Stampare in 3D con la luce

L’Istituto EPFL di Losanna ha sviluppato una tecnologia innovativa per la stampa 3D che consente di ottenere oggetti complessi e ben definiti in tempi estremamente ridotti, semplicemente combinando resina e luce.

Continua a leggere Stampare in 3D con la luce

Lente a contatto smart, con realtà aumentata

La lente a contatto smart di Mojo Vision, con display incorporato

Mojo Vision è una startup nata con l’obiettivo di creare una lente a contatto smart che integri un display per la realtà aumentata. Dalle informazioni diffuse da CNET esisterebbe già un prototipo funzionante, anche se non ancora indossabile. Molte le applicazioni potenziali di un prodotto del genere …

Continua a leggere Lente a contatto smart, con realtà aumentata

IOFIT – Soletta smart per scarpe da ginnastica

IOFIT - Soletta smart per fitnessAl Mobile World Congress, che aprirà il prossimo lunedì 22 Febbraio, Salted Venture presenterà IOFIT, una soletta per scarpe da ginnastica che integra al proprio interno vari sensori in grado di analizzare il bilanciamento del corpo e quindi la postura dell’atleta durante lo svolgimento di una determinata attività. La soletta si interfaccia con un App per smartphone che riceve i dati e li elabora, fornendo all’utente indicazioni dettagliate utili a correggerne l’esecuzione. Salted Venture è una startup che vede il coinvolgimento diretto di Samsung, che ne ha sviluppato l’idea all’interno del proprio centro di ricerca C-Lab, staccando poi il tutto in una società a parte.

 

Trasformare un iPhone 16GB in 128GB per 60$

iPhone 6 plus argentoNegozianti cinesi trasformano gli iPhone da 16GB in iPhone da 128GB con una spesa di appena 60$, e l’operazione è adesso documentata in un video pubblicato dal canale YouTube BeSound. Arriverà anche sul nostro mercato il kit per eseguire l’operazione ? Ne siamo certi, ma è bene sapere che la garanzia Apple decadrà, dato che per completare l’operazione occorre rimuovere sigilli che renderanno palese la … chiamiamola così … manomissione ! A voi le immagini …

Pitti Uomo ti ricarica !

È terminata ieri l’edizioe 89 di Pitti Immagine Uomo, che ha aperto i battenti presso la Fortezza da Basso di Firenze lo scorso martedì 12 gennaio. Tra le varie iniziative vogliamo segnalare quella che ha visto la startup fiorentina Plug-In Box posizionare varie postazioni di ricarica presso l’area espositiva e in altri luoghi della città, come i negozi Luisa Via Roma e Faliero Sarti, per un totale di 14 totem di ricarica. Un’iniziativa molto apprezzata che speriamo possa essere replicata e diventi un abitudine da parte degli Enti fieristici, negozi e locali di ogni genere. Il servizio era utilizzabile gratuitamente presso la Fortezza da Basso da parte di tutti i visitatori di Pitti Uomo.

Nuvap N1 – Tecnologia italiana per monitorare fattori di inquinamento ambientale

Nuvap N1 - Monitoraggio ambientale made in italyE’ in arrivo Nuvap N1, il primo dispositivo al mondo ideato per il monitoraggio delle pericolose fonti di inquinamento che possono essere presenti nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro. N1 è in grado di rilevare fino a 24 diversi parametri ambientali, tra cui l’inquinamento elettromagnetico, il gas radon, la radioattività (radiazioni ionizzanti), il monossido di carbonio, il metano, l’inquinamento acustico e idrico (attraverso filtri esterni), la temperatura, l’umidità, la qualità dell’aria, la presenza di polveri sottili, gli incendi ed altri ancora. I pre-ordini sono avviati con consegne a partire dal prossimo mese di novembre. Continua a leggere Nuvap N1 – Tecnologia italiana per monitorare fattori di inquinamento ambientale

Riconosciuto il diritto d’autore per le proprie foto pubblicate su Facebook

  La pubblicazione di foto sulla propria pagina Facebook da parte dell’autore non comporta la cessione integrale dei diritti fotografici. Questo è quanto ha riconosciuto la IX sezione del Tribunale di Roma, sentenziando che la libertà di utilizzo dei contenuti pubblicati dagli utenti con l’impostazione “Pubblica” non riguarda i contenuti coperti da diritti di proprietà intellettuale degli utenti, rispetto ai quali l’unica licenza è quella non esclusiva e trasferibile concessa a Facebook. Il caso è stato seguito dallo Studio Lipani Catricalà & Partners, che ha ottenuto il risarcimento del danno da parte del quotidiano che aveva pubblicato le foto stesse senza alcuna autorizzazione, inclusi danni morali. Fonte

Le sneaker diventano smart grazie a Vibram e Lenovo

Smart Shoe by Lenovo & VibramVibram, il più noto produttore di suole in gomma, e Lenovo hanno presentato una smart shoe che, sfruttando un chip inglobato nella suola, può interagire tramite bluetooth con uno smartphone. La scarpa è il primo risultato della Smart Moving Platform, una partnership strategica costituita tra Vibram, Lenovo e BJDW per la ricerca e lo sviluppo congiunti. E’ costruita con una parte della tomaia dotata di led che permettono di mostrare brevi messaggi inviati dal telefono oppure, grazie al GPS, di indicarci con messaggi led uniti a vibrazioni della suola, la direzione da prendere per seguire un determinato percorso, consentendo all’utente di muoversi senza dover consultare una mappa (cartacea o digitale che sia). Dopo un anno e mezzo di ricerche questo prodotto è giunto alla fase di test finale, con l’obiettivo di trasformare, grazie alle nuove tecnologie, la walk experience. Chi ha provato questo prototipo di smart shoe lo descrive come un prodotto ad uno stato di sviluppo finale, quasi pronto per la commercializzazione. Vibram

Ikea lancia una linea di arredamento con ricarica wireless

In occasione del Mobile World Congress di Barcellona, Ikea ha annunciato una linea di mobili dotati di ricarica wireless in standard Qi, tecnologia basata su induzione e risonanza magnetica promossa dal Wireless Power Consortium, che raggruppa aziende di ogni parte del mondo e di differenti settori, interessate a spingere e sviluppare il trasferimento di energia elettrica senza fili. Si tratta di un passaggio importante, quando una realtà di tale portata decide di adottare una tecnologia innovativa, questa scelta è in grado di generare ricadute positive su tutto il mercato, a cominciare dalla fascia di prezzo che i calcoli delle economie di scala saranno stati in grado di raggiungere. Ad oggi lo standard Qi non è molto diffuso su smartphone e tablet, lo troviamo ad esempio solo sull’ultimo Samsung, il Galaxy S6, mentre Apple non è ancora scesa in questo ambito. La linea verrà lanciata sul mercato il prossimo mese di aprile in Europa e Nord America.

Google converte i banner da Flash ad HTML5

Google Adwords logoGoogle ha annunciato mercoledì che è iniziata la conversione degli annunci pubblicitari della propria piattaforma AdWords da Flash a HTML5, un passo che tende a rendere il web più snello e compatibile con un maggior numero di dispositivi, a tutto vantaggio degli inserzionisti e del proprio business. Non tutti gli annunci pubblicati precedentemente potranno essere convertiti nel più efficiente formato, ma ove possibile la conversione sarà automatica. Si tratta di una morte graduale per Flash, iniziata con la mancata implementazione da parte della Apple di Steve Jobs nei propri dispositivi mobili, e proseguita poi con l’inserimento del player HTML5 su YouTube, divenuto poi l’impostazione predefinita. Oggi che la maggior parte del traffico web avviene tramite dispositivi mobili, la scelta diventa obbligata. Flash avrà ancora vita presumibilmente lunga, ma il percorso è un declino costante, a favore di tecnologie più efficienti e sicure.

Rezence – La ricarica wireless di seconda generazione

Rezence, ricarica wireless di seconda generazioneAl CES di Las Vegas la Alliance for Wireless Power (A4WP) ha mostrato Rezence, tecnologia per la ricarica wireless di seconda generazione, sostenuta da nomi molto importati dell’elettronica come Acer, Amotech, Asus, Broadcom, Canon, Dell, Deutsch Telekom, Emirates, Fujitsu, Funai, Haier, HP, Hitachi, Foxconn, HTC, Intel, Lenovo, LG, Logitech, Microsoft, Nec, NTT Domoco, Panasonic, Paragon, Qualcomm, Quintic, Samsung, Sandisk, Sharp, Sony, Targus, TDK, Texas Instruments e Toshiba (solo per citare i nomi più noti). Rezence supera tutti i limiti che hanno frenato lo sviluppo e l’adozione delle soluzioni viste fino a oggi, permettendo di ricaricare a distanze superiori tra trasmettitore e dispositivo ricevente, funzionando su qualsiasi tipo di superficie e permettendo di ricaricare contemporaneamente dispositivi che hanno requisiti di alimentazione differenti, come smartphone, tablet, fotocamere, dispositivi indomabili, cuffie e molti altri dispositivi. Rezence sfrutta il Bluetooth 4.0 a basso consumo per stabilire il primo collegamento con i dispositivi, riducendo in questo modo le componenti hardware da inserire nei dispositivi compatibili, e la risonanza magnetica per la ricarica vera e propria.

L’uso di tablet ed eBook reader prima di dormire influisce negativamente sul nostro sonno

Leggere l'iPad prima di dormireUno studio condotto dai ricercatori della Hardvard Medical School ha mostrato che l’uso di dispositivi elettronici che emettono luce, come un tablet, un eReader ed altri dispositivi simili, prima di andare a dormire, può influenzare negativamente la produzione di melatonina, ormone che regola i cicli circadiani, ovvero i ritmi di sonno-veglia, rendendo più difficile addormentarsi, compromettendo la qualità del sonno e rendendo il soggetto più assonnato e meno vigile al risveglio, anche dopo 8 ore di sonno. Scopriamo insieme i dettagli … Continua a leggere L’uso di tablet ed eBook reader prima di dormire influisce negativamente sul nostro sonno

Da marzo si pagherà sul web col bancomat

PagoBancomatDalla fine del prossimo mese di marzo 2015, gli utenti italiani potranno effettuare acquisti sul web e pagare in tutta sicurezza con la propria carta Bancomat, grazie a procedure estremamente semplificate e transazioni senza inserimento del numero di carta, del PIN o altri codici di sicurezza. Sarà gestito tutto dal sito della banca aderente all’iniziativa. La novità è stata svelata nel corso del seminario ABI a Ravanna dal Direttore Generale del Consorzio Bancomat Sergio Moggia, che ha dichiarato: “Una volta attivata in banca la funzione web sulla propria carta non sarà necessario digitare il proprio PIN, ma al momento dell’acquisto si verrà reindirizzati al sito della propria banca. Dopo le verifiche scatterà il via libera all’acquisto, e anche se un eventuale cracker venisse in possesso del nostro numero identificativo, non verrà compromessa in alcun caso la sicurezza della carta“.

Il video embedding non infrange il diritto d’autore

Embedding iconLa Corte Europea, sollecitata da alcuni giudici tedeschi impegnati su un caso complesso raltivo al diritto d’autore, ha stabilito che l’embedding di contenuti video non infrange il copyright, essendo i click stessi che vengono generati un collegamento al video nella sua posizione originale. L’embedding è stato quindi (secondo noi correttamente) equiparato all’inserimento di un semplice linkLa decisione è destinata ad aver effetti importanti in tutta Europa, compreso il nostro paese. La SIAE ed equivalenti enti europei hanno infatti imposto dal 2011 un compenso a carico chi incorpora (embedding) i trailer cinematografici nei propri siti web, con lo scopo di rispettare il diritto d’autore relativo alla colonna sonora. Approfondiamo insieme … Continua a leggere Il video embedding non infrange il diritto d’autore

Grazie al grafene avremo batterie più efficienti

Logo IIT - Istituto Italiano di Tecnologia, GenovaDall’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova arriva uno sviluppo importante nel campo delle batterie, un procedimento speciale con il quale è stato sostituito con il Grafene, un materiale flessibile, impermeabile e conduttivo sviluppato nel 2010 da due ricercatori russi, la normale grafite utilizzata per realizzare l’anodo delle batterie, ottenendo un’efficienza del 25% superiore. Il team genovese guidato da Vittorio Pellegrini e Bruno Scrosati ha lavorato con il CNR e La Sapienza di Roma, e la tecnologia è pronta per lo sviluppo industriale che ha già raccolto l’interesse di aziende del settore automotive e dell’energia, come Enel e la Bluecar del gruppo Bollorè. Scopriamo altri dettagli di questa interessante evoluzione tencologica … Continua a leggere Grazie al grafene avremo batterie più efficienti