Casaleggio Associati – Nuova analisi sulle mobile application

logo-casaleggio-associati.gifCasaleggio Associati ha pubblicato una nuova versione della propria analisi sul mercato delle applicazioni mobili, incentrata sulle applicazioni per la piattaforma iPhone OS, datata Gennaio 2010 e che non tiene ancora conto dell’ulteriore allargamento del bacino d’utenza dovuto al nuovo iPad che solo questo mese ha iniziato la sua diffusione sul mercato. La base di installato considerata è di 26 milioni di iPhone e 19 milioni di iPod touch, cifre dedotte dall’ultimo bilancio Apple, che però forse sottostimano la crescita considerando i numeri rispettivamente di 50 milioni e 35 milioni comunicati ieri sera da Steve Jobs nel corso della presentazione delle novità del prossimo iPhone OS 4.0. Ciò non toglie valore all’analisi, che rappresenta il più serio ed approfondito strumento di valutazione per aziende e sviluppatori relativamente ad un mercato tutto sommato ancora molto giovane, uno strumento che focalizza molta attenzione anche sul mercato italiano, con un dato che i nostri lettori già avranno in mente e che vede il 78% del traffico internet mobile generato da un prodotto Apple. Facciamo una breve introduzione e vi rimandiamo all’analisi completa …

L’analisi parte da alcuni punti fermi:
– Il 2010 sarà l’anno del sorpasso del mobile internet sul desktop/laptop internet;
– Il principale mercato delle mobile application è quello delle applicazioni per iPhone OS;

La società analizza il potenziale di queste applicazioni e l’opportunità economica per le aziende di entrare in
questo mercato.

Ecco la sintesi delle valutazioni presenti nella ricerca:
–    Il 78% della navigazione web mobile italiana è fatta con
apparecchi Apple;
–    A fine 2009 c’erano 120.000 applicazioni per iPhone OS, per fine 2010 saranno 300.000;
–    Il 2010 vedrà un’ampia diffusione di Android di Google, ma il gap
rispetto ad iPhone in termini di utilizzatori si manterrà elevato
almeno fino al 2011;
–    I download di applicazioni da parte dei 26 milioni di iPhone e dei 19
milioni di iPod Touch variano tra i 100 ed i 150 milioni al mese;
–    Il mercato per gli sviluppatori è quindi stimabile tra i 280 ed i
420 milioni di euro l’anno;
–    In media un’applicazione per iPhone OS viene quindi scaricata in un anno circa 120
volte;
–    Il reddito generato dalla vendita per il produttore è in
media tra 2.300 e 3.500 € l’anno;
–    Il 32% degli ultimi applicativi inseriti nell’App Store è
gratuito;
–    Il prezzo scelto è nel 56% dei casi quello minimo pari a 0,79€;
–    Il prezzo medio delle applicazioni a pagamento inserite a dicembre 2009 è di 2,70 €;
–    Chi ha successo con un’applicazione per iPhone OS transa oltre 8.000 € al
giorno se vende l’applicazione e 3.500 € al giorno se vi fa
pubblicità.

Per ogni approfondimento vi rimandiamo all’analisi disponibile sul sito Casaleggio Associati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *