Logo CanonDopo i problemi derivati dallo tsunami in Giappone e alle alluvioni in Thailandia, alcuni produttori stanno percorrendo la strada della diversificazione nella localizzazione delle produzioni. In ambito fotografico la prima è stata Nikon, che ha spostato in Cina parte della produzione delle proprie reflex, nella stessa zona dove produceva già la mirrorless Nikon 1 e alcune compatte. Adesso è la volta di Canon, che costruirà un nuovo stabilimento produttivo in Brasile, nello stato di Amazonas. La costruzione è iniziata nel mese di maggio e l’operatività è prevista tra un anno, esattamente da luglio del 2013.

Tagged with:  

Se ne parla da tanto (forse troppo ?) tempo, ci riferiamo all’erede della Nikon D700, la reflex semi-professionale full-frame indicata da molti con il nome di D800 e molto attesa dagli affezionati clienti del marchio nipponico. La Nikon D800 non arriverà però prima dell’autunno, l’indiscreizone arriva dal sito spagnolo Quesabesde, ritenuto una fonte piuttosto affidabile, che cita più di una fonte (anonima). Le cause del ritardo sarebbero da ricondurre alle conseguenze del terremoto, che ha causato danni allo stabilimento di Sendai. Le indiscrezioni riportano alcune indicazioni sulle caratteristiche tecniche, per il sensore si parla di una risoluzione di 18 megapixel o superiore, mentre Nikon sembra intenzionata a spingere sul fronte del video HD, per competere con la Canon EOS 5D Mark II. Per la reflex professionale, al momento indicata come D4, ci sarà probabilmente da attendere fino all’inizio del 2012, anno in cui ci saranno le Olimpiadi e gli Europei di Calcio, eventi che vengono solitamente accompagnati dall’uscita di nuovi prodotti rivolti al settore professionale e ai fotografi sportivi.

Tagged with:  

Help JapanApple ripara gratuitamente i dispositivi dei propri clienti colpiti dal terremoto e dal conseguente tsunami dello scorso mese di marzo. L’informazione arriva dalle pagine del servizio di supporto del sito Giapponese (versione inglese tradotta da Googlge). Le riparazioni coprono Mac, Cinema Display, iPod touch, iPhone e iPad danneggiati nel disastro per coloro che sono stati direttamente coinvolti nei tragici eventi e che vivono nelle municipalità incluse nel Disaster Relief Act of 2011. Sono esclusi gli iPod shuffle, iPod nano e iPod classic. Nelle zone dove è possibile Apple ritirerà gratutitamente a domicilio il prodotto da riparare. Apple si era già contraddistinta nei giorni del disastro offrendo libero accesso alle macchine presenti nei propri store a tutti coloro che avevano necessità di usare internet per comunicare con parenti e conoscenti e con la raccolta fondi a favore della Croce Rossa americana (ancora attiva) attuata con un’App dedicata e con la compilation Songs for Japan. Tuaw

Tagged with:  

iPad 2 facetimeIl terremoto in Giapone ha avuto un impatto pesante anche sulla produzione di componenti elettronici e questo sta creando ritardi su molti fronti. Nikon ha addirittura annullato la produzione di una fotocamera compatta, evidentemente ritenuta non strategica, Canon avrebbe allungato il ciclo di alcuni prodotti, rinviando di qualche mese l’avvicendamente con nuovi modelli, Foxconn Electronics, uno dei principali fornitori Apple per la produzione degli iPad 2, con ben 52 linee di produzione dedicate al tablet di Cupertino, sarebbe in difficoltà a causa della carenza di componenti presso lo stabilimento di Chengdu, e questo andrebbe ad influire sui programmi di consegna ad Apple. Digitimes, che ha riportato quest’ultima notizia, cita fonti vicine ai produttori di componenti elettronici, e riferisce che difficilmente sarà possibile rispettare i programmi di 40 milioni di unità annui. Curioso (per usare un eufemismo) che nel mondo si parli più di ritardi nella fornitura di dispositivi elettronici che delle condizioni della popolazione colpita dal terremoto e dal conseguente tsunami, ma i risvolti economici dei tragici eventi hanno ed avranno il loro peso nella ricostruzione stessa e nella ripresa di tutto il paese. Ricordiamo che Foxconn rappresenta la più grande realtà a livello mondiale per la produzione di dispositivi elettronici, ed impiega oltre 1 milione di persone.

Tagged with:  

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !