Vi è capitato di ricevere un SMS che vi informava dell’attivazione di un abbonamento non richiesto, con relativo addebito periodico ? Vi siete trovati spese impreviste per nel conto telefonico ? Avete trovato il Vostro credito scalato per la visita di pagine web a pagamento ? Se siete clienti 3 Italia e volete evitare di incorrere in costi aggiuntivi indesiderati potete chiedere il “Barring Totale”, ovvero il blocco dei servizi a supplemento. In pochi conoscono questa possibilità, e l’operatore certamente non la pubblicizza. Dovete chiamare il 133 o il 139, chiedere l’attivazione di questo “Barring Totale” ed eseguire la registrazione vocale necessaria. Ricordatevi che a questo punto avete bloccato tutti i servizi a pagamento, inclusi ad esempio i biglietti dell’autobus che pagavate inviando un SMS, o altri servizi effettivamente utili. A conferma riceverete un SMS che recita: “Gentile Cliente, il blocco dei servizi richiesto sarà attivo entro le prossime 48 ore“. Non abbiamo verificato personalmente, ma l’operazione di blocco dovrebbe essere eseguibile anche con gli altri operatori direttamente dall’area clienti o telefonando al numero del rispettivo servizio clienti: 155 per Wind, 190 per Vodafone e 119 per Tim. Per Poste Mobile occorre scaricare ed inviare un modulo chiamato “Modulo di Richiesta Blocco/Sblocco Servizi a Sovrapprezzo“. Fatelo !

Tagged with:  
Telecom Italia, Vodafone Italia, Wind, 3 Italia e Poste Mobile si sono accordati per sviluppare una piattaforma comune per i pagamenti in mobilità basata sulla tecnologia di connettività senza fili a corto raggio NFC (Near Field Communication). La tecnologia permette di trasformare il telefonino in un vero e proprio borsellino elettronico, consente lo scambio file e documenti semplicemente accostando due telefoni e può interfacciarsi anche con dispositivi di altro genere, come altoparlanti, hi-fi e riproduttori multimediali. La piattaforma viene definita “aperta”, per favorire la partecipazione delle banche, la cui collaborazione è essenziale perché il sistema richiede il rilascio di carte di credito associabili allo smartphone dotato di chip NFC e l’installazione di specifici POS. Dal punto di vista operativo ci sarà un limite di 25€ oltre il quale si renderà necessario digitare un codice PIN. Entro la fine del 2013 è prevista l’installazione di circa 150.000 POS in grado di fornire il servizio di pagamento NFC. Per adesso Apple resta fuori da questa novità, in quanto nessuno dei suoi dispositivi ha mai avuto il chip NFC, ed anzi Cupertino potrebbe smarcarsi con un sistema di pagamento tipo diverso.
Tagged with:  

Wi-Fi gratis negli uffici postali !

On 14 Luglio 2011, in Hot Spot Wi-Fi, by admin

Poste Italiane - Servizio Wi-Fi gratuito negli uffici PostaliPoste Italiane ha avviato l’operazione che porterà internet Wi-Fi gratuita in tutti gli uffici postali del territorio. La procedura prevede la registrazione a seguito della quale l’utente riceverà un SMS con la password di accesso. Gli uffici postali attivati sono per ora soltanto 22, distribuiti nei comuni di Aqui Terme, Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Livorno, Milano, Modena, Palermo, Pavia, Roma, Taranto e Trento, ma presto verrà esteso a tutta la rete degli uffici postali operativi. Il servizio sarà gestito da Poste Mobile, l’operatore virtuale di telefonia mobile del gruppo Poste Italiane. Chi non ha un dispositivo Wi-Fi potrà utilizzare una postazione installata allo scopo in ogni ufficio postale. Si tratta di un’ottima iniziativa per intrattenere il cliente durante le lunghe interminabili attese a cui sono costretti i cittadini italiani ogni volta che devono recarsi alle Poste, speriamo che lo stesso entusiasmo venga messo nel rendere gli uffici più efficienti ed evitare, o almeno ridurre, le code.

Tagged with:  

TIM, Vodafone, Wind, 3 Italia, PosteMobile e Fastweb hanno annunciato il lancio di una piattaforma unica condivisa, per il pagamento dei contenuti e dei servizi digitali con un semplice click, utilizzando il proprio credito telefonico. Si tratta di uno standard unico, che trasforma il numero di cellulare nella chiave di autenticazione dei clienti e che rende il telefonino lo strumento di pagamento. L’operazione avviene con un semplice click, o con un tocco, in maniera rapida e sicura, mentre se l’accesso avviene con altri dispositivi (PC o tablet) occorre inserire il proprio numero di cellulare ed una password.

Continue reading »

Tagged with:  

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !