Fibra ottica

La rete del futuro, toccati i 44,2 TB/s su fibra ottica

I ricercatori della Monash University di Melbourne guidati da Bill Corcoran, hanno diffuso i dati di una sperimentazione che è stata pubblicata su Nature Communications, che ha permesso di far viaggiare i dati su fibra ottica a 44,2 terabit al secondo.

Si tratta della connessione internet più veloce al mondo, in grado di scaricare mille film in alta definizione in una frazione di secondo, e per giunta sfruttando le infrastrutture esistenti.

I ricercatori sono arrivati a questo risultato grazie ad un chip ottico costruito in Australia, modificando la modalità in cui si generano le frequenze di luce per trasportare i bit lungo i cavi.

Questo metodo sostituisce 80 laser con un singolo dispositivo, un chip ottico noto come micro-pettine, più piccolo e leggero dell’hardware che si utilizza per la comunicazione su Internet.

Ciò che il nostro studio dimostra è la capacità delle fibre già sul campo di essere la spina dorsale di reti di comunicazione ora e in futuro. Abbiamo sviluppato qualcosa che è modulabile sui futuri bisogni“.

Per provare questi chip ottici, i ricercatori hanno installato 76,6 chilometri di fibre ottiche tra il campus della RMIT university e quello della Monash, riuscendo a mandare il massimo dei dati da ogni canale e simulando così un uso di picco, con una larghezza di banda di 4 terahertz.

Gli sviluppi futuri puntano a creare una rete di chip fotonici integrati, sfruttando i collegamenti delle attuali fibre ottiche, con costi minimi.


Leggi tutti gli articoli di Nonsolomac sul tema connettività.


Seguici sui social e sul nostro canale YouTube

Sostienici con i tuoi acquisti, metti tra i tuoi preferiti il link ad Amazon. Tu non spenderai un centesimo in più, noi riceveremo una piccola commissione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *