La tecnologia avanza inarrestabile ed arrivano da Singapore informazioni importanti su nuovi sviluppi per quanto riguarda l’archiviazione dei dati. Joel Yang, laureato al MIT e impegnato presso l’Institute of Materials Research and Engineering, ha messo a punto una tecnologia per creare un supporto magnetico con una maggiore densità di dati. La tecnologia permette di creare un supporto con una superficie dotata di una nanostruttura realizzata con processo litografico, capace di creare delle minuscole porzioni di superficie definite “grani” in grado di memorizzare 1 bit di informazione ciascuna. Con la tencologia attuale i singoli grani hanno una dimensione di 8nm, ma per memorizzare 1 bit ne occorrono alcune unità. La tecnica messa a punto da Joel Yang permette di creare grani da 10nm, quindi leggermente più randi, ma che memorizzando 1 bit ciascuno permettono di raggiungere una più alta densità di dati, elemento determinante dato che i formati dei dischi rigidi non sono in discussione. Attualmente è già stata raggiunta la capacità di 1,9TB per pollice quadrato, con l’obiettivo ritenuto molto prossimo di 3,3TB per pollice quadrato, circa 6 volte la capacità dei dischi attualmente in commerico. Il merito di tutto questo va all’estremo precisione del processo litografico con il quale vengono create queste cellette, ovvero i grani di cui sopra, e al fissaggio ottenuto aggiungendo cloruro di sodio, ovvero semplice sale, alle soluzioni normalmente utilizzate nel processo produttivo. E già si punta ad un nuovo traguardo che vedrebbe la dimensione di ciascun grano scendere a 4,5nm. Hwupgrade

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !