I segreti della Nvidia GeForce 9400M

macbook-late-2008-graphics-nvidia-jpg.jpgA 24 ore dalla presentazione dei nuovi MacBook e MacBook Pro, Nvidia
presenta ufficialmente la nuova scheda grafica anticipata da Steve
Jobs
. Siamo di fronte ad un passaggio importante ed in parte
inaspettato. Nvidia ha conquistato un cliente importante e prestigioso
come Apple grazie ad una soluzione integrata che, in base ai dati
ufficiali, garantisce prestazioni fino a 5 volte superiori rispetto al
chipset integrato Intel GM45 della piattaforma Centrino 2. Con la nuova
GeForce 9400M, Nvidia è riuscita ad unire il chipset grafico e la GPU
in unico chip
, con un notevole risparmio di ingombro ed una sicura
riduzione dei consumi e dei costi di produzione. Ma scendiamo più nel dettaglio per capire come è fatta, come funziona e come Apple usa questa nuova sheda grafica …

Nela sua presentazione ufficiale Nvidia ha spiegato la portata
dell'innovazione introdotta da questa nuova scheda in maniera molto
semplice.
Fino ad ora la scheda madre di un portatile era costituita da un doppio
chip, uno per il North Bridge che si occupa della comunicazione con
memoria e scheda video, l'altro per il South Bridge, incaricato della
gestione dei canali USB, SATA e delle altre periferiche. I MacBook più
recenti, quelli dotati di piattaforma Centrino, integravano nel North
Bridge la scheda video, riducendo molto le prestazioni grafiche
rispetto alle GPU dedicate disponibili sul mercato. La nuova GeForce
9400M Nvidia integra in un solo chip le funzioni di North Bridge e
South Bridge, a cui si aggiunge una vera GPU.

Il chipset della GeForce 9400M supporta Gigabit Ethernet, 6 canali SATA
da 3Gigabit/s, 12 porte USB 2.0 e banchi di memoria di tipo DDR2 e DDR3.

La GeForce 9400M dispone di 16 core in parallelo, per una potenza di
calcolo di 54 Gigaflop, ma non è ancora tutto.

Questo nuovo prodotto,
realizzato con processo produttivo a 65 nanometri, è conforme alla
tecnologia Hybird SLI, permettendo cioè di essere affiancato da una
scheda grafica esterna, come la GeForce 9600GT presente nei nuovi MacBook Pro, per spingere le prestazioni nel cosiddetto "performance mode". Apple però non ha mai parlato di Hybrid SLI, ed infatti è soltanto possibile passare da una scheda grafica all'altra, ovvero dalla modalità Energy Saver Mode alla Performance Mode, ma non si può sommare la potenza delle due schede, come si era invece capito durante la presentazione di Steve Jobs.

Da una nota sul forum Nvidia si evince che la modalità ibrida Apple verrà implementata soltanto in Mac OS X Leopard 10.5.6 e successivi.

Avviando i MacBook Pro da Windows XP o Windows Vista tramite Boot Camp, il sistema si bloccherà sul Performance Mode, usando soltanto la GeForce 9600M GT, e non può essere modificato per risparmiare il consumo di energia.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *