Final Cut Server – Lancio ufficiale

final-cut-server-box.jpgApple ha annunciato ieri la commercializzazione di Final Cut Server, la nuova potente soluzione software per la gestione degli asset media e per l’automazione del workflow. Final Cut Server, applicazione server scalabile, cataloga automaticamente grandi librerie di materiale e permette la ricerca attraverso molteplici dischi e volumi SAN rendendo possibile la visualizzazione, la correzione e l’approvazione dei contenuti da qualsiasi luogo, utilizzando un PC o un Mac. “Sia che si stia producendo uno spot di 30 secondi, o l’edizione serale delle notizie, o un importante film di animazione, Final Cut Studio rappresenta una scelta obbligata per tutti coloro che si occupano di editing video in tutto il mondo,” ha affermato Rob Schoeben, vice president Applications Product Marketing di Apple. “Con l’introduzione di Final Cut Server, la collaborazione diventa molto più semplice per milioni di professionisti dell’editing, produttori e clienti che lavorano con Final Cut Studio.”


Proseguiamo con le informazioni contenute nel comunicato stampa Apple:

“Negli ultimi mesi abbiamo usato una beta di Final Cut Server per
gestire l’intero flusso di lavoro, tutte le ore del giorno per tutta la
settimana, e ha funzionato magnificamente,” ha affermato Evan
Schechtman, CTO di Radical Media. “L’aspetto migliore di tutti è che
Final Cut Server si integra perfettamente con le nostre soluzioni
sviluppate internamente in modo che, di fatto, aggiunge nuovo valore ai
sistemi su cui ci siamo basati per anni.”

Final Cut Server cataloga automaticamente i contenuti, generando
thumbnail, frame poster e proxi clip a bassa risoluzione per una veloce
navigazione nei formati specifici dell’utente. Un client cross-platform
permette a un PC o a un Mac di utilizzare le capacità di ricerca estesa
di Final Cut Server, che vanno dalle semplici parole chiave a
combinazioni complesse di metadati IPTC, XMP e XML. Final Cut Server
configura inoltre una gamma di controlli di accesso altamente specifici
che definiscono i permessi dell’utente sulla base di un dato asset o
progetto.

Final Cut Server scala per supportare gruppi di lavoro di diverse
dimensioni, che vanno dalla casa di post produzione di due persone alla
struttura di notizie internazionali; puo’ inoltre automatizzare tutto
ciò di cui il flusso della produzione necessita, sia esso enorme o
modesto. Un modello di risposta basato sugli eventi e configurabile
traccia lo stato del lavoro, tiene sotto controllo le variazioni dei
media, e automatizza le notifiche di modifica e approvazione e sequenze
complesse di compiti – il tutto attraverso una serie di semplici menu
di selezione.

Perfettamente integrato con Final Cut Studio per garantire
un’estensione perfetta del flusso di lavoro, Final Cut Server include
Compressor 3, il tool Apple di livello industriale per la codifica e la
compressione digitale, che fornisce compressioni dei format originali
per la pubblicazione su DVD, broadcast televisivi, Internet, Apple TV,
iPod, iPhone e altri cellulari.


Prezzi e Disponibilità

Final Cut Server è immediatamente disponibile attraverso l’Apple Store, i negozi retail Apple e i rivenditori autorizzati
Apple, ad un prezzo Apple Store di 899 € per un server e 10 licenze per
client contemporanei, e di 1.799 € per un server e un numero illimitato
di licenze. La lista completa dei requisiti di sistema e ulteriori
informazioni su Final Cut Server sono reperibili sul sito Apple.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *