L’AGCOM e la tutela del diritto d’autore

Negli ultimi giorni il tam tam mediatico sta stimolando l’attenzione sulla questione della tutela dei diritti d’autore, che dal prossimo 6 luglio vedrà L’AGCOM, nell’ambito del proprio ruolo di Garante per le telecomunicazioni, investita del potere di richiedere ed ottenere l’oscuramento di quei siti, anche residenti su server esteri, che mettano a disposizione contenuti audio e video in violazione alla legge sul diritto d’autore. L’opposizione al provvedimento passa da un appello inviato da associazioni e privati cittadini ai Parlamentari, la richiesta è di bloccare il provvedimento perchè lesivo dei diritti fondamentali del cittadino. Le proteste erano scattate dopo gli interventi di Agorà Digitale, Altroconsumo, Adiconsum, Assonet, Assoprovider e dello Studio Legale Sarzana. Ma cosa prevede il provvediento ? Cerchiamo di capirlo …

In base alle linee guida del provvedimento che l’AGCOM si appresta a varare, nel caso in cui il titolare dei diritti relativi ad un determinato contenuto audiovisivo dovesse riscontrare una violazione del suddetto diritto su un sito, un portale, un blog, potrebbe semplicemente presentare la propria istanza al gestore, ovvero direttamente all’Internet Service Provider, il quale, in caso di fondatezza, sarebbe obbligato a rendere irraggiungibile il sito “colpevole”.  Tutto questo senza passare per il sistema giudiziario, all’insaputa del proprietario del sito e indipendentemente dalla ubicazione fisica del server: il provvedimento si applica anche ai siti gestiti su server stranieri.

Nei giorni scorsi il dibattito si è ulteriormente acceso.
Il 14 giugno è stato infatti presentato presso la Camera dei Deputati il “Libro Bianco su copyright e tutela dei diritti fondamentali sulla rete internet” a firma dell’avvocato Fulvio Sarzana, contenente contributi di Marco Scialdone, Paolo Brini, Luca Nicotra, Marco Pierani, Mauro Vergari, Stefano Quintarelli, Luca Annunziata, Gaia Bottà, Mauro Alovisio, Dino Bortolotto, Giovan Battista Frontera, Giulia Aranguena de la Paz, Centro Studi Informatica Giuridica Torino, Fabrizio Ventriglia.

Nel testo, il tema del diritto d’autore viene affrontato, proprio alla luce della proposta dell’AGCOM, nei suoi molteplici aspetti giuridici, tecnologici, sociali, politici ed economici.

Due Commissari dell’AGCOM, Stefano Martusciello e Stefano Mannoni, hanno risposto al Libro Bianco con una intervista pubblicata il 16 giugno su Milano Finanza, accusando i promotori dell’iniziativa di dar vita a ”tirate di propaganda e disinformazione, nella malcelata speranza di raccogliere facili consensi presso un pubblico della rete pronto a drizzare le orecchie ogniqualvolta si paventino minacce alla propria autonomia”.

In attesa di leggere il provvedimento, la prossima settimana, ci si può informare tramite:
– le linee guida del provvedimento;
– il Libro Bianco su Copiright e tutela dei diritti fondamentali;
intervista ai due commessari AGCOM su Milano Finanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *