Batterie agli ioni di alluminio

Batterie agli ioni di alluminio

Grandi notizie nel campo delle batterie ricaricabili dall’Australia, più precisamente dall’Università del Queensland. I ricercatori hanno annunciato di essere entrati nella fase di sviluppo dei prototipi commerciali di una batteria agli ioni di alluminio con un’alta velocità di ricarica e con una durata fino a tre volte superiore rispetto a quelle agli ioni di litio

La ricerca puntava a sviluppare una tecnologia di accumulo che potesse sostituire le tradizionali batterie a ioni di litio, migliorandone le prestazioni e la sostenibilità. Il lavoro si è incentrato sulla tecnologia basata su ioni di alluminio, soluzione a basso costo, bassa infiammabilità, ma fino ad ora considerata immatura.

Le dichiarazioni di Alan Rowan, direttore dell’Istituto australiano di bioingegneria e nanotecnologia presso l’Università del Queensland: “Dopo diversi anni di ricerca dedicata al miglioramento della batteria ioni di alluminio, siamo entusiasti di essere nella fase di sviluppo di prototipi commerciali”. 

In foto, da sinistra, vedete Craig Nicol, Timothy Scheiwe, Ashok Nanjundan e Xiaodan Huang, facenti parte del team di ricerca presso GMG e AIBN.

I ricercatori del team GMG

I risultati raggiunti in laboratorio sono stati condivisi con l’australiana Graphene Manufacturing Group (GMG), che ha realizzato i primi prototipi di batteria a bottone, confermando le entusiasmanti prestazioni della nuova batteria ioni di alluminio. Queste batteria vantano una densità di potenza di circa 7.000 W/kg, contro valori compresi tra i 250 e i 700 W/kg delle attuali batterie a ioni di litio.

Molto interessante la densità di energia (ovvero la quantità di energia che la batteria riesce a immagazzinare), pari a 150-160 Wh/kg. Nonostante il valore sia solo il 60% circa di quello delle batterie a ioni di litio oggi in commercio, grazie ad un altissimo tasso di ricarica riesce in parte a sopperire alla capacità mancante. Per fare un esempio, un telefono cellulare dotato di batteria ioni di alluminio potrebbe caricarsi completamente in appena 1-5 minuti. 

Questa tecnologia offre poi un ciclo di vita molto longevo: dopo 2.000 cicli di carica e scarica completi le batteria non hanno mostrato nessun deterioramento nelle prestazioni.

Per approfondimenti puoi leggere i dati pubblicati da GMG.

Leggi latri articoli di Nonsolomac sulle nuove tecnologie.


Seguici sui social e sul nostro canale YouTube:


Offerta speciale

Le offerte del giorno di Amazon.it

Seguendo i link sponsorizzati Amazon, tu non spenderai un centesimo in più, mentre noi riceveremo una piccola commissione, che investiremo nel mantenimento e nella crescita del sito.


Gli ultimi articoli di Nonsolomac:


Aiutaci a far conoscere sempre più Nonsolomac, condividi questo articolo sui tuoi social preferiti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *