La presentazione di Final Cut X dal SuperMeet di Las Vegas

Apple ha annunciato ieri, nel corso del Final Cut Pro SuperMeet di Las Vegas, il nuovo Final Cut X. Una versione profondamente riscritta in Cocoa, con supporto 64 bit, con il supporto alle migliori tecnologie presenti in Mac OS X, con nuove funzioni, nuove possibilità, ed un prezzo estremamente ridotto che allargherà enormemente la base di utenza. Oggi vi presentiamo due video della presentazione (parte 1 e parte 2), assolutamente da non perdere e con ottima qualità audio e video. A voi le immagini …

Prosegui per vedere la seconda parte … Continua a leggere La presentazione di Final Cut X dal SuperMeet di Las Vegas

Apple presenta Final Cut Pro X

Final Cut Pro X - Sfuocato durante la presentazione al SuperMeet di Las VegasNel corso del Final Cut Pro User Group Supermeet in corso a Las Vegas, Apple ha presentato un’anteprima di Final Cut Pro X, la nuova versione del software professionale per l’editing video non-lineare. Final Cut Pro X è stato riscritto da zero, l’interfaccia utente è stata riprogettata, aggiungendo nuove caratteristiche e migrando (strano a dirsi) alcune features dal software consumer prodotto da Apple, come l’editor di precisione inline e il rilevamento del volto. Final Cut Pro è scritto in Cocoa con codice a 64 bit, supporta nativamente Core Animation, Open CL e Grand Central Dispatch per accelerare e ottimizzare le prestazioni. Altamente scalabile, è capace di riproduzione indipendente dalla risoluzione, supporta fino al formato cinematografico 4K, consente il rendering in background e l’editing durante l’importaizone, ha una timeline magnetica per mantenere sincronizzati audio e video, Compounds Clips per una semplice nidificazione video, bilanciamento del colore non distruttivo, pulizia automatica dell’auido e Smart Collection. Sarà disponibile da giugno ad un prezzo di 299$, un prezzo che allargherà il bacino di utenza dell’applicazione. Ripercorri l’evento guardando il risultato del live blog su Photographybay.

Adobe Creative Suite 5.5 con Subscription Edition

Adobe Creative Suite 5.5Con la Creative Suite 5.5 fa il suo arrivo l’abbonamento, ovvero la possibililtà di utilizzare la suite, oppure un singolo software, pagando un canone mensile. Questo nuovo sistema di pagamento denominato Subscription Editon, rappresenta un’alternativa alla vendita, ed offre una maggior convenienza e flessibilità, andando incontro ad artisti, designer ed imprese grandi e piccole. La convenienza c’è sia nella prima fase, che pemette di provare il prodotto senza richiedere grandi investimenti, che nella gestione della variabilità delle risorse umane necessarie. I piani di abbonamento possono infatti essere mensili o annuali; l’utente può quindi sospendere l’abbonamento in qualunque momento e per il tempo necessario, potendo contare sempre sulla versione più aggiornata disponibile. I costi mensili variano dai 19$ al mese per Dreamweaver, fino a 129$ al mese per la suite Master Collection completa. Scopriamo altri dettagli sul suo funzionamento … Continua a leggere Adobe Creative Suite 5.5 con Subscription Edition

Canon aggiorna il plug-in video EOS E1

Logo CanonCanon ha annunciato una versione aggiornata del proprio plug-in EOS E1 per il software di editing video Final cut Pro. La nuova versione 1.2 sarà disponibile dal prossimo 25 aprile e renderà più facile e veloce trasferire i video dalle DSLR Canon, eliminando alcuni passaggi necessari con la precedente versione. Prosegui per leggere il comunicato stampa ufficiale. Continua a leggere Canon aggiorna il plug-in video EOS E1

Battaglia codec video per HTML5 – WebM contro H.264

Si preannunciano tempi duri per il video sul web a causa di una disputa che sta muovendo adesso i primi passi. Chrome cesserà tra appena due mesi di supportare il codec H.264 per la compressione video, formato promosso con forza da Apple e Microsoft in abbinamento alle specifiche HTML5, che non indicano un formato particolare. Internet Explorer 9 addirittura supporterà soltanto flussi video H.264. Google sceglie la strada delle tecnologie totalmente open-source, spingendo il progetto WebM, per l’abbinamneto HTML5 e VP8, sposato anche da Mozilla e Opera. Ci sono quindi due schieramenti contrapposti che vedono da una parte Apple e Microsoft con Safari e Internet Explorer, e dall’altra Google, con Chrome, Mozilla (Firefox ed altri) e Opera. Il consorzio MPEG-LA, che controlla il formato H.264, ha annunciato battaglia legale relativa ai brevetti esistenti, basandosi sull’eccessiva somiglianza del codice dei codec VP8 con quello di H.264. MPEG inoltre offre adesso la licenza H.264 gratuitamente agli utenti finali, registrando un cambiamento di rotta volto a catturare nuovi favori ed utenti. La battaglia si annuncia aspra, Google infatti aveva dichiarato l’intenzione di restringere l’uso del formato VP8 a coloro che avessero percorso vie legali per combattere il formato, una cosa che suona molto simile ad un “ricatto”.

Apple rilascia iTunes 10.1

Icona iTunes 10Apple ha rilasciato nel tardo pomeriggio iTunes 10.1. La nuova versione dovrebbe essere il preludio al rilascio di iOS 4.2, l’attesa nuova versione del sistema operativo per gli iDevice di Cupertino. Ecco le novità di questa versione, come ce le presenta Aggiornamento Software:
• Utilizzo di AirPlay per effettuare all’istante e in modalità wireless lo streaming di video da iTunes al nuovissimo Apple TV.
• Sincronizzazione con iPhone, iPad o iPod touch con iOS 4.2.
• Implementazione di numerosi e importanti miglioramenti relativi alla stabilità e alle prestazioni.

MacX Video Converter Pro gratis fino al 15/11

MacX Video Converter Pro - GiveawaySegnaliamo ai nostri lettori un’interessante offerta dedicata ad un programma per eseguire conversioni video in molti formati differenti: MacX Video Converter Pro. Si parte da un sorgente in MKV, AVCHD, M2TS, MOD, TOD, AVI, FLV, WMV, MPEG, MP4, MOV, ASF, VOB, 3GP, WebM, RM, e si può convertire in MOV, MP4, FLV, AVI, iTunes video, MP3, AVC, WMV, VOB, HD AVI HD AVC, MPEG4 HD, MPEG-2 TS HD, WMV HD, Quick Time HD, Youtube HD, e dispositivi mobili quali iPhone, iPad, iPod, Apple TV, PSP, Xbox, Xbox 360, Zune, Zune HD, Creative Zen, mobile phone, Android, PDA e BlackBerry. Il tutto GRATIS fino al 15 novembre. Oltre a questo sono presenti sconti su altri pacchetti dello stesso sviluppatore sempre inerenti all’ambito video. MacXDVD.com

Convertitore video per iPhone gratuito per 15 giorni

Giveaway - iPhone video converterVolete trasferire e convertire i vostri file audio ed i vostri filmati preferiti sul Vostro iPhone ? iSkysoft ha da tempo realizzato iPhone Video Converter, un convertitore che da Mac o da PC permette di portare i contenuti audio e video sul nostro dispositivo mobile. Lo volete fare gratis ? iSkysoft ha deciso di regalare il suo software, che normalmene costerebbe 29$, per due settimane (ad oggi avete ancora 12 giorni ed una manciata di ore di tempo per approfittarne). I formati video che il software può generare sono mp4 e m4v. Questo vi permette di conoscere l’applicazione e prendere confidenza con essa. Se siete soddisfatti esiste una versione denominata iMedia Converter, che oltre all’iPhone supporta iPad, iPod e Apple TV, ed è in grado si sfruttare come sorgenti anche DVD, IFO e DVD Folders e generare file anche in formato WMV, AVI, FLV, MOV e MKV; il suo costo è di 49$. Se siete interessati ai soli DVD, IFO e DVD Folders esiste invece DVD to iPhone Converter al costo di soli 22$. La versione gratuita non da diritto a futuri aggiornamenti ed al supporto tecnico.

Continua a leggere Convertitore video per iPhone gratuito per 15 giorni

Encoding certifica la supremazia del codec H.264

videoencodingchart.jpgLa battaglia tra Apple e Adobe si è fatta serrata e le due società “non se le sono mandate a dire”. Interessante l’analisi effettuata da Encoding.com, società specializzata nella codifica di contenuti video, per quanto riguarda i video realizzati per i propri clienti, tra cui figurano nomi del calibro di MTV Networks, Nokia, MySpace e Red Bull. Encoding ha analizzato la diffusione dei formati Flash, Flv, H.264 e Ogg Theora, proprio uno degli argomenti che Steve Jobs ha portato per sostenere la scelta di non supportare la tecnologia Adobe su iPhone OS. Secondo i dati, riportati nel grafico a lato, Steve Jobs ha fatto centro. H.264 è diventato il codec più utilizzato, crescendo in un anno dal 31% al 64% dei video online. Nello stesso periodo i due formati FLV e VP6, che rappresentano la presenza online di Flash, sono scesi complessivamente dal 69% al 26%. Il formato Ogg Theora passa da 0 al 4%. Un grosso contributo a questo risultato è stato determinato dalla scelta di YouTube di supportare via HTML5 il codec H.264. YouTube rappresenta da solo il 40% dei video presenti online. Analizzando questi dati e conoscendo la volontà della maggior parte dei soggetti coinvolti di voler essere presenti sulla piattaforma iPhone OS, oseremmo dire che la battaglia è già finita.

Continua a leggere Encoding certifica la supremazia del codec H.264