da intermediari per un gruppo di aziende molto corposo, tra qui figurano Adobe, Amazon, Apple, Facebook, Fujifilm, Google, HTC, Huawei, Microsoft, RIM, Samsung e Shutterfly, che ha messo sul piatto la somma di 525 milioni di dollari. Curioso constatare che di tutti i marchi principali ce ne sia soltanto uno legato al settore fotografico.

Tagged with:  

La battaglia legale tra Apple e Samsung ha visto un nuovo capitolo indirizzarsi a favore della società di Cupertino. Samsung non è riuscita a far valere negli USA quattro suoi brevetti; l’ITC (International Trade Commission) americana ha emesso un parere preliminare in base al quale Apple non violerebbe nessuno dei quattro brevetti reclamati dalla società coreana. Si tratta di brevetti relativi alla tecnologia 3G, il formato dei pacchetti dati nelle trasmissioni ad alta velocità e l’integrazione di funzioni di navigazione web con le funzionalità telefoniche. La decisione finale sarà presa all’inizio del prossimo anno, ma sembra difficile che l’esito possa essere ribaltato. Reuters

Tagged with:  

Altro capitolo della guerra tra Apple e Samsung. Questa volta le notizie arrivano dal Giappone, con una sentenza favorevole alla società coreana. Apple aveva denunciato Samsung per la violazione di alcuni brevetti legati alla modalità di sincronizzazione di contenuti multimediali da e verso server remoti, ed aveva chiesto il pagamento di 1,3 milioni di dollari. Il giudice Tamotsu Shoji chiamato ad esprimersi, ha sentenziato che Samsung non ha violato nessuna proprietà intellettuale della società di Cupertino, che dovrà ora risarcire le spese processuali. Per ora non sono giunte reazioni da parte di Apple. Fonte: USA Today

Tagged with:  

Logo LexmarkLexmark ha annunciato l’uscita dal mercato delle stampanti a getto di inchiostro, una scelta radicale presa per focalizzare le proprie attività su business più redditizi nel campo imaging e software. Questa scelta è stata dettata da motivi congiunturali e da mutamenti del mercato dovuti alla crescente abitudine a conservare i documenti in formato digitale, sul proprio computer o tramite i tanti servizi Cloud oggi disponibili. Nei primi sei mesi dell’anno il fatturato complessivo legato alla vendita del solo hardware ha registrato un calo del 66% e questa decisione consentirà un risparmio, nel corso del prossimo anno, di 85 milioni di dollari. Contestualmente Lexmark ha annunciato la vendita di un migliaio di brevetti correlati alla tencnologia inkjet e il taglio di 1.700 posti di lavoro, equivalenti al 13% della forza lavoro complessiva. Il titolo ha guadagnato il 20% del proprio lavoro. Lexmark è stata forse la prima azienda a puntare per il settore consumer su un prezzo dell’hardwara molto aggressivo, e adesso è la prima ( per adesso l’unica) a prendere una decisione così drastica.

Tagged with:  

Apple e Samsung si stanno affrontando duramente su più fronti, in varie parti del pianeta. Qualche ora prima della sentenza della corte californiana, di cui vi abbiamo già ampiamente parlato, c’è stato un altro verdetto importante. Importante non certo per le cifre in gioco, niente di paragonabile alla pena inflitta a Samsung negli USA, ma perché la controversia si è svolta in Corea del Sud, ovvero a casa di Samsung. In questo caso la corte ha condannato entrambe le società per l’infrazione reciproca di alcuni brevetti, ordinando il pagamento di una piccola sanzione (35.000$ a carico di Apple e 22.000$ di Samsung) e decretando, cosa ben più importante, il blocco delle vendite per 10 prodotti Samsung (tra cui il Galaxy S II) e di quattro prodotti Apple (tra i quali l’iPhone 4 e l’iPad 2). Ancora non è giunta nessuna reazione delle due società.

Tagged with:  

Apple ha vinto la sua battaglia più importante, la giuria di San Josè in California ha decretato che Samsung ha copiato ed ha infranto sei dei sette brevetti Apple oggetto della contesa, brevetti che hanno contribuito, con l’uscita del primo iPhone nell’ormai lontano 2007, alla rivoluzione nel mondo della telefonia mobile, e dovrà pagare ad Apple oltre 1 miliardo di dollari. Per carità, non è la fine della guerra tra i due colossi dell’elettronica, Samsung farà ricorso, ricorrerà in appello, e ci saranno ancora scontri duri nei tribunali di mezzo mondo, ma la sentenza di ieri è una passaggio importante, in grado di condizionare le scelte future di tutte le società del settore, ed è soprattutto un passaggio fondamentale per la “guerra termonucleare” annunciata da Steve Jobs nei confronti di Android, appellato come “un sistema operativo rubato“. Tim Cook, che ha preso le redini della società dopo l’addio di Steve Jobs del 24 agosto 2011 (giusto un anno fa) ha dichiarato: “E’ stato un giorno importante per gli innovatori di tutto il mondo“, e noi condividiamo questo pensiero. Entriamo più in dettaglio nella vicenda …

Continue reading »

Tagged with:  

Liquipel - Rivestimento waterproofTra le novità più interessanti mostrate al CES di Las Vegas e al Mobile World Congress di Barcellona c’erano Liquipel e HzO, due rivestimenti che permettono di rendere completamente impermeabili i dispositivis sottoposti al trattamento. Anche Apple sta lavorando in questa direzione, ma con un approccio apparentemente diverso. Vediamo di approfondire la questione …

Continue reading »

Tagged with:  

Logo KodakEastman Kodak Co., la società fondata 131 anni fa da George Eastman e che ha scritto la storia della fotografia, è ad un passo dalla bancarotta. Lo scorso mercoledì un articolo del Wall Street Journal diffondeva la notizie di un imminente ingresso nel Chapter 11, l’equivalente della nostra amministrazione controllata, ed il titolo perdeva il 28% del suo valore. Negli ultimi cinque anni il titolo ha perso il 97% del suo valore. Per cercare di scongiurare il fallimento l’azienda ha annunciato una profonda ristrutturazione al fine di ridurre i costi, migliorare la produttività, grazie alla creazione di una struttura più snella, e accelerare la trasformazione in società completamente digitale. “Questa nuova struttura semplificherà l’organizzazione, concentrandola sui clienti finali e creando valore per gli azionisti. Permetterà di allocare le risorse in modo più efficace e ridurre i costi di amministrazione“. I mercati hanno reagito molto bene alla notizia ed il titolo ha guadagnato oltre il 45%. Il problema principale di Kodak resta la liquidità, motivo che potrebbe portare alla vendita di una parte dle portafoglio brevetti, sempre che non riesca a monetizzarli grazie alle cause legali intentate nei confronti di Apple e HTC per la presunta violazione di alcuni brevetti relativi alla condivisione di immagini digitali tra differenti dispositivi. Kodak avrebbe chiesto il blocco dell’importazione e della vendita dei prodotti e un importante risarcimento finanziario. In realtà Kodak punta a rifinanziarsi grazie ad un importante indennizzo, e lo dichiara apertamente nel comunicato ufficiale: “il nostro interesse primario non è quello di interrompere la disponibilità dei prodotti, ma di ottenere un equo indennizzo per l’uso non autorizzato della nostra tecnologia. Il rifiuto delle aziende di compensare adeguatamente Kodak per l’uso della sua tecnologia impedisce la capacità di continuare a innovare e introdurre nuovi prodotti“. Non è la prima causa che vede coinvolta Kodak, a settembre di quest’anno si dovrebbe concludere una precedente causa avviata contro Apple e RIM. Recentemente la società ha venduto la Eastman Gelatine alla concorrente Rousselot (la più grande produttrice mondiale di gelatine per pellicole e carta fotografica).

Tagged with:  

La guerra legale tra Apple e Samsung prosegue a ritmo serrato ed arriva il giudizio della Corte francese sulla richiesta di ingiunzione presentata dalla società sudcorea per ottenere il blocco delle vendite dell’iPhone sul territorio francese, a causa della presunta infrazione dei propri brevetti sul GSM. Il giudice ha respinto la richiesta, evidenziando come l’infrazione stessa non sia stata dimostrata in modo chiaro e avanzando dubbi addirittura sulla validità dei brevetti in questione, oltre che sulle modalità e sulla tempestività dell’azione legale stessa, avviata solo quattro anni dopo l’uscita del dispositivo e a seguito delle accuse di plagio avanzate da Apple nei confronti del colosso coreano. Chi ha dimistichezza col francese, può trovare molti dettagli sulla vicenda leggendo direttamente il verbale della corte

Continue reading »

Tagged with:  

Si è tenuta la prima udienza della causa intentata da Samsung nei confronti di Apple, tesa a bloccare la commercializzaizone dell’iPhone in Italia. Samsung reclama la violazione dei propri brevetti sulla tecnologia mobile. Il Tribunale di Milano ha espresso parere sfavorevole, nessun problema dunque per l’inizio delle vendite di domani, ma entrambe la parti hanno chiesto ed ottenuto di poter presentare altre memorie. Samgung avrà tempo fino al 15 novemre, Apple potrà replicare fino al 6 dicembre. La nuova udienza è già fissata per il 16 dicembre. Reuters

Tagged with:  

Brutto periodo per Samsung, che riceve un sonoro schiaffo dal Tribuanle dell’Aja, chiamato ad esprimersi in merito alla richiesta effettuata dalla multinazionale sud-coreana ai tribunali di Milano e Parigi, per ottenere il blocco delle vendite del nuovo iPhone e iPad. Secondo la multinazionale coreana Apple avrebbe violato quattro brevetti relativi alle tecnologie wireless necessarie alla gestione della connessione dati e della velocità di comunicazione tra una dispositivo mobile ed una stazione base di rete. Si tratta di standard fondamentali ed integrati nella tecnologia 3G, per i quali devono essere rispettati gli impegni fissati dalla SSO (Standard Settings Organization), che prescrive debbano essere messi a disposizione degli utilizzatori a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie (Fair, Reasonable And Not Discriminatory, da cui l’acronimo FRAND). Samsung accusa Apple di non aver pagato le royalties necessarie, e per questo ha richiesto la sospensione dell’importaizone e della vendita di tutti i nuovi prodotti Apple. Di diverso avviso però è stato il Tribuanle dell’Aja, chiamato ad esprimeri nel merito. In base alla sentenza di venerdì 15 ottobre, sarebbe Samsung a non aver rispettato il FRAND per quanto riguarda la quantificazione delle royalties relative a tali brevetti, respingendo quindi le richieste avanzate. Macity

Tagged with:  

Samsung - LogoSamsung Electronics ha annunciato sul proprio sito web la presentazione di un’inguinzione rivolta ai tribunali di Milano e Parigi per chiedere il blocco delle vendite dell’iPhone 4S nei due paesi, per la presunta infrazione dei due brevetti connessi alla tecnologia WCDMA (Wideband Code Division Multiple Access). La battaglia tra le due società si arricchisce quindi di un nuovo capitolo, Samsung passa al contrattacco dopo aver subito il blocco delle vendite in Germania ed il rinvio della commercializzazione in Australia.

Tagged with:  

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !