iPhone 3G – Notizie ufficiali e ufficiose dai negozi Vodafone

Abbiamo contattato qualche negozio Tim e Vodafone per tastare la situazione e renderci conto di cosa si sente dire il consumatore che, interessato all'iPhone, entra in negozio per informarsi. I negozi Tim non sanno niente mentre presso i negozi Vodafone abbiamo avuto qualche informazione "ufficiosa"

Non è molto, ma sempre meglio che nulla …

I negozi Vodafone sembrano molto preparati sul prodotto di Cupertino e danno informazioni precise e puntuali, più qualche notizia "ufficiosa" da confermare. E quindi partiamo …

– iPhone 3G 8GB 499€ e iPhone 3G 16GB 569€, e questo lo sappiamo già tutti;
Tutti gli iPhone 3G sono sbloccati;
Prenotazioni aperte, in alcuni casi la cauzione richiesta è di 50€;
– Quando si ritira il telefono si portrà scegliere se prenderlo svincolato da obblighi contrattuali oppure con abbonamento;
– Al momento nessuna informazione ufficiale sugli abbonamenti;
– Ci viene indicato un possibile prezzo di 149€ abbinato ad un abbonamento;
Ufficiosamente si parla di una tariffa da 69€ con 400 minuti e 400 sms inclusi, internet FLAT;
– Non si esclude una offerta di tariffe più vasta per andare incontro alle diverse esigenze;
– Inviando l'IMEI nella connessione dati non si potrà usare come modem, come del resto è stato per l'EDGE;
Vodafone avrebbe ordinato 30.000 apparecchi destinati alla sola toscana; questo ultimo dato ci viene indicato come sollecitazione a prenotarne uno, ma a noi sinceramente non ci sembrano pochi. Se moltiplichiamo 30.000, come se fosse un dato medio, per il numero delle regioni italiane otteniamo un dato obiettivamene troppo elevato per essere quello degli iPhone disponibili per il lancio. Dobbiamo aggiungere i numeri di Tim e quindi la quantità totale salirebbe ancora. Se il dato è veritiero siamo più propensi a pensare che sia la quantità totale del primo ordine, sul quale avranno fatto delle previsioni di vendita per coprire almeno tutta l'estate e forse fino a dicembre.


Due riflessioni sul fatto che non ci sia un blocco operatore.

Dato che gli iPhone si acquistano a prezzi ridotti solo attivando un contratto, all'operatore importa poco se poi il cliente inserisce la Sim di un diverso operatore, l'importante è che debba continuare a pagare la bolletta, come da contratto sottoscritto.

La limitazione più grande
a nostro avviso è l'impossibilità ad usarlo come modem.
Evidentemente questo è il compromesso con il quale Apple ha ottenuto tariffe dati flat.
Quindi dobbiamo considerare che per certi utilizzi avremo comunque bisogno di un secondo apparecchio al fine di collegarci ad internet in mobilità con il nostro Mac.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *