Con il passare delle settimane le indiscrezioni relative all'iPhone 3G, le sue caratteristiche e i suoi componenti si fanno sempre più fitte. Oggi vi parliamo del chip su cui sarà basato, di elementi estetico/funzionali che lo dovrebbero rendere molto differente dal modello attuale, dei quantitativi e dei tempi di consegna delle prime forniture da parte dei produttori Taiwanesi.


Partiamo da quest'ultimo punto:

Gli ordini.
Apple avrebbe effettuato gli ordini di produzione e la programmazione
prevederebbe 200.000 unità entro la fine di maggio e 500.000 pezzi a
settimana per il mese di giugno. La notizia proviene da The Times
newspaper, fonte ritenuta attendibile, che riferisce di un aspetto
radicalmente differente dal modello attuale.
Tra le possibilità vengono citate una versione con flip, che
permetterebbe di avere uno schermo leggermente più grande, e una
versione con tastiera qwerty regolare a scorrimento.

Il chip
Il chip destinato all'iPhone 3G sarà Infineon, e sarà prodotto da UMC, azineda taiwanese indicata da Digitimes. Si tratta del processore SGOLD3H che supporta le reti 3G, fotocamere fino ad una risoluzione di 5 megapixel, e altro ancora.

Distribuzione
La strategia distributiva potrebbe subire un cambiamento, il nuovo modello iPhone potrebbe essere distribuito attraverso diversi operatori nel corso del prossimo anno. I recenti ribassi di prezzo in Germania e in Inghilterra, probabilmente presto seguiti dalla Francia, sarebbero dovuti ad una giacenza superiore alle aspettative.Gli iPhone venduti in Europa entro la fine di dicembre sono stati 333.000, contro una previsione compresa tra i 500.000  e i 600.000 pezzi.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *