La rivoluzione Lytro Light Field Camera sarà disponibile da gennaio 2012 (aggiornato)

Lytro - La prima Light Field CameraUn nuovo gadget, oppure un passaggio epocale per la fotografia in generale ? Con le dovute cautele, siamo propensi a credere a questa seconda ipotesi, perchè la prima Light Field camera sarà presto, prestissimo, una realtà, e cambierà la fotografia dalle sue fondamenta. La Lytro permette di scattare una fotografia senza preoccuparsi della messa a fuoco, che potrà essere liberamente impostata in un momento successivo allo scatto. Obbligatorio un approfondimento …

La fotocamera ha una forma del tutto inusuale, presentandosi come un piccolo parallelepipedo. Ha un corpo in alluminio anodizzato e monta un obiettivo con zoom ottico 8x, equivalente (nel formato 35mm) ad uno zoom 35 – 280 mm. La massima apertura è f/2.0 su tutta l’escursione focale. Per quanto riguarda il sensore non si parla più di megapixel, ma megaraggi. Lytro lo definisce infatti “11 megaray sensor”, questo perchè la tecnica alla base delle Light Field Camera cattura i raggi di luce che si sprigionano da ciò che viene inquadrato memorizzandone anche la direzione.

In pratica è “Sempre buona la prima”.

Il traguardo raggiunto da questa startup californiana è grandioso, riuscendo dove tutti gli altri avevano fallito. Il termine italiano è fotografia “Plenottica” ed è una tecnologia che a livello teorico esiste da molto tempo. Nel 1992 un ricercatore dle MIT (Massachusetts Institute of Technology) realizzò anche un prototipo che però non arrivò mai sul mercato.

Una fotocamera plenottica è in grado di registrare la luminosità, l’intensità, ma soprattutto la direzione di ogni singolo raggio di luce al momento dello scatto. Il vantaggio è di non doversi preoccupare di mettere a fuoco, e neanche badare troppo a tutte le altre impostazioni, perché è possibile occuparsene in un secondo momento. Le informazioni sono tutte memorizzate nell’immagine che può essere modificata a piacimento in fase di post-produzione sul proprio computer.

Un esempio:

Una fotocamera facilissima da usare, dotata di due soli pulsanti, uno per l’accensione e l’altro per lo scatto. Le modifiche del punto di messa a fuoco sono effettuabili direttamente sulla macchina, attraverso lo schermo touchscreen in vetro, oppure dal software in dotazione (al momento disponibile solo per Mac OS X).

Lytro - Light Field Camera - Costruzione

La Lytro Light Field sarà disponibile in due versioni:
– 8GB, circa 350 foto, ad un prezzo di 399$;
– 16GB, circa 700 foto, ad un prezzo di 499$;

Le prenotazioni sono già aperte sul sito del produttore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *