La Commissione Europea ha ufficializzato un pacchetto di riforme teso a riformare il settore della telefonia, sia fissa che mobile, con al centro l’abolizione dei costi di roaming, la neutralità della rete e la durata dei vincoli contrattuali imposti dagli operatori. Andiamo con ordine …

Partiamo dal roaming:

  • abolizione dei costi per le chiamate in entrata mentre si è all’estero;
  • piani tariffari unici validi per la propria nazione e per l’estero (paesi UE);
  • in mancanza di profili tariffari specifici, gli operatori dovranno permettere all’utente che si trova all’estero, di poter scegliere un operatore di appoggio, in modo da poter scegliere quello più conveniente per le proprie esigenze;
  • per luglio 2016 sarebbe invece prevista l’abolizione totale dei costi di roaming per le chiamate in uscita.

 

Durata dei contratti:

  • I contratti non dovranno più superare i 12 mesi di durata obbligatoria;

 

Neutralità della rete

  • le aziende di telecomunicazioni non dovranno più limitare o bloccare l’accesso ad alcuni servizi, come ad esempio il VoIP, oppure a determinati contenuti; dovrà essere garantito uno standard qualitativo, senza nessuna possibilità di disincentivare l’utilizzo della connessione per determinati servizi.

Presto si andrà verso l’approvazione, che porterà grandi vantaggi per tutti i cittadini dell’Unione Europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La tua opinione è importante !

Hai idee o suggerimenti per migliorare Nonsolomac ? Facci conoscere la tua opinione, sarà per noi stimolo e spunto per i prossimi sviluppi del sito. Scrivi a

Archivio articoli

Siamo su MyAppleSpace !