Nuovi voucher per il progetto WiFi4EU

Riparte il progetto Wifi4EU, un bando per lo sviluppo di una rete Wifi europea capillarmente presente nei piccoli centri di tutto il continente, che offre ai Comuni dei voucher per finanziare l’investimento necessario. Dopo la battuta d’arresto dovuta all’emergenza sanitaria, il prossimo 3 giugno riapriranno le candidature.

Continua a leggere Nuovi voucher per il progetto WiFi4EU

Free Wi-Fi – Nessuna responsabilità dei gestori per violazione del copyright

Nessuna responsabilità per il negoziante o gestore di attività commerciali che mette gratuitamente a disposizione dei clienti occasionali la propria rete wi-fi in caso di violazioni del copyright avvenuto da parte degli avventori. Lo ha affermato la Corte di Giustizia europea nelle conclusioni relative alla causa C-484/14, che contrappone Tobias McFadden e la Sony Music Entertainment Germaby GmbH. L’avvocato generale della Corte, Maciej Szpunar, ha dichiarato anche che “Se è vero che nei confronti del gestore può essere pronunciata un’ingiunzione giudiziale volta a porre fine a tale violazione o a prevenirla, non è per contro possibile imporre la disattivazione della connessione e la sua protezione mediante una password o l’esame generalizzato delle comunicazioni“.

Da oggi la Galleria degli Uffizi è Wi-Fi

Galleria degli Uffizi Wi-FiÈ attiva da oggi, 7 luglio 2015, la rete Wi-Fi alla Galleria degli Uffizi di Firenze, che consentirà di avere su tablet e smartphone informazioni sulle opere e sul museo in italiano e in inglese (altre lingue potranno essere aggiunte successivamente). La rete è stata realizzata in 8 mesi con il contributo degli Amici degli Uffizi, per una spesa di 170.000€. Copre entrambi i piani della Galleria tramite 68 hot spot e 150 apparati di rete, per una superfice complessiva di 13.000 mq, e consentirà l’accesso contemporaneo a 500 utenti. Potrà essere utilizzata anche per altre iniziative e progetti del museo, come applicazioni di realtà aumentata, ricostruzioni 3D, realtà virtuale, video in alta risoluzione. A presentare l’iniziativa era presente il direttore degli Uffizi Antonio Natali, che ha dichiarato: “È bene che il museo, pur coi suoi 430 anni di storia, si tenga il più possibile al passo coi tempi ed era una lacuna da colmare che ai giorni nostri non si potesse contare su una rete wifi all’interno dell’edificio“.

Firenze è la prima città con il vero Wi-Fi libero !

Firenze Wi-Fi - FI WiFiFirenze è la prima città italiana a mettere in pratica quanto sancito dal Decreto del Fare in merito al Wi-Fi, liberando la rete pubblica Firenze Wi-Fi da ogni formalità legata alla registrazione e autenticazione dell’utente. A presenziare il primato fiorentino l’onnipresente Sindaco Matteo Renzi, che ha sottolineato: “Tra le cose importanti del Decreto del Fare c’è la possibilità, finalmente, di navigare su internet senza complicate procedure di registrazione e lunghi iter burocratici. Ora, grazie al lavoro dei nostri servizi informativi, chiunque con il proprio tablet, portatile o smartphone può ‘attaccarsi’ alla rete e navigare. Quello che impediva questo semplice sistema era una legge assurda che il Parlamento ha giustamente cancellato. Oggi Firenze è una città sempre più ‘smart’ che guarda al futuro e non solo al passato”. L’utente è responsabile dell’attività svolta tramite la connessione offerta, ed è tracciato mediante registrazione del cosiddetto Mac Address, ovvero un codice esadecimale che identifica univocamente ogni dispositivo di rete. Questo fattore ha già causato la reazione del Garante della Privacy, che punta il dito sull’articolo 10 del decreto del fare, che non terrebbe conto della Direttiva europea sulla riservatezza e del Codice della Privacy, che identificherebbero il Mac Address tra i dati personali dell’utente. Ciascun dispositivo avrà diritto a 2 ore o 300MB di connessione, grazie alle modalitò di identificazione questi limiti si moltiplicano per il numero di dispositivi a disposizione dell’utente; quindi chi come noi possiede un iPhone, un iPad ed un Mac, potrà godere di 6 ore o 900MB al giorno di connessione gratuita. La rete fiorentina, che comprende ad oggi 530 hot spot localizzati in 200 aree della città, è stata realizzata a costi contenuti, federando vari soggetti come la Provincia, l’Università, i Vigili del Fuoco, Firenze Parcheggi (ed altri sono in arrivo). Vediamo l’elenco completo … Continua a leggere Firenze è la prima città con il vero Wi-Fi libero !

A piccoli passi verso il vero Wi-Fi libero ?

Logo free Wi-FiIl Parlamento ha approvato ieri un emendamento che rende libero il Wi-Fi nei locali pubblici italiani. La strada era tracciata da quanto stabilito dal Garante della Privacy lo scorso febbraio, ma serviva un percorso parlamentare per cambiare la normativa esistente. Secondo quanto approvato, i gestori dei locali pubblici non saranno più obbligati a registrare gli utenti che accedono alla propria rete. Fino ad ora la normativa prevedeva la registrazione tramite un pannello di log-in, in modo che l’accesso fosse regolamentato e il proprietario sollevato dalla responsabilità di un eventuale reato commesso sfruttando la propria rete. L’accesso sarà libero, la responsabilità di un eventuale reato sarà verificata solo al verificarsi del reato stesso e non ci saranno più installatori certificati per l’allacciamento alla rete e la gestione del sistema. Non tutto però è ancora chiaro, rimane infatti la normativa che obbliga gli operatori ad identificare gli utenti, e crediamo che l’identificazione dell’utente sia una cosa giusta, utile anch’essa a stimolare l’esercente a rendere libero l’accesso. La strada pare essere quella di rendere effettivamente libero l’accesso solamente a coloro che sono in possesso di una SIM intestata ad una persona fisica. L’iter comunque non è terminato, adesso occorre l’approvazione del Senato.

Garante della Privacy – Wi-Fi libero, per davvero !

Logo free Wi-FiUna notizie molto importante per quanto riguarda la diffusione e l’usufruibilità della connessione web wi-fi gratuita offerta da molte attività commerciali. La legislazione in vigore fino ad ora manteneva l’obbligo da parte del gestore di identificare l’utente e conservare i dati per un’eventuale successiva identificazione. Il Garante della Privacy ha fatto un passo fondamentale, accogliendo e confermando un’indicazione della Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE) che prevede che gli esercenti pubblici possono mettere liberamente a disposizione degli utenti la connessione wi-fi (ed eventualmente i terminali di vario tipo necessari allo scopo), lasciando al cliente la scelta di comunicare o meno i propri dati, e sollevando l’esercente dalla responsabilità relativa all’utilizzo fatto della connessione. Fonte: FullPress.

Riviera Apuana Free Wi-Fi

20120821-011449.jpg

Dall’Associazione Stabilimenti Balneari Riviera Apuana e Brainbox, società di telecomunicazioni locale attiva col brand Apuacom, arriva una grande rete Wi-Fi gratuita che coprirà i 7 km del litorale del comune, offrendo a cittadini e turisti la possibilità di navigare gratuitamente in internet. La rete copre la fascia costiera che va dal viale lungomare fino al limite della zona balneabile. Scopriamo tutti i dettagli … Continua a leggere Riviera Apuana Free Wi-Fi

Wi-Fi Certified Passpoint – In studio la nuova era del wireless

Wi-Fi Alliance - LogoLa Wi-Fi Alliance, l’organizzazione formata da alcune tra le più importanti aziende del settore delle comunicazioni wireless, nata nel 1999 con l’obiettivo di sovrintendere all’adozione di uno standard unico a livello mondiale, ha svelato il programma “Wi-Fi Certified Passpoint”. Di cosa si tratta ? E’ un’iniziativa che si pone l’obiettivo di permettere agli utenti collegati alle reti wireless, di passare da un hotspot all’altro senza difficoltà, in modo del tutto simile a quanto avviene tra le varie celle che compongono le reti di telefonia mobile. Il sistema dovrebbe stabilire una procedura di autenticazione unica e riconosciuta da tutte le infrastrutture wireless, in modo da lavorare in maniera trasparente per l’utente. La Wi-Fi Alliance si occuperà di verificare la compatibilità dei dispositivi realizzati dai vari produttori con le specifiche stabilite prima di rilasciare le relative certificazioni.

Il Comune di Firenze attiva 13 punti di accesso Wi-Fi lungo le rive dell’arno

Firenze Wi-Fi - Connessione web gratuita a FirenzeIl 28 settembre, in occasione della giornata dedicata ai “100 luoghi”, programma di recupero e valorizzazione urbana promosso dal sindaco Renzi, e nell’ambito del progetto Firenze Wi-Fi (già attivo in varie parti della città), verranno attivati tredici dei quattordici hot-spot installati lungo le rive dell’Arno, che permetteranno di collegarsi al web per un’ora al giorno con un tetto di 300MB di traffico generato. Scopri tutti i dettagli … Continua a leggere Il Comune di Firenze attiva 13 punti di accesso Wi-Fi lungo le rive dell’arno

Free ItaliaWiFi – Wireless gratuito nazionale

Free Italia WiFiL’iniziativa Free ItaliaWiFi mira ad offrire un accesso wireless gratuito a livello nazionale. Promosso dalla provincia di Roma, dalla Regione autonoma della Sardegna e dal Comune di Venezia, Free ItaliaWiFi è un progetto ambizioso aperto a tutte le pubbliche amministrazioni che vorranno partecipare. Il via si è avuto lo scorso 9 settembre, ed oltre ai tre enti sopra menzionati è già attivo anche nelle Province di Prato, Grosseto e Gorizia, e nei Comuni di Genova e Torino. Una pagina sarà dedicata all’elenco delle reti (SSID) aderenti all’iniziativa. Nella pagina di autenticazione (ancora necessaria) occorre inserire le proprie credenziali aggiungendo il simbolo @ e il dominio della rete alla quale si appartiene. Altre amministrazioni hanno già deciso di aderire al progetto e saranno presto operative: il Comune di Bra, il Comune di Cesena, la Provincia di Cosenza, il Comune di Montevago (Agrigento), la Provincia di Pesaro e Urbino, la Provincia di Pistoia, la Provincia di Potenza, il Comune di Saronno, il Comune di Tortorici (Messina) e la Provincia Regionale di Trapani (in alcuni casi, la rete Wi-Fi è ancora in via di realizzazione). Attualmente il progetto comprende otto reti per un totale di 1.109 hot spot Wi-Fi attivi e quasi 216.000 utenti registrati al servizio. Il progetto Free ItaliaWiFi è aperto ai comuni, alle province ed alle regioni che, nel caso siano già dotati di una propria rete pubblica Wi-Fi, possono aderire sottoscrivendo un accordo di collaborazione, mentere le pubbliche amministrazioni che ne fanno richiesta possono ottenere un kit per allestire rapidamente nuovi punti d’accesso nei punti più importanti della città. L’accordo prevede che ciascun utente possa avere accesso per almeno 2 ore (anche non continuative) per un traffico di alemno 300MB giornalieri. FreeItaliaWiFi

Il Wi-Fi è libero, ma nessuno sembra accorgersene !

Free Wi-Fi finalmente libero dalle cateneSono passati mesi dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto Mille Proroghe dello scorso mese di febbraio. Tale decreto, abrogando i commi 4 e 5 dell’art. 7 del Decreto Pisanu, quelli che obbligavano alla registrazione dei dati degli utenti che si connettevano ad una rete Wi-Fi messa a disosizione del pubblico o della clientela, rendeva non più necessaria l’autenticazone dell’utente lasciando liberi tutti coloro che desiderano offrire una connessione Wi-Fi ad internet ai propri clienti, di farlo senza problemi, senza nessun adempimento burocratico, senza raccogliere i dati degli utenti in alcuna forma (con la sola eccezione di quelle attività che fanno dell’accesso ad Internet la propria attività principale). L’Italia sembrava improvvismente superare quel gap che aveva frenato pesantemente la diffusione delle reti wi-fi disponibli al pubblico, ma in realtà nulla pare cambiato. Approfondiamo … Continua a leggere Il Wi-Fi è libero, ma nessuno sembra accorgersene !

Wi-Fi gratis negli uffici postali !

Poste Italiane - Servizio Wi-Fi gratuito negli uffici PostaliPoste Italiane ha avviato l’operazione che porterà internet Wi-Fi gratuita in tutti gli uffici postali del territorio. La procedura prevede la registrazione a seguito della quale l’utente riceverà un SMS con la password di accesso. Gli uffici postali attivati sono per ora soltanto 22, distribuiti nei comuni di Aqui Terme, Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Livorno, Milano, Modena, Palermo, Pavia, Roma, Taranto e Trento, ma presto verrà esteso a tutta la rete degli uffici postali operativi. Il servizio sarà gestito da Poste Mobile, l’operatore virtuale di telefonia mobile del gruppo Poste Italiane. Chi non ha un dispositivo Wi-Fi potrà utilizzare una postazione installata allo scopo in ogni ufficio postale. Si tratta di un’ottima iniziativa per intrattenere il cliente durante le lunghe interminabili attese a cui sono costretti i cittadini italiani ogni volta che devono recarsi alle Poste, speriamo che lo stesso entusiasmo venga messo nel rendere gli uffici più efficienti ed evitare, o almeno ridurre, le code.

Sveglia Italia, o forse … sveglia Wired !

Wired - Totem - Abbiamo liberato la Fortezza - Firenze - Pitti Immagine UomoSveglia Italia ! è l’iniziativa di Wired, punto di riferimento per l’informazione su tecnologia e informazione, che prosegue la sua “missione” a favore del Wi-Fi con un’iniziativa in collaborazione con Pitti Immagine ed e-Pitti.com e grazie al supporto di Peugeot. Wired “libera” per la prima volta la Fortezza da Basso di Firenze, garantendo un collegamento ad internet senza fili e gratuito (90′ al giorno) nelle aree comuni dello spazio fieristico. Ci siamo trovati di fronte il totem che pubblicizza il servizio durante la nostra visita a Pitti Immagine Uomo svoltasi nella settimana appena trascorsa e non abbiamo potuto esimerci da sperimentare la novità, con risultati purtroppo negativi ! Vi spieghiamo … Continua a leggere Sveglia Italia, o forse … sveglia Wired !

WiMi, la rete wireless libera del Comune di Milano

Logo MiWiParte oggi a Milano il servizio WiMi, che fornirà al centro di Milano connessione Wi-Fi gratuita. Al momento è coperta la zona che va da San Babila a Cairoli, passando per la zona del Duomo, ma entro l’estate il servizio verrà esteso alla zona di San Siro, successivamente arriverà a Villa Scheibler e, presumibilmente in autunno, arriverà sui Navigli. Il progetto del Comune di Milano è stato affidato all’azienda del trasporto pubblico meneghino, l’ATM. In questa prima fase gli utenti potranno accedere per un’ora al giorno ad internet (con accesso anche non continuativo), ed avranno accesso illimitato al portale del servizio WiMi. La procedura prevede la richiesta d’accesso tramite il proprio cellulare, un SMS fornirà la password di accessso, ma se la Sim non è italiana occorrerà recarsi presso l’ATM Point “Duomo” e registrarsi fornendo un documneto di identità valido. MiWiCopertura

Scuole italiane in Wi-Fi entro il 2012

Logo Wi-FiScuole in WiFi è l’iniziativa interministeriale su cui sono impegnati i Ministri Renato Brunetta (Pubblica Amministrazione e Innovazione) e Maria Stella Gelmini (Istruzione, Università e Ricerca). L’obiettivo del progetto rientra nel più ampio programma per la digitalizzazione della pubblica amministrazione, con lo scopo di offrire migliori servizi e contemporaneamente abbattere gli attuali costi di una burocrazia basata in gran parte sulla carta. Approfondiamo insieme l’argomento … Continua a leggere Scuole italiane in Wi-Fi entro il 2012