UE ed Apple allo scontro sulla standardizzazione dei caricabatterie

L’Unione Europea lavora da tempo per la standardizzazione dei caricabatterie delle apparecchiature radio mobili come telefoni cellulari, tablet ed eBook reader.  Un sicuro vantaggio per gli utenti, che non si vedrebbero costretti ad avere e portarsi in viaggio una pletora di cavi e cavetti differenti per ogni dispositivo, ma Apple si dichiara molto critica in proposito, considerando la porta unica un freno per l’innovazione. Approfondiamo …

Secondo il Parlamento Europeo, come ribadito nel discorso pronunciato lo scorso 13 gennaio a Strasburgo da Maroš Šefčovič, vicepresidente della Commissione Europea per le Relazioni interistituzionali e le prospettive strategiche, la frammentazione del mercato dei caricabatteria per telefoni cellulari e altri dispositivi elettronici di piccole e medie dimensioni, rappresenta un problema per il consumatore e si traduce inoltre in un aumento dei rifiuti elettronici. Ogni nuovo dispositivo prodotto porta con se infatti un nuovo caricabatteria che spesso resta inutilizzato o va a sostituirne uno dalle stesse caratteristiche.

In questi anni sono stati fatti dei passi avanti, ed il connettore micro-USB si è affermato per molti dei dispositivi oggi in circolazione, ma non si è arrivati ad una soluzione standardizzata unica.

In prima fila ad opporsi alle intenzioni dell’Unione Europea troviamo Apple, che sfrutta ancora per molti suoi dispositivi una porta proprietaria, la porta Lightning. Secondo Apple un obbligo in tal senso avrebbe due effetti negativi:

  • un impatto negativo diretto sui propri clienti europei (parliamo di centinaia di milioni di dispositivi Apple attivi) e , nel caso Apple dovesse adottare un connettore unico a livello mondiale, degli utenti di tutti gli altri paesi del mondo. Ciò creerebbe tra l’altro volumi senza precedenti di rifiuti elettronici;
  • un impatto negativo sull’innovazione.

Apple si auspica che la Commissione Europea continui a cercare soluzioni che non limitino la capacità dell’industria del settore di innovare e consentano di portare “nuove entusiasmanti tecnologie ai clienti”.

Di fatto sul mercato già si sta affermando uno standard unico per quanto riguarda la ricarica wireless dei dispositivi, ma questo non basta alla Commissione Europea, che vorrebbe adottare misure per garantire al meglio l’interoperabilità dei caricabbatterie con e senza fili, e questo obbiettivo sarebbe raggiungibile soltanto con una legislazione adeguata, che imponga degli obblighi ai produttori.

La situazione è certamente migliorata molto rispetto agli anni passati, dove vari marchi proponevano connettori proprietari modificando ad hoc la forma di connettori che dal punto di vista tecnico non offrivano differenze tecnologiche, pensiamo ad esempio alle (quasi scomparse) fotocamere digitali compatte.

Crediamo che l’avvento del connettore USB-C rappresenti già una strada tracciata dal mercato, al di là degli obblighi di legge. Un connettore reversibile, novità introdotta sul mercato per la prima volta da Apple con il connettore Lightning, che vede oggi una grande convergenza di tecnologie che hanno adottato il formato USB-C come porta unica di comunicazione e ricarica.

Quindi, qual’è la strada migliore per il futuro:

  • standardizzare a vantaggio dei consumatori e dell’ambiente ?
  • innovare, lasciando libertà alle aziende di introdurre innovazioni tecnologiche che stimolino il mercato ?

Difficile tirare una conclusione. Probabilmente se fosse esistita una standardizzazione a livello legislativo, Apple avrebbe avuto difficoltà nell’introdurre il connettore Lightning, che di fatto ha stimolato il mercato nello sviluppo di un connettore reversibile com’è oggi quello USB-C. Le posizioni di Apple e della Commissione Europea hanno quindi entrambe elementi validi e condivisibili.

Ulteriori spunti di riflessione su questo argomento possono essere introdotti con i commenti a questo articolo, fateci sapere il Vostro punto di vista e inviateci link a risorse esterne che possano ampliare e completare la questione.

Qualche link interessante a prodotti inerenti al tema disponibili su Amazon:

Qualche prodotto specifico:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *