Approfondita analisi degli App Store by Distimo

Loghi - Apple App Store per Mac, iPhone e iPadDistimo, società specializzata nell’analisi del mercato degli application store rivolte a sviluppatori, operatori e produttori di dispositivi di vario genere, ha pubblicato un’approfondita analisi sugli App Store presenti sul mercato, a cominciare dall’ultimo nato in casa Apple, il Mac App Store, raffrontandolo con i corrispondenti store per la piattaforma iOS, ma anche con il BlackBerry App world, il Google Android Market, il Nokia Ovi Store, il Palm App Catalog e il Windows Phone 7 Marketplace; tutto questo basandosi su dati riferiti al mercato degli Stati Uniti nel febbraio 2011. Emergono una serie di dati molto interessanti relativi alle curve di crescita dei vari store, ai prezzi medi e al rapporto tra applicazioni gratuite e a pagamento. Andiamo alla scoperta di tutto questo …

L’App Store per iPhone resta ovviamente lo store col maggior numero di applicazioni: 314.644.

A meno di due mesi dal lancio del Mac App Store, le applicazioni disponibili sono 2.225, pari allo 0,7% di quelle per iPhone.

Interessante il raffronto con l’iPad App Store, che dopo lo stesso periodo contava 8.099 applicazioni.

Questo è dovuto prevalentemente al fatto che le applicazioni sono disponibili anche al di fuori del Mac App Store, e l’eventuale scelta di basarsi esclusviamente sullo store Apple è libera da parte dello sviluppatore, mentre sulla piattaforma iOS non ci sono alternative, se non quella di dedicarsi al mercato del Jailbreak.

Le 300 Top App sul Mac App Store generano dopo due mesi mediamente la metà dei guadagni delle 300 Top App per l’iPad, con un prezzo medio di 11,21$, che è 7 volte superiore rispetto a quello delle applicazioni per iPhone (1,57$) e quasi 3 volte superiore rispetto a quello delle App per iPad (4,19$). Il rapporto tra numero dei download e guadagni è molto differente sui tre rami dell’App Store, proprio in virtù nel differente costo delle applicazioni. Con circa 1/5 dei download il Mac App Store genera la metà dei guadagni dell’iPad App Store. Proporzioni simili anche tra iPad App Store e iPhone App Store.

Delle appliczioni presenti sul Mac App Store il 29% (646) sono giochi, percentuale che sale al 39% se si prendon in considerazione le applicazioni più popolari, segno che il gaming su Mac App Store muove più interesse rispetto ad altri tipi di applicazioni, pur essendo meno importante rispetto al Marketplace per la piattaforma Windows Phone.

Su Mac App Store ci sono molte meno applicazioni gratuite rispetto alla piattaforma iOS, solo il 12%.
Sull’iPhone App Store sono il 35%, sull’iPad App Store la percentuale scende al 29%.

Le 300 applicazioni più popolari, sia gratuite che a pagamento, nei tre App Store di Cupertino (iPhone, iPad e Mac App Store), sono pubblicate da 1.014 sviluppatori. 173 sviluppatori (17%) distribuiscono applicazioni in più di uno di questi store, e tra questi solo nel 5% dei casi c’è il Mac App Store.

Questo e molto di più lo potrete leggere scaricando la pubblicazione Febbraio 2011 dal sito Distimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *