Tim usa il termine appstore per il proprio negozio di applicazioni

Tim appstore

App Store, su questo termine si combattono alcune battaglie legali che vedono coinvolti nomi di primo piano a livello mondiale. Apple ha chiamato in causa Amazon e Microsoft che, seguendo l’esempio dell’App Store di Cupertino, avevano dato lo stesso nome al proprio negozio di applicazioni, nome che è però stato registrato da Apple, che è quindi l’unica che può servirsene. Il nocciolo della questione sta tutto nel termine App, in cosa esso rappresenti e se è possibile o meno che venga registrato da una società. Microsoft infatti aveva argomentato che si trattasse di un termine troppo generico, contestando la leggimità della registrazione ottenuta, salvo poi modificare il nome del proprio negozio. Di contro non esisteva nessun app store prima dell’App Store, e il termine stesso App, contrazone di application, non veniva precedentemente utilizzato. In Italia è TIM a fare uso del termine appstore (tutto minuscolo), e conoscendo Apple non è da escludere che questo possa avere delle conseguenze del rapporto tra le due società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *