Apple Card

Apple Card inizia l’espansione territoriale

Apple Card, la carta di credito di Apple per il circuito MasterCard, compatibile con tutti i dispositivi della Mela ed utilizzabile in tutto il mondo, sarà presto disponibile in altre nazioni.

Lo riferisce MacRumors, lasciando nell’ombra la propria fonte, ma specificando che uno dei primi paesi ad averla, dopo gli Stati Uniti, sarà l’Australia. Seguiranno altre nazioni.

Il supporto per nuove nazioni arriverebbe con una delle versioni minori di iOS 14 (si ipotizza 14.1, 14.2 o 14.3). Le tempistiche sono legate agli accordi che devono essere stipulati per rispettare le leggi ed i regolamenti che variano da paese a paese.

Apple ha assunto recentemente delle figure specifiche per lavorare con partner esterni come i gestori delle reti di pagamento, le banche emittenti e altri soggetti del settore.

Alcune stringhe di codice legate a Apple Card farebbero riferimento al GDPR (il regolamento generale sulla protezione della privacy ed il trattamento dei dati in vigore sul territorio europeo), e questo conferma l’intenzione di portare il servizio anche in Europa.

Apple Card è disponibile per il momento solo negli USA. La carta può essere registrata nell’app Wallet per effettuare pagamenti con i vari dispositivi Apple oppure può essere usata come una carta di credito “normale”. Tra le caratteristiche che ne hanno determinato il grande successo, come confermato da Goldman Sachs, partner bancario della Casa di Cupertino, ci sono due elementi fondamentali:

  • la carta non ha costi;
  • permette di ottenere fino al 3% di rimborso giornaliero sugli acquisti.

Seguici sui social e sul nostro canale YouTube


Sostienici con i tuoi acquisti, metti tra i tuoi preferiti il link ad Amazon. Tu non spenderai un centesimo in più, noi riceveremo una piccola commissione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *