Apple senza Expo BOZZA

C'era una volta il MacWorld di Milano … si, molti di voi forse lo
ignoreranno, ma i mac user avevano un appuntamento nazionale
interamente dedicato alla propria mela morsicata. Le manifestazioni
all'insegna del Mac erano molteplici, obiettivamente erano pure troppe
e quindi progressivamente il marketing Apple ha deciso saggiamente di
concentrare le proprie energie soltanto su alcune manifestazioni, senza
disperdere energie e risorse in mille rivoli difficilmente
controllabili. Gli ultimi anni hanno visto due palcoscenici principali,
quello del MacWorld di San Francisco, ad inizio gennaio, e quello di
giugno, con la WWDC (worldwode developers conference), a scandire il
rinnovamento dei prodotti sfornati dai laboratori di Cupertino, ma non
sono mancati eventi speciali slegati da manifestazioni specifiche e
uscite di nuovi prodotti portate a termine con un semplice
aggiornamento degli Store online e un comunicato stampa. Adesso Apple
abbandona il MacWorld di San Francisco, lo avete letto in queste ore, e
le campane suonano a morto anche per l'ultimo Expo, il più grande Expo,
dedicato alla piattaforma Macintosh. Cosa accade in quel di Infinite
Loop, quartier generale di Steve Jobs ? Riflessioni e ipotesi …

Ciao a tutti … avete saputo che quello del prossimo gennaio sarà per Apple l'ultimo Macworld ?
E già da questa edizione non avremo il keynote di Steve Jobs, a salire sul palco sarà Phil Shiller, suo vice.
Pare che per Apple questo non sia più il modo giusto per presentare i propri prodotti.

Beh, presentare i prodotti…..
devi convenire che ultimamente i vari prodotti venivano
sistematicamente scoperti (da vedere se le notizie erano uscite con il
beneplacito dei vertici di Cupertino) con giorni d'anticipo… quindi a
cosa può servire un keynote?

Un evento che calamitava l'attenzione dei media e degli addetti ai lavori.
Un grande palcoscenico per il marchio di Cupertino.
Riflettori di tutto il mondo puntati su San Francisco.
Questo era per Apple il Macworld Expo.

Il keynote ci sarà sempre, magari sotto le vesti di evento o conferenza stampa.
Apple avrà più libertà nella presentazione dei suoi prodotti, non
avendo un appuntamento fisso dove tutti, investitori compresi, si
aspettano sempre il colpo da maestro, e se tanto tanto ne fa uno
sottotono si scatenano gli analisti finanziari a prevedere catastrofi
che, anche se non si verificano, ma per il solo fatto di essere state
nominate, fanno grossi danni in borsa.

Per cui, se questo (il keynote) alla fine venisse riconosciuto come un ramo secco da estirpare

No … il ramo non era secco.
Ma secondo me la presenza stessa di Apple al Macworld non rientra più
nelle strategie aziendali a causa dell'allargamento del suo mercato.
Prima Apple si rivolgeva al 100% ai Mac user.
Oggi non è più così.

Apple Computer Inc. non esiste più.
Apple Inc. forse si sente stretta "relegata" ad un Expo Mac.

Gli stessi motivi che hanno fatto sparire la Firewire dai MacBook
potrebbero aver determinato la decisione di tagliare il MacWorld Expo.

Notizia di oggi la CANCELLAZIONE dell'Apple Expo di Parigi.
Il declino iniziò proprio con Apple che si tirava indietro.
Siamo ad un passo dall'estinzione delle fiere Mac oriented ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *