iCloud – Le prime indiscrezioni sul servizio e sui prezzi

iCloud - IconaArrivano le prime indiscrezioni sul nuovo servizio iCloud, che verrà annunciato nel corso del Keynote di apertura della WWDC 2011 il prossimo lunedí 6 giugno. Le riporta il Los Angeles Times, secondo il quale il servizio verrà offerro con un iniziale periodo di prova gratuito, finito il quale occorrerà sottoscrivere un abbonamento annuo di 25$. La ripartizione degli introiti con la quale Apple ha trovato l’accordo con le etichette musicali prevede per queste ultime il 70% dei ricavi, il 12% ai titolari dei relativi diritti d’autore ed il 18% per se stessa, tra guadagno e copertura dei costi di gestione del servizio. Non é chiaro al momento se il costo indicato è riferito al solo streaming musicale o a tutti iservizi iCloud, sui quali regna ancora il mistero. L’attuale servizio di storage online e condivisione (pubblicazione) dei propri contenuti online, MobileMe, ha attualmente un costo annuo di 99$ (79€). Apple prevede di generare introiti anche attraverso la pubblicità veicolata tramite il nuovo servizio. Secondo alcune fonti, iCloud potrebbe avere alcune funzionalità offerte gratuitamente agli utenti Mac che fanno l’upgrade a Mac OS X Lion, mentre l’abbonamento successivo all’iniziale periodo di prova riguarderebbe il solo streaming musicale/multimediale. Queste indiscrezioni contrastano quanto riportato lo scorso martedí da CNet, che indicava una ripartizione divesa degli introiti, con un 30% riservato ad Apple, come già avviene su iTunes Store, il 58% per le etichette ed il 12% per i titolari dei diritti d’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *