UE – Opera contro Microsoft

Opera Software ha presentato un reclamo alla Commissione Europea nei confronti di Microsoft che, secondo la società Norvegese sviluppatrice del browser concorrente di Internet Explorer, non permetterebbe una vera interoperabilità tra browser diversi, utilizzando alcuni standard fondamentali del web in modo diverso da come vengono proposti dalle principali associazioni del settore.

La richiesta di Opera Software
alla Commissione Europea è pertanto di obbligare Microsoft a vendere
il suo sistema operativo senza Internet Explorer o di
preistallare anche broswer sviluppati da altri produttori.

La storia non è nuova, Microsoft ha già pagato pesanti multe per gli stessi motivi. La palla adesso passa alla Commissione Europea che, se quando denunciato da Opera risulterà tuttora fondato, non potrà non prendere urgenti provvedimenti.

Internet Explorer è il browser internet più diffuso al mondo, ma la sua popolarità è in fase calante da alcuni anni, forse anche a causa della consapevolezza dei consumatori riguardo a questi comportamenti che di fatto sono lesivi della libertà di scelta del singolo utente. A rosicchiare la quota di mercato del browser Microsoft, sceso dal 90% di quota di mercato del 2004 all’85% del 2005, fino al 78,5% di agosto 2007, è stato principalmente Firefox. Al terzo posto nella classifica dei browser più utilizzati troviamo Apple Safari, anch’esso in forte crescita, grazie alla maggior diffusione raggiunta dalla piattaforma Mac negli ultimi tempi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.