ConnectED - Iniziativa di Barack Obama per la connettività degli studenti americaniIl Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha lanciato l’iniziativa chiamata ConnectED, lanciando un appello al mondo delle imprese, agli insegnanti e alle famiglie, per lavorare insieme in modo da “connettere i ragazzi al 21° secolo grazie alle nuove tecnologie“, e “per fare vivere ancora il sogno americano nel loro futuro“. All’appello hanno risposto i principali colossi USA come Apple, AT&T, Microsoft, Sprint e Verizon. La notizia di questi giorni è l’impegno di Apple, che fornirà 100 milioni di $ in iPad, computer e altri strumenti. Apple si affianca alle iniziative delle altre società impegnate nell’iniziativa: AT&T e Sprint contribuiscono con i propri network wireless fornendo connettività, Verizon ha investito 100 milioni di $ cash ed ha avviato una raccolta fondi, mentre Microsoft ha offerto 12 milioni di copie gratuite di Microsoft Office e sta rendendo disponibile Windows a prezzi scontati. Gli istituti scolastici pubblici coinvolti sono circa 15.000. Il piano ConnectED, annunciato lo scorso giugno, si pone l’obiettivo di aumentare la percentuale degli studenti statunitensi connessi ad Internet dal 20% al 99% entro 5 anni.

Tagged with:  

Nokia & MicrosoftLa notizia dell’acquisizione di Nokia da parte di Microsoft è ancora fresca, ma secondo indiscrezioni raccolte dal New York Times, le motivazioni che hanno spitno la società di Redmond nell’operazione potrebbero non essere quelle che tutti immaginavamo …

Continue reading »

Tagged with:  

Microsoft - Accelerating GrowthAvrebbe potuto essere una notizia bomba, lo sarebbe stata qualche anno fa, ed invece tutti ormai ce l’aspettavamo … prima o poi. Microsoft ha comprato Nokia per 5,44 miliardi di euro in contanti, e si lancia (almeno questo è il piano) all’inseguimento dei due leader fino ad ora incontrastati del mercato: Android e iOS. La cifra è così composta: 3,79 miliardi di euro per la quasi totalità della divisione “Devices & Services” e 1,65 miliardi di euro per la licenza dei brevetti Nokia. L’operazione dovrebbe chiudersi nel primo trimestre del 2014, dopo l’approvazione degli azionisti. Un’assemblea straordinaria è prevista per il prossimo ​​19 Novembre. Scopriamo tutti i dettagli di questa grande operazione …

Continue reading »

Tagged with:  

Controllo gestuale, Nuove interazioni utenteApple avrebbe avviato trattative con PrimeSense, società israeliana specializzata nei sensori di movimento, per l’acquisizione della società. L’investimento di Apple sarebbe pari a 280 milioni di dollari, e confermerebbe l’interesse di Cupertino per la realizzazione di nuove interfacce utenti destinate a futuri prodotti. PrimeSense è la società che ha realizzato la tecnologia originale sulla quale Microsoft ha ricavato Kinect. Apple potrebbe integrare questo tipo di interazione utente nei propri Mac, nella Apple TV, destinata secondo molti a far girare titoli di Gaming presenti sull’App Store, e nella “fantomatica” iTV. L’indiscrezione arriva da Calcalist, realtà solitamente affidabile in questo genere di speculazioni.

Tagged with:  

comscore-Report-marzo-2013ComScore ha diffuso i dati relativi alle proprie rilevazioni per il primo trimestre 2013, secondo le quali iOS continua a guadagnare negli USA quote nel mercato smartphone, raggiungendo il 39%. Android mantiene ancora il 52% del mercato, ma registra un calo dell’1.4%; in perdita anche Blackberry (-1.2%) con il 5.2% del mercato, mentre resta stabile Microsoft con una quota del 3%. Analizzando i singoli produttori, vediamo che Apple mantiene saldamente la testa della classifica e che l’unico altro produttore in crescita è Samsung, con un modesto 0,7%. In calo Motorola (-0,6%), LG (-0,3%) e HTC (-1,2%).

Tagged with:  

Windows 8 ? Un sistema operativo inutilizzabile !

On 7 dicembre 2012, in PC, by admin

Windows 8Philip Greenspun, docente del MIT (Massachusetts Institute of Technology) ha pubblicato sul suo blog personale una recensione di Windows 8 in cui stronca drasticamente e senza appello il nuovo sistema operativo Microsoft. La recensione inizia con queste parole: “Suppose that you are an expert user of Windows NT/XP/Vista/7, an expert user of an iPad, and an expert user of an Android phone. You will have no idea how to use Windows 8“, e rincara la dose scrivendo: “Microsoft has had since October 2008 to study Android. It has had since June 2007 to study iPhone. It seems as though they did not figure out what is good about the standard tablet operating systems“. Leggete tutto su Philip Greenspun’s Weblog.

Tagged with:  

ComScore, azienda leader nella misurazione del mondo digitale, ha pubblicato gli ultimi dati del servizio ComScore MobiLens che analizza le tendenze del mercato americano della telefonia mobile. Il report fornisce la media di un periodo di tre mesi che, in questo caso, termina con ottobre 2012, e la confronta con il precedente periodo di tre mesi. Il dato è significativo perchè è il primo periodo interessato dall’uscita dell’iPhone 5 ed evidenzia due sole aziende in crescita: Samsung ed Apple, e registra il sorpasso di Apple ai danni di LG. Cupertino è adesso il secondo produttore di telefoni cellulari negli Stati Uniti. Approfondiamo quote di mercato e scostamenti dal report precedente (luglio 2012) …

Continue reading »

Tagged with:  

Samsung ATIV con Windows RTNuova tegola per Microsoft, e proprio sul prodotto che dovrebbe lanciarla nel mercato dei tablet. Windows RT e Office installati sul Surface o su altri tablet come il Samsung Ativ Tab o l’Asus VivoTab RT, occupano circa 10/12 GB di memoria, a cui vanno aggiunti 4 GB di partizione di recupero, con il risultato che chi acquista un tablet Surface da 32 GB potrà utilizzarne soltanto 16 GB. Microsoft non è esplicita e trasparente su questo fronte, per questo motivo l’avvocato californiano Andrew Sokolowski denunciato Microsoft per pubblicità ingannevole. La questione potrebbe rapidamente estendersi ad altri paesi, Italia inclusa, dove i tablet con Windows RT a marchio Samsung e Asus sono già in vendita e potrebbero attirare l’attenzione delle associazioni a difesa del consumatore. La questione non è semplice, tutti i dispositivi infatti dichiarano la memoria installata nel prodotto, che non sarà mai totalmente a disposizione dell’utente, non si può quindi parlare di difetto di conformità del prodotto. Solitamente però lo spazio occupato dal sistema operativo e dalle applicazioni di base è comunque limitato, il problema sorge in quanto con Windows RT esce “out of the box” con solo il 50% della memoria installata disponibile all’utente (nel modello da 32GB), e questo se non rappresenterà un problema legale per Microsoft, peserà certamente sulla scelta da parte del cliente correttamente informato. Ecco che sorge l’esigenza di un’informazione trasparente da parte di Microsoft e di tutti i produttori di tablet con sistema operativo Windows RT. Fonte: SeattleTimes

Microsoft aggiorna Office 2008 e Office 2011

On 17 novembre 2012, in Suite, by admin

Office 2011 per Mac - Le icone delle applicazioniMicrosoft ha rilasciato aggiornamenti per se suite Office 2008 e Office 2011 per Mac. Vediamo le novità e i bugfix introdotti …

 

 

Continue reading »

Tagged with:  

Surface RT delude le previsioni di Microsoft !

On 14 novembre 2012, in PC, by admin

Microsoft Surface RTNel corso di un’intervista al quotidiano francese Le Parisien, il CEO di Microsoft Steve Ballmer ha dichiarato che i volumi iniziali di vendita di Surface RT, con sistema operativo Windows RT e CPU ARM, sono stati modesti. La società ripone le proprie aspettative nel modello Surface Pro, basato su processore x86 e sistema operativo Windows 8, in grado quindi di utilizzare le varie applicazioni sviluppate per Windows. Surface RT richiede invece applicazioni sviluppate appositamente per l’architettura ARM. Anche Digitems conferma il deludente risultato, stimando vendite al 31/12/2012 pari al 60% di quanto inizialmente previsto da Microsoft.

Tagged with:  

Logo Apple con texture dollariApple ci ha abituato ai record, quasi non ci si fa più caso, ma il nuovo traguardo non rischia di passare inosservato. Da un risultato fiscale ad un altro, tra una Conference Call ed una presentazione di nuovi prodotti, il titolo Apple è cresciuto, cresciuto e cresciuto ancora, mettendo dietro una dopo l’altra con un ritmo impressionante tutte le più grandi società del mondo, fino al nuovo straordinario, impressionante traguardo: la società piú capitalizzata al mondo, di tutti i tempi ! Con il massimo di 665,15$ per azione, Apple ha toccato i 623 miliardi di dollari, superando i 620 miliardi di dollari raggiunti da Microsoft nell’ormai lontano 1999, in piena bolla da New Economy. Agli ultimi rialzi hanno contribuito anche le indiscrezioni sul nuovo iPhone 5, prossimo alla presentazione, le stime sulle vendite del nuovo smartphone, che molti analisti prevedono “senza precedenti”, e le indiscrezioni su due prodotti estremamente attesi, l’iPad mini e la fantomatica TV made in Cupertino, senza tralasciare l’imminente sentenza della disputa legale a suon di brevetti tra Apple e Samsung, una sentenza che potrebbe ridisegnare lo scenario mondiale del mercato smartphone e tablet. Le previsioni degli analisti sono di ulteriori rialzi, con un target price di 900$, ed i margini di crescita per Apple sono ancora molto ampi !

Tagged with:  

Microsoft Office 2011 for Mac - Home & Student Edition - In offerta su AmazonMicrosoft ha pubblicato e poi rimosso l’aggiornamento a Office per Mac 2011 14.2.1. Il motivo è stato un problema di corruzione del database riscontrato con Outlook. A distanza di pochi giorni l’aggiornamento è stato reso nuovamente disponibile, in versione riveduta e corretta. Prima dell’installazione viene adesso verificata l’integrità del database di posta elettronica, avviando automaticamente l’utility di manutenzione. Microsoft

Tagged with:  

Office 2011 per Mac - Le icone delle applicazioniMicrosoft ha rilasciato Office per Mac 2011 Service Pack 2 (14.2.0). L’aggiornamento migliora la stabilità e l’affidabilità dei software che compongono la suite, nonchè la compatibilità con OS X Lion, anhce se non sono ancora supportate alcune funzionalità, come Versioni.Tutti i software possono però adesso sfruttare la visualizzazione a tutto schermo e Mission Control. Microsoft ha migliorato la correzione grammaticale in italiano ed ha modificato la struttura del database di Outlook,  sistemando anche i problemi di compatibilità del client di posta con Gmail. Informazioni più dettagliate sono disponibili sulla pagina dedicata del sito Microsoft. Microsoft Office for Mac Home and Student 2011, Pacchetto italiano, 1 installazione è disponibile su Amazon.it al prezzo (al momento in cui scriviamo) di € 106,95, con disponibilità immediata e consegna gratuita.

Tagged with:  

iDest - Il desktop tutto attorno a noi, reinterpretazione del Microsoft Surface in stile AppleDal designer Adam Benton arriva una reinterpretazione della Surface di Microsoft il stile Apple. L’intera superficie della scrivania sarebbe uno schermo multi-touch, in grado di gestire contemporaneamente molte applicazioni, come il calendario, i Post-it digitali, le note, ma anche la tastiera del telefono, la magic trackpad per il Mac, e di visualizzare le palette delle principali applicazioni, elenchi di cose da fare, la calcolatrice, una grande varietà di widget, e di visualizzare i nostri documenti, in modo da averli sempre a portata di polpastrello. Come dire … non un nuovo conetto di desktop per i futuri OS, ma lo stesso desktop di adesso tutto attorno a noi. Interessante ! 9to5mac

Tagged with:  

Logo CES di Las VegasMicrosoft ha annunciato che il CES 2012 di Las Vegas, in calendario a partire dal prossimo 10 gennaio, sarà l’ultimo a cui la società parteciperà in veste di titolare del keynote di inaugurazione e di espositore. La modalità con la quale l’azienda deve comunicare con i propri clienti è cambiata e, dopo attente considerazioni, i dirigenti Microsoft hanno preso la storica decisione. Frank X. Shaw ha dichiarato: “Continueremo a partecipare al CES come il luogo ideale per i rapporti con partner e clienti di tutto il settore PC, telefono e di intrattenimento, ma non ci sarà un keynote o uno stand espositivo dopo questo anno perché i nostri traguardi sulle novità dei prodotti generalmente non coincidono con il periodo di gennaio dello show“. Per l’annuncio dei futuri prodotti Microsoft organizzerà in futuro propri eventi dedicati, ed utilizzerà per la comunicazione ed il contatto con i propri clienti i social network, il proprio sito web e i negozi al dettaglio. Microsoft segue dunque come un’ombra la traccia lasciata dalla Apple di Steve Jobs, che tre anni fa partecipava al suo ultimo Macworld Expo esattamente per gli stessi motivi, puntando su eventi svincolati dalle date imposte dal calendario espositivo, su Apple Store e Apple Online Store.

Tagged with:  

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !

iBlogPro by PageLines