Apple Q3-2010 – Il comunicato stampa in italiano

Apple ha rilasciato il comunicato stampa in italiano relativo ai risultati finanziari del terzo trimestre fiscale 2010 oggetto della conference call svoltasi ieri sera. Eccovi il testo integrale …

 

CUPERTINO, California—20 luglio, 2010—Apple® ha annunciato oggi i risultati del terzo trimestre fiscale 2010, conclusosi il 26 giugno 2010. L’Azienda ha realizzato un fatturato record di 15,7 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 3,25 miliardi di dollari, pari a 3,51 dollari per azione diluita. Lo stesso trimestre dello scorso anno, Apple aveva registrato un fatturato di 9,73 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 1,83 miliardi di dollari, pari a 2,01 dollari per azione diluita. Il margine lordo è stato del 39,1% rispetto al 40,9% registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 52% del fatturato trimestrale.
Apple ha venduto 3,47 milioni di Mac durante il trimestre, dato che rappresenta una nuovo record trimestrale e una crescita in unità del 33% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. L’Azienda ha venduto 8,4 milioni di iPhone durante il trimestre, dato che rappresenta una crescita in unità del 61% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. Apple ha venduto 9,41 milioni di iPod in questo trimestre, che rappresenta una diminuzione in unità del 8% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. L’Azienda ha iniziato a vendere iPad durante il trimestre, con un volume totale delle vendite di 3,27 milioni di unità.
“E’ stato un trimestre fenomenale che ha superato ogni nostra aspettativa, compreso il lancio di prodotto di più grande successo nella storia di Apple con iPhone 4,” ha dichiarato Steve Jobs, CEO di Apple. “iPad è partito meravigliosamente, sempre più gente acquista i Mac e abbiamo in serbo altri fantastici prodotti per quest’anno.”
“Siamo veramente soddisfatti di aver generato oltre 4 miliardi di dollari di liquidità durante il trimestre,” ha dichiarato Peter Oppenheimer, CFO di Apple. “Guardando al quarto trimestre fiscale 2010, ci aspettiamo un fatturato di circa 18 miliardi di dollari e un utile per azione diluita di circa 3,44 dollari”.
Apple fornirà lo streaming live della conference call sui risultati finanziari del terzo trimestre 2010 a partire dalle ore 14:00 PDT del 20 luglio 2010 sul sito www.apple.com/quicktime/qtv/earningsq310/. Il webcast sarà disponibile per la riproduzione per circa due settimane successive.

Questo comunicato stampa contiene delle affermazioni previsionali, incluse senza limitazioni quelle sul fatturato e sull’utile per azione dell’Azienda. Queste affermazioni sono soggette a rischi e incertezze e il risultato effettivo potrebbe essere diverso. Tali rischi e incertezze comprendono senza limitazioni gli effetti che fattori competitivi ed economici, e la reazione a essi da parte dell’Azienda, possono avere sulle decisioni d’acquisto dei prodotti dell’Azienda, sia a livello consumer che a livello business; la continua pressione competitiva nel mercato; la capacità dell’Azienda di essere tempestiva nell’offerta al mercato e nello stimolare la richiesta da parte dei consumatori di nuovi programmi, prodotti e innovazioni tecnologiche di successo; l’effetto che le transizioni di prodotto, i cambiamenti nel prezzo o mix di prodotto e/o gli aumenti dei costi delle componenti potrebbero avere sul margine lordo dell’Azienda; rischi di magazzino associati alla necessità dell’Azienda di ordinare o di impegnarsi a ordinare componenti dei prodotti in anticipo rispetto agli ordini dei consumatori; la disponibilità costante in termini accettabili di determinati componenti e servizi, essenziali al business dell’Azienda, attualmente forniti da fonti uniche o limitate; l’effetto che la dipendenza dell’Azienda dai processi di produzione e servizi di logistica forniti da terze parti potrebbe avere sulla qualità, sulla quantità o sui costi dei prodotti realizzati e dei servizi offerti; la dipendenza dell’Azienda dalla disponibilità di contenuti digitali e applicazioni di terze parti; l’impatto potenziale dell’eventuale scoperta che l’Azienda abbia infranto i diritti di proprietà intellettuale di altri; la dipendenza dell’Azienda dalle prestazioni commerciali dei distributori e altri rivenditori dei prodotti dell’Azienda; l’effetto che problemi di qualità del prodotto o del servizio potrebbero avere sulle vendite e sugli utili operativi dell’Azienda; la dipendenza dell’Azienda da un unico service provider per iPhone® in alcune nazioni; il servizio e la disponibilità continui di dirigenti o dipendenti chiave; conflitti bellici, azioni terroristiche, problemi di salute pubblica e altre circostanze che potrebbero interrompere la fornitura, la consegna o la domanda di prodotti; potenziali controversie legali che potrebbero derivare dai fatti oggetto dell’investigazione svolta dalla commissione speciale del consiglio direttivo e la riformulazione degli statement finanziari consolidati dell’Azienda; e risultati sfavorevoli di altri procedimenti legali.

Ulteriori informazioni relative a potenziali fattori che potrebbero avere un impatto sui risultati finanziari dell’Azienda sono contenute periodicamente in documenti pubblici dell’Azienda depositati presso la SEC (US Securities and Exchange Commission), tra cui il modulo 10-K, come emendato, per l’anno fiscale conclusosi il 26 settembre 2009, il modulo 10-Q per i trimestri chiusi il 26 dicembre 2009 e il 27 marzo 2010, e il modulo 10-Q per il trimestre chiuso il 26 giugno 2010 da depositare presso il SEC. L’Azienda non si assume alcun obbligo di aggiornare qualsiasi informazione o affermazione previsionale, che si intendono riferite alla data in cui vengono fatte.

 

 

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.