Colette ed Apple per un evento speciale pariginoEvento inconsueto quello lanciato da Colette, il negozio al 213 Rue St.Honore di Parigi che fa tendenza ed attrae costantemente appassionati di moda e desing da tutto il mondo. Gli inviti diramati recitano: “Colette et Apple vous invitent a un moment exceptionnel” e “Colette and Apple invite you to a one day only experience”. L’appuntamento è per oggi 30 settembre 2014, dalle 11 alle 19. Non è stato fornito nessun dettaglio in merito, ma la sensazione è che si svolga un’anteprima legata all’Apple Watch, e indiscrezioni danno per presenti Jonathan Ive e Marc Newson, i due manager del design Apple. Se vi trovate a passare da Parigi andate a dare un’occhiata …

Tagged with:  

Il giorno del nuovo iPad è arrivato, negli Stati Uniti e negli altri paesi appartenenti al primo gruppo, tra cui figurano le vicinissime Francia e Svizzera, il nuovo tablet targato Cupertino è nelle mani dei primi acquirenti. Chi ha fatto il pre-ordine lo ha aspettato comodamente a casa, ma visto il rapido esaurimento delle scorte e l’allungamento dei tempi di consegna, sono molti i potenziali clienti che si sono messi in coda fuori dai vari Apple Store con ore di anticipo per cercare di accaparrarsi il proprio esemplare. A Parigi la gran folla, quella delle grandi occasioni, si è radunata presso l’Apple Store Opera, ma anche al Carousel du Louvre erano svariate centinaia i clienti in coda. In motli casi si è trattato di cittadini stranieri provenienti da paesi in cui l’uscita del nuovo iPad non è prevista nemmeno per il prossimo fine-settimana. Code molto contenute negli Store più periferici, d’altra parte con la crescita del numero dei negozi le concentrazioni di persone sono e saranno sempre meno freqeunti, tranne in quegli store “simbolo”. Da Los Angeles arriva la notizia (ed il filmato che segue) di Steve Wozniak primo in coda in piena notte davanti al Central City Mall di Los Angeles, un comportamento del tutto inutile per un personaggio come lui, ma dovuto al desiderio di vivere il “rituale” come tanti Apple user sparsi per il mondo. Guarda la lunga intervista all’altro Steve …

Tagged with:  

Brutto periodo per Samsung, che riceve un sonoro schiaffo dal Tribuanle dell’Aja, chiamato ad esprimersi in merito alla richiesta effettuata dalla multinazionale sud-coreana ai tribunali di Milano e Parigi, per ottenere il blocco delle vendite del nuovo iPhone e iPad. Secondo la multinazionale coreana Apple avrebbe violato quattro brevetti relativi alle tecnologie wireless necessarie alla gestione della connessione dati e della velocità di comunicazione tra una dispositivo mobile ed una stazione base di rete. Si tratta di standard fondamentali ed integrati nella tecnologia 3G, per i quali devono essere rispettati gli impegni fissati dalla SSO (Standard Settings Organization), che prescrive debbano essere messi a disposizione degli utilizzatori a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie (Fair, Reasonable And Not Discriminatory, da cui l’acronimo FRAND). Samsung accusa Apple di non aver pagato le royalties necessarie, e per questo ha richiesto la sospensione dell’importaizone e della vendita di tutti i nuovi prodotti Apple. Di diverso avviso però è stato il Tribuanle dell’Aja, chiamato ad esprimeri nel merito. In base alla sentenza di venerdì 15 ottobre, sarebbe Samsung a non aver rispettato il FRAND per quanto riguarda la quantificazione delle royalties relative a tali brevetti, respingendo quindi le richieste avanzate. Macity

Tagged with:  

Samsung - LogoSamsung Electronics ha annunciato sul proprio sito web la presentazione di un’inguinzione rivolta ai tribunali di Milano e Parigi per chiedere il blocco delle vendite dell’iPhone 4S nei due paesi, per la presunta infrazione dei due brevetti connessi alla tecnologia WCDMA (Wideband Code Division Multiple Access). La battaglia tra le due società si arricchisce quindi di un nuovo capitolo, Samsung passa al contrattacco dopo aver subito il blocco delle vendite in Germania ed il rinvio della commercializzazione in Australia.

Tagged with:  

Si è tenuta a Parigi una conferenza sulla mobilità denominata LeWeb a cui hanno partecipato gli operatori mobili europei, tra cui Telecom Italia e le altre compagnie del gruppo. Emerge nuovamente e con maggior forza la richiesta rivolta ai principali fornitori di servizi come Apple, Facebook, Google e Skype di partecipare alle spese di gestione a causa del forte traffico che sono capaci di generare. Ne avevamo già parlato all’indomani delle dichiarazioni di Franco Bernabè, AD di Telecom Italia, criticando fortemente questa posizione, che adesso viene ribadita in coro da Bernabè, da Stephane Richard di France Telekom e da Cesar Alierta di Telefonica. Noi restiamo della nostra convinzione che il business che gli operatori stanno effettuando con abbonamenti ed opzioni relative al traffico dati sono la diretta conseguenza dei servizi che questi Service provider, ma non solo loro, offrono al mercato e ci troviamo perfettamente concordi con la provocatoria risposta di Giuseppe De Martino di Dailymotion, riportata da Macity: “Pagheremo se loro ci daranno una percentuale sugli abbonamenti dei loro clienti”. Vediamo comunque le ragioni degli operatori …

Continue reading »

Un americano a Parigi … con l'iPad

On 26 Settembre 2010, in iPad - News, by admin

Walt Mosberg - Un americano a Parigi solo con il suo iPadWalt Mosberg, il celebre giornalista del Wall Street Journal divenuto un’autorità in campo tecnologico, ha approfittato di una vacanza di 10 giorni insieme alla moglie nella splendida Parigi per effettuare un esperimento, lasciare a casa il proprio laptop per vedere se un tablet come l’iPad sia o meno in grado di sostituire un computer portatile durante una vacanza o un viaggio di lavoro. Mosberg ha portato con se l’iPad, uno smartphone ed una fotocamera digitale compatta. L’esperimento è stato un successo, l’iPad ha svolto egregiamente i suoi compiti coprendo praticamente tutte le esigenze, con rare piccole eccezioni come la registrazione su Ping, la lettura di alcuni commenti di un file di Word e la stampa della carta di imbarco per il viaggio di ritorno, effettuata comunque tramite l’ufficio dell’albergo. La principale mancanza dell’iPad, secondo Mosberg, è il multitasking, che rende un pò meno immediate certe operazioni, ma sappiamo che a novembre con l’arrivo di iOS 4.2 questa lacuna sarà egregiamente colmata. Crediamo che l’articolo originale (in lingua inglese) sia una lettura molto interessante !

Tagged with:  

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !