Anche la Svezia blocca Huawei e ZTE per le reti 5G

La Svezia ha deciso che Huawei e ZTE dovranno restare esclusi dalle infrastrutture della rete 5G sul proprio territorio. Gli operatori che parteciperanno all’asta delle frequenze prevista per il prossimo mese, dovranno sottostare al divieto di utilizzare prodotti di rete fornti dai due produttori cinesi.

Continua a leggere Anche la Svezia blocca Huawei e ZTE per le reti 5G

Parliamo di iPhone 12 e reti 5G

Apple ha presentato la gamma iPhone 12, dotata di connettività 5G, ma a che punto siamo con la copertura di rete di questa nuova tecnologia ? E come funziona ? Su quali frequenze opera ? Che velocità ci dobbiamo aspettare ? Cominciamo ad addentrarci in questa nuova tecnologia.

Continua a leggere Parliamo di iPhone 12 e reti 5G

Tim esclude Huawei dalla gara per le reti 5G

Tim avrebbe escluso Huawei dalla gara per la realizzazione delle reti 5G in Italia e in Brasile, dove opera con Tim Participações. La notizia arriva dalla Reuters, che cita fonti anonime definite a conoscenza dei fatti. Le motivazioni sarebbero di natura industriale, e non politica, ma come non pensare alle richieste fatte dagli Stati Uniti agli alleati per la messa al bando di Huawei ?

Continua a leggere Tim esclude Huawei dalla gara per le reti 5G

Telecom e Italtel investono 71 milioni di euro in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

Tunnel binario - Rappresentazione binaria - 1 / 0Telecom Italia e Italtel hanno firmato un contratto del valore 71 milioni di euro per accelerare lo sviluppo delle reti ultrabroadband (basato su tecnologia LTE e FTTC/FTTH) nelle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e per ricerca e sviluppo sperimentale finalizzato alla progettazione e realizzazione di prodotti software nello stabilimento industriale Italtel di Carini, vicino a Palermo. L’investimento di Telecom è di 48 milioni di euro, quello di Italtel è di 23 milioni di euro; di questi ultimi 1,7 milioni sono dedicati all’ampliamento dello stabilimento di Carini dove verranno sviluppati nuovi prodotti software per la virtualizzazione delle reti secondo il paradigma  del Cloud Computing. L’amministratore delegato di Italtel, Stefano Pileri, ha dichiarato: “Le reti ultrabroadband sono, insieme a Cloud e Internet delle Cose, le tecnologie della rivoluzione digitale. Questo nuovo contratto rappresenta una grande occasione per il Mezzogiorno e per l’Italia di velocizzare il percorso di digitalizzazione e diffusione dei servizi innovativi. Per Italtel la rilevanza di questo progetto è legata alla possibilità di valorizzare  la nostra ricerca negli ambiti più avanzati delle telecomunicazioni e  di offrire una significativa opportunità per il nostro polo R&D palermitano“.

Vodafone porta la rete LTE Advanced 4G+ in 80 città italiane

Logo VodafoneDopo Tim è la volta di Vodafone ad annunciare la disponibilità della rete 4G+ basata su tecnologia LTE Advanced in 80 città italiane, che diventeranno 100 entro marzo 2015. La rete 4G+ di Vodafone permette velocità di download fino a 225 Mbps, grazie alla combinazione di due bande di frequenza tra quelle utilizzate. Si tratta di un nuovo importante traguardo per Vodafone, che già con la rete 4G copre il 74% della popolazione nazionale (oltre 2500 comuni italiani). Contestualmente Vodafone ha annunciato la sperimentazione della tecnologia VoLTE (Voice over LTE) su Milano, Roma e Ivrea.

Parte la rete LTE Advanced di TIM

IMG_1693.JPG
TIM ha annunciato la disponibilità della rete mobile LTE Advanced, indicata commercialmente con la sigla 4G+, in 60 città italiane. Le prestazioni possono arrivare fino a 180 mbps, con prospettive di sviluppo ad inizio 2015 fino a 225 mbps e oltre, nei test di laboratorio presso TILab sono state infatti raggiunte velocità vicine ai 300 Mbps. LTE Advanced o 4G+ sfrutta il carrier aggregation, una tecnologia in grado di combinare due bande di frequenza diverse tra quelle utilizzate, come ad esempio 800, 1800 e 2600 MHz. Telecom Italia specifica che il primo smartphone a poter sfruttare le potenzialità della nuova rete è il Galaxy Note 4 mentre altri terminali verranno proposti nel breve termine. Gli iPhone 6 di ultima generazione possono sfruttare la tecnolgia LTE Advanced con una velocità limite di 150 Mbps. Questo è l’elenco delle città già coperte: Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Firenze, Bari, Catania, Messina, Taranto, Brescia, Prato, Reggio Calabria, Livorno, Salerno, Siena, La Spezia, Alessandria, Pistoia, Catanzaro, Pisa, Lucca, Pescara, Novara, Savona, Sanremo, Carrara, Latina, Cuneo, Viterbo, Teramo, Campobasso, Arezzo, Caserta, Grosseto, Viareggio, Asti, Benevento, Torre del Greco, Pozzuoli, Matera, Cremona, Massa, Potenza, Castellammare di Stabia, Afragola, Vigevano, Fiumicino, Aprilia, Legnano, Marano di Napoli, Pomezia, Tivoli, Battipaglia, Anzio, Sesto Fiorentino, Busto Arsizio, Mugnano di Napoli e Giugliano in Campania.

Navigare in volo si può, vediamo costi e compagnie che lo permettono ! (aggiornato)

Connessione ad internet wi-fi durante i voli aereiNavigare in volo è possibile, sono sempre di più le compagnie aeree che offrono il servizio Wi-Fi con accesso ad internet, alcune su rotte selezionate, altre sui voli a lungo raggio, altre ancora su tutte le tratte. Tranne rari casi il servizio è a pagamento, tariffato ad ore o con una cifra per un piccolo bundle dati. Volagratis ha realizzato un’utile infografica attingendo ai dati disponibili sui siti dei vari vettori aerei, dati aggiornati a giugno 2014. Proseguendo potete vedere l’infografica senza abbandonare Nonsolomac … Continua a leggere Navigare in volo si può, vediamo costi e compagnie che lo permettono ! (aggiornato)

I piani di Telecom per Ultra Internet Fibra e 4G LTE

Telecom Italia - LogoRoberto Opilio, Direttore Technology di Telecom Italia, durante la presentazione dei nuovi servizi Ultra Internet Fibra per la città di Bologna, ha diffuso i piani della società relativi alla fibra ottica e alle reti mobili LTE. La fibra ottica, già presente in 54 città italiante, tra cui i più importanti capoluoghi, verrà estesa al 50% della popolazione italiana entro il 2016, collegando 12,4 milioni di case ad una velocità che, basandosi sull’infrastruttura FTTCab (Fiber to the Cabinet), potrà passare in futuro dagli attuali 30Mbps a 100Mbps (è bene sottolineare che la reale velocità dipenderà poi dalla connessione alla centrale più vicina e dalla sua distanza). L’obiettivo sarà raggiunto grazie ad investimenti che tra il 2014 e il 2016 ammonteranno a 3,5 miliardi di euro. Per la rete mobile 4G LTE di TIM, che promette velocità fino a 100Mbps in download e 50Mbps in upload, ad oggi la copertura riguarda 689 comuni italiani, corrispondenti al 51% della popolazione italiana, e Telecom promette di raggiungere l’80% della popolazione entro la fine del 2016.

Una rivoluzione chiamata Multipeer Connectivity Framework

Multipeer Connectivity FrameworkMCF è un nuovo acronimo di cui potreste sentir parlare spesso in futuro, sta per Multipeer Connectivity Framework e promette di rivoluzionare le modalità di comunicazione e di connessione ad internet. Questo framework è stato inserito da Apple in iOS 7.1 ed è uscita la prima applicazione che ne sfrutta le potenzialità: FireChat. Scopriamo insieme di cosa si tratta e come funziona … Continua a leggere Una rivoluzione chiamata Multipeer Connectivity Framework

Firenze è la prima città con il vero Wi-Fi libero !

Firenze Wi-Fi - FI WiFiFirenze è la prima città italiana a mettere in pratica quanto sancito dal Decreto del Fare in merito al Wi-Fi, liberando la rete pubblica Firenze Wi-Fi da ogni formalità legata alla registrazione e autenticazione dell’utente. A presenziare il primato fiorentino l’onnipresente Sindaco Matteo Renzi, che ha sottolineato: “Tra le cose importanti del Decreto del Fare c’è la possibilità, finalmente, di navigare su internet senza complicate procedure di registrazione e lunghi iter burocratici. Ora, grazie al lavoro dei nostri servizi informativi, chiunque con il proprio tablet, portatile o smartphone può ‘attaccarsi’ alla rete e navigare. Quello che impediva questo semplice sistema era una legge assurda che il Parlamento ha giustamente cancellato. Oggi Firenze è una città sempre più ‘smart’ che guarda al futuro e non solo al passato”. L’utente è responsabile dell’attività svolta tramite la connessione offerta, ed è tracciato mediante registrazione del cosiddetto Mac Address, ovvero un codice esadecimale che identifica univocamente ogni dispositivo di rete. Questo fattore ha già causato la reazione del Garante della Privacy, che punta il dito sull’articolo 10 del decreto del fare, che non terrebbe conto della Direttiva europea sulla riservatezza e del Codice della Privacy, che identificherebbero il Mac Address tra i dati personali dell’utente. Ciascun dispositivo avrà diritto a 2 ore o 300MB di connessione, grazie alle modalitò di identificazione questi limiti si moltiplicano per il numero di dispositivi a disposizione dell’utente; quindi chi come noi possiede un iPhone, un iPad ed un Mac, potrà godere di 6 ore o 900MB al giorno di connessione gratuita. La rete fiorentina, che comprende ad oggi 530 hot spot localizzati in 200 aree della città, è stata realizzata a costi contenuti, federando vari soggetti come la Provincia, l’Università, i Vigili del Fuoco, Firenze Parcheggi (ed altri sono in arrivo). Vediamo l’elenco completo … Continua a leggere Firenze è la prima città con il vero Wi-Fi libero !

L’UE stanzia 50 milioni di euro per la ricerca sulle reti 5G

Unione-EuropeaL’Unione Europea ha stanziato 50 milioni di euro per la ricerca sulle reti mobili di quinta generazione (5G). Lo ha annunciato la vicepresidente della Commissione europea Neelie Kroes, con l’obiettivo di riportare l’Europa in testa a livello mondiale nel settore delle comunicazioni mobili. Queste le sue dichiarazioni: “Voglio che l’industria europea diventi leader mondiale nel campo del 5G, basandosi sulla ricerca europea e creando posti di lavoro in Europa, e intendo realizzare questo intento“. Le previsioni indicano che entro il 2020 il traffico dati mobile si sarà moltiplicato di 33 volte rispetto al 2010, l’accesso alla rete sarà sempre più importante ed avverrà sempre più tramite dispositivi mobili come smartphone, tablet, macchine e sensori, che richiederanno una tecnologia più efficiente e pervasiva, in grado di sostenere l’aumento costante del flusso di dati. Lo spostamento di tutti i settori economici al digitale fa sì che imprese e cittadini debbano poter contare su un accesso mobile alla rete agevole, affidabile e veloce. L’ondata di progetti di ricerca che verranno finanziati, punta a portare nella vita quotidiana degli europei una tecnologia mobile a banda larga ultraveloce e all’avanguardia. METIS, 5GNOW, iJOIN, TROPIC, Mobile Cloud Networking, COMBO, MOTO e PHYLAWS sono alcuni dei nuovi progetti di ricerca UE intesi a soddisfare le necessità di progettazione e le funzionalità necessarie per lo sviluppo delle reti di quarta generazione e oltre. Approfondiamo … Continua a leggere L’UE stanzia 50 milioni di euro per la ricerca sulle reti 5G

TIM – Parte il servizio LTE a Torino, Milano, Roma e Napoli

20121110-013505.jpg

TIM ha avviato il servizio Ultra Internet 4G su rete LTE nelle città di Torino, Milano, Roma e Napoli, mentre altre 18 città si aggiungeranno entro la fine dell’anno. L’offerta commerciale prevede varire offerte con inclusi chiavetta, modem o Tablet 4G, ma anche per chi è già dotato dell’hardware necessario. Scopriamo insieme tutti i dettagli …

Continua a leggere TIM – Parte il servizio LTE a Torino, Milano, Roma e Napoli

La tramvia di Firenze diventa Wi-Fi !

Tramvia - Firenze - Wi-FiLa linea 1 della tramvia che collega Firenze e Scandicci diventa Wi-Fi, con un’area di copertura di quasi 8 km di lunghezza e 100 metri di larghezza. Tutti, cittadini e turisti, potranno collegarsi gratuitamente ad internet, scaricare la posta ed utilizzare gli innumerevoli sevizi che il web mette a disposizione. L’infrastruttura è di tipo misto wired-wireless, con un network Wi-Fi 802.11n che si poggia su una linea in fibra ottica da 1Gbps di capacità massima. L’investimento di 850.000 euro è stato reso operativo con Thales Italia, vincitrice dell’appalto, che ha utilizzato tecnologia Cisco. Scopriamo insieme tutti i dettagli … Continua a leggere La tramvia di Firenze diventa Wi-Fi !

3 Italia lancia i servizi 4G LTE

Logo 3 ItaliaLa banda larga mobile LTE di 3 Italia parte da Acuto, un piccolo borgo della Ciociaria fino ad ora in “Digital Divide”, che potrà così contare su un collegamento fino a 100Mbps in download e 50Mbps in upload. Alla presenza del ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, del sindaco di Acuto Augusto Agostini e dell’astronauta Umberto Guidoni (originario di Acuto), l’amministratore delegato di 3 Italia Vincenzo Novari ha presentato le caratteristiche del nuovo servizio e le funzionalità dei dispositivi (tablet e chiavette) che verranno attivate in tutta Italia, a partire da Roma e Milano che vedranno l’inzio del servizio il prossimo mese di dicembre. Scopriamo ulteriori dettagli … Continua a leggere 3 Italia lancia i servizi 4G LTE