EOS M – Approfondita prova della prima mirrorless Canon

Canon EOS M - Corpo macchina biancoCanon è entrata per ultima nel settore delle fotocamere mirrorless (senza speccio) ad ottica intercambiabile, la curiosità è tanta e la speranza è che l’attesa sia valsa per avere sul mercato un primo prodotto di grande livello. Vi segnaliamo un’approfondita recensione della EOS M, completa di video e immagini RAW campione da scaricare,  che sottolinea una grande qualità fotografica, ma evidenzia anche ampi margini di miglioramento. Le critiche vanno in particolare all’autofocus,ritenuto un pò lento ma probabilmente ottimizzabile con un aggiornamento firmware, all’assenza di uno schermo orientabile e di un mirino ottico. Il mercato offre le Sony della serie NEX, come la NEX-6, che allo stesso prezzo offre anche il Wi-Fi integrato, un mirino OLED, uno schermo orientabile ed un flash integrato. Le conclusioni sono che la EOS M verrà apprezzata da chi ha un parco ottiche Canon, sfruttabili grazie all’eccellente adattatore che mantiene tutte le funzioni attive, mentre chi parte da zero ha motivi validi per preferire un altro prodotto come la Sony sopra menzionata o la più economica ma ottima NEX-5N. Leggi tutta la dettagliata recensione su Dday.

15 commenti su “EOS M – Approfondita prova della prima mirrorless Canon”

  1. Io sono un fortunato e contentissimo possessore di una Mirrorless Olympus la OMD EM5 che ha però un mirino elettronico favoloso che non fa rimpiangere per niente il pentaprisma delle reflex. Non capisco perché ci si ostini a fare mirrorless senza mirino ottico, dimensioni a parte, provate a fotografare in piena estate col sole alle spalle!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *