Connettività

Più Internet e streaming causa Coronavirus

A seguito dei gravi provvedimenti che il nostro paese ha dovuto mettere in atto per contenere l’epidemia di Coronavirus, uno studio commissionato al Consorzio TOP-IX (TOrino Piemonte Internet eXchange) per la Regione Piemonte, il primo di cui si abbia notizia, ha registrato un consistente aumento nell’utilizzo di Internet. I dati riportati da Matteo Marnati, Assessore Regionale ai Servizi Digitali, indicano un 20% di incremento rispetto allo stesso periodo del 2019 e un 50% di incremento in confronto al mese di gennaio (prendendo in considerazione l’intervallo di tempo trascorso da quando è scattata l’emergenza coronavirus fino al 10 marzo).

E’ un momento molto importante per le reti fisse e mobili del nostro paese, che saranno messe sotto grande pressione.

Il sistema per il momento regge, a fronte di questo picco di richieste.

L’incremento generale e quello dell’uso delle piattaforme ricreative indica che una percentuale importante di cittadini ha aderito all’appello di rimanere in casa. Facebook ha fatto registrare un 42% di incremento mentre per altri servizi di intrattenimento la crescita non è stata quantificata.

Adesso che tutto il paese è diventato zona protetta e il diktat #iorestoacasa riguarda tutto il territorio nazionale, i numeri si modificheranno significativamente e la rete dovrà dimostrare una grande maturità per sostenere il grande carico dovuto allo smart Working e allo streaming di contenuti multimediali, in grado di assorbire risorse importanti.

Sarà interessante verificare come si modificheranno i dati in questa e nelle prossime settimane ed avere un resoconto a livello nazionale.

Segnalateci eventuali disservizi o rallentamenti.

Fonte: Punto Informatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *