Intel presenta la piattaforma Centrino 2

Intel ha presentato la nuova piattaforma Centrino 2, nome commerciale di quella che era nota fino ad oggi con il nome in codice Montevina. Le novità sono molte, a cominciare dai processori che appartengono alla famiglia Penryn dual-core e sono realizzati con processo produttivo a 45 nanometri, cosa che comporta un minor consumo energetico, un minor sviluppo di calore, con conseguenti vantaggi per quanto riguarda l'autonomia e le dimensioni inferiori dei componenti necessari al raffreddamento. Vediamo nel dettaglio le novità …

Differenti i modelli previsti, con BUS a 1066MHz efrequenze che vanno
da 2,26GHz a 2,8GHz, cache L2 da 3MB (famiglia 8000) a 6MB (famiglia
9000) e TDP a 25W (con processori serie 8000), contro i 35W della
precedente generazione.

Non mancheranno eccezioni alla "regola" dei 25W, in quanto Intel ha
previsto modelli più performanti, fino ad un modello top quad-core con
44W di TDP, anche se passerà in questo caso in secondo piano il
risparmio energetico, così come il logo Centrino 2, sostituito da Core
2 Extreme Inside, pur condividendo tutto il resto della piattaforma.

A supporto del sistema troviamo l'integrazione di memorie di tipo DDR3,
meno esigenti dal punto di vista energetico nell'ordine del 25% a
parità di frequenza rispetto ai modelli DDR2. Nuova anche la famiglia
di chipset, serie 4, disponibile in differenti declinazioni P45M e
P47M, con o senza chip grafico integrato, anche se per i modelli con
funzionalità video sarà necessario attendere ancora un paio di
settimane. I primi modelli in commercio, dunque, saranno equipaggiati
giocoforza con sistemi discreti ATI o NVIDIA.

Una delle caratteristiche  più interessanti sarà la possibilità di
passare da grafica integrata (quando presente) a quella discreta, con
modalità definite dall'utente e dall'integratore. Si potrà quindi
passare dalla grafica integrata a quella discreta o da boot o senza
riavviare il sistema, stando a quanto dichiarato da Intel in fase di
anteprima per la stampa.

Dal punto di vista della connettività troviamo differenti opzioni, con
moduli della famiglia 5100 e 5300. Dal punto di vista delle
caratteristiche tecniche si passa dal supporto agli standard WiFi
802.11a/b e draft n fino a WiMAX, presente in opzione.

Le novità non finiscono qui, ma rimandiamo alla lettura dell'articolo
che verrà pubblicato nei prossimi giorni per saperne di più. Ricordiamo
che i PC che equipaggeranno la nuova piattaforma saranno riconoscibili
dal logo Centrino 2, Centrino vPro e Core 2 Extreme, di cui parleremo
in seguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *