IMG_3236.JPGL’Apple Store di Piazza della Repubblica di Firenze è ormai cosa certa, vi abbiamo documentato la ristrutturazione dell’edificio ad opera della BNL, proprietaria dell’immobile, e l’allestimento del cantiere in stile Apple, con la consueta pannellatura nera, ma ci aveva sorpreso la mancanza della DIA (Dichiarazione Inizio Attività) ed i nostri osservatori non ci segnalavano palesi segni di attività. Evidentemente, nonostante la stessa Apple avesse già avviato da tempo i colloqui con il personale, c’era ancora qualche tassello che doveva andare al posto giusto per poter effettivamente avviare i lavori, e questo tassello è un cambio di destinazione d’uso dei locali da “Direzionale” a “Commerciale”. Questo passo fondamentale è avvenuto nei giorni scorsi ed il Comune di Firenze ne da comunicazione ufficiale sul proprio sito web in data 14 luglio 2015. Un elemento da segnalare è che “per compensare l’impatto generato dalla modifica del carico urbanistico, BNL pagherà al Comune di Firenze circa 900.000€, che serviranno per la riqualificazione di Via Pellicceria e della stessa Piazza della Repubblica“. E’ probabilmente questo che ha determinato una battuta di arresto nei piani dei vertici di Cupertino, un italianissimo onere richiesto dal Comune per acconsentire ad un passaggio burocratico. Apple per fortuna se lo può permettere ! A questo punto però dobbiamo rivedere le nostre previsioni di apertura, spostandole da settembre all’autunno più avanzato, diciamo in tempo per la campagna natalizia.

Apple Store Piazza della Repubblica, Firenze - Accordo fattoDalla stampa locale e dal Comune di Firenze arriva la conferma a quanto scrivevamo la scorsa settimana. L’accordo tra il Sindaco di Firenze, Feltrinelli (proprietario del fondo occupato dalla Edison) ed i vertici di Cupertino è stato fatto. La libreria Edison chiuderà i battenti entro fine anno e al suo posto aprirà l’Apple Store tanto desiderato da Steve Jobs dai manager Apple, che hanno fortissimamente cercato la location di Piazza della Repubblica. Il Comune avrebbe richiesto ad Apple una prelazione per i 36 dipendenti che rimarranno senza lavoro con la chiusura della Libreria. Tutto fatto quindi ? Quasi, c’è un ultimo scoglio da superare, il vincolo imposto dal Comune che prevede che la destinazione del fondo sia per il 70% libreria e per il 30% attività di ristorazione o altro. L’opportunità occupazionale offerta da Apple, il timore di un nuovo caso Gambrinus, il cui fondo è rimasto desolatamente vuoto per alcuni anni, dovrebbro spianare la strada ad una soluzione politica che permetta di superare l’ostacolo. L’Apple Store di Piazza della Repubblica sarebbe (sarà) il terzo negozio localizzato nel centro storico di una città, dopo Bologna e Torino, che aprirà nelle prossime settimane. Sarebbe anche il primo negozio disposto su tre piani, sempre che Apple non decida di dedicarne soltanto due alla vendita. La superficie complessiva è molto vicina ai 1000 metri quadrati. Le ipotesi di apertura possono solo basarsi sui tempi impiegati da Apple per la realizzazione degli altri negozi, e propendono per l’estate del 2013, magari verso la fine.

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !