Google abbandona la Cina

google-addio-alla-cina.jpgGoogle abbandona la Cina, adesso è ufficiale. La versione cinese del
motore di ricerca, svanita la possibilità di un accordo con le autorità,
rimanda adesso a quello di Hong Kong, privo di censure
. Pechino
potrebbe comunque facilmente bloccare l'accesso a google.com.hk. Per
consentire il monitoraggio della situazione Google ha creato una pagina
dedicata, dove è possibile consultare l'elenco dei servizi di Google
raggiungibili dall'interno dei confini cinesi. La scelta di Google è
avvenuta in conseguenza agli annunci dello scorso mese di gennaio,
quando Google denunciò di aver subito,  insieme ad altre aziende,
attacchi informatici sofisticati, mirati agli account di alcuni
attivisti democratici, e alla sottrazione di proprietà intellettuali,
anche se su questo secondo punto non è mai stata fatta piena luce. Si
tratta dell'unica multinazionale che ha messo in pratica questa drastica
intenzione, in un mercato che tutti ritengono il più profittevole. Per
Google si parla di un bacino di utenza di circa 300 milioni di persone. Tomshw.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.