Apple e RIM brillano mentre il mercato dei cellulari rallenta

La settimana appena trascorsa ha visto Gartner, società specializzata in ricerche di mercato, ipotizzare per il 2009 una contrazione delle vendite dei telefoni cellulari. I risultati della ricerca effettuata da Gartner arriva subito dopo i cosiddetti "warning" lanciati dal leader di mercato Nokia e da Samsung. Dopo una crescita ininterrrotta durata 8 anni le vendite sembrano quindi destinate a rallentare. Il primo segnale è un rallentamento della crescita già verificatosi nel corso del 2008, con una percentuale di incremento, raffrontando i dati con lo stesso periodo del 2007, scesa dal 16% dei primi tre mesi ad appena il 6% del terzo trimestre. L'incremento sui 12 mesi dovrebbe assestarsi all'8%. Apple e RIM brillano in controtendenza. Ma leggiamo insieme un pò di numeri …

Secondo Gartner si sarebbe bloccato il meccanismo di sostituzione del cellulare con un modello nuovo.

Vediamo i dati del 3° trimestre rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, divisi per area geografica:
– Nord America: crescita del 4,5%.
– Europa occidentale: 43,5 milioni di unità contro i 47,2 milioni dello scorso anno.
– Europa orientale: in calo, pesantemente colpita dalla cirsi
– Asia e Pacifico: calo del 28% con 9,4 milioni di unità
– Mercati emergenti dell'Africa: continua una forte crescita.

Analizziamo come sono andati i principali produttori di telefoni cellulari:
– Nokia mantiene la leadership con 118 milioni di unità vendute e una quota di mercato del 38,2%, ma risente degli effetti del rallentamento;
– Samsung si posiziona al secondo posto, con 53 milioni di unità ed una quota di mercato salita al 17,1%;
– Sony Ericsson sale sul podio al terzo posto, con 24,9 milioni di cellulari ed una quota di mercato dell'8,1%;
– Motorola continua la discesa, con 24,6 milioni di unità vendute ed una quota crollata all'8% del mercato, dal 13% che deteneva nel 2007;
– LG si avvicina molto a Motorola, con una quota di mercato salita dal 7% al 7,8%;
– RIM si posiziona 6°, con la propria gamma di Blackberry. Non abbiamo dati percentuali.
– Apple, con un solo prodotto, arrivato sul mercato in molti paesi nella seconda metà dell'anno, si posiziona al settimo posto con un incremento del 327,5%, su una crescita media del mercato smartphone dell'11,5%.

Proseguiamo l'analisi dei dati restringendola al solo settore degli smartphone, quello interessante per valutare le performance di Apple e quello che dovrebbe garantire ai produttori di continuare la crescita, oppure di contenere il calo, a seconda dei casi.
L'aumento medio, lo abbiamo scritto poco sopra, è stato dell'11,5%.

Nokia detiene il 42,4% di questo mercato
RIM segue al secondo posto con il 15,9%
Apple la tallona da vicino con una quota del 12,9%, proveniendo da poco più del 3% del 2007;
HTC si posizona al quarto posto, molto distante con appena il 4,5, ma un incremento del 25%.

Le variazioni evidenziano:
– Nokia in calo del 3,1%
– Rim in crescita dell'81,7%
– Apple, come già detto, cresce del 327,5%

I dati forniti da Apple sono leggermente diversi, in quanto Cupertino considera venduti tutti i prodotti distribuiti nei canali di vendita, e non quelli effettivamente giunti nelle mani dei consumatori.

Spostando il fuoco dal mercato mondiale degli smartphone a quello Europeo lo scenario cambia ancora:
– Nokia sta al primo posto, ma perde l'8% di quota di mercato
– Apple si posiziona al secondo posto, con il 15,6%
– RIM al terzo posto
– HTC al quarto posto

Gartner ha preso in esame anche i sistemi operativi, e tra i dati spicca il sorpasso di Apple a Windows Mobile, 12,9% contro 11,1%.
La tendenza al calo per il sistema operativo di Microsoft dovrebbe proseguire a causa dell'impatto dei sistemi operativi della concorrenza che stanno costruendo interfacce utente molto più accattivanti. Soffre molto anche Symbian, che per la prima volta scende sotto il 50% tra gli smartphone, con un 49,8% che riflette principalmente il momento di crisi di Nokia.

Gartner comunica anche i dati relativi al nostro paese:
L'iPhone si è comportato molto bene, posizionandosi al quarto posto nelle vendite degli smartphone con il 15% del mercato.
Analizzando l'intero mercato l'iPhone ha quasi raggiunto Motorola e rientra comunque tra i primi cinqe produttori.

Fonti: Key4biz.itMacityilSole24ore

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *