iPhone 3G – Prime impressioni, prime domande, prime risposte (aggiornato x3)

iphone-3g-gallery1.pngDopo il primo weekend passato insieme al nostro iPhone 3G ci siamo fatti un'idea abbastanza precisa dei suoi pregi, tanti, dei suoi difetti o per meglio dire delle sue mancanze, qualcuna importante e qualcuna banale, e di qualche aspetto per il quale un fine settimana non è stato sufficiente. Ecco le nostre prime impressioni e i nostri primi dubbi a cui possiamo cercare insieme di dare risposta …

Vediamo subito alcune indicazioni importanti su ciò che non può essere fatto con l'iPhone 3G:
• La batteria è integrata e non estraibile;
Non sono supportate le funzioni di messaggistica MMS, registrazione video, navigazione WAP ed utilizzo del iPhone come modem per navigare su internet;

• Il terminale non può effettuare videochiamate;

• Il bluetooth integrato nel dispositivo può essere utilizzato esclusivamente per collegamenti con auricolari o cuffie bluetooth (non consente lo scambio file con altri dispositivi);
• Il display multi tocco registra i campi elettrici dei polpastrelli delle dita, non possono quindi essere utilizzati pennini o altri oggetti ;
• Il dispositivo non può essere utilizzato come memoria di archiviazione di massa;
Non si possono eseguire ricerche all'interno della rubrica;

Come vedete Apple ha molto da lavorare per la futura terza generazione del dispositivo, ciò non toglie che l'iPhone 3G sia un dispositivo straordinario e che ci ha tenuti incollati al suo multi-touch screen per tutto il fine settimana, senza fare una telefonata e senza ascoltare un brano musicale. Cosa significa questo ? Che l'iPhone ha veramente tanto da offrire.

La sua vera natura a nostro avviso è quella di internet device, effettivamente, per la prima volta, abbiamo internet in tasca, ovunque ci troviamo a patto di ricevere un qualche segnale Wi-Fi o da network cellulare. La connessione EDGE, limiti dell'operatore permettendo, è veramente rapida e ci ha permesso ore ed ore di navigazione, visualizzazione mappe, download di applicativi da App Store, mail ed test di vario genere.

Abbiamo usato l'iPhone anche tramite la rete generata dal nostro MacBook con la connessione internet tramite bluetooth —> Nokia 6120 classic condivisa a mezzo Airport, navigando in contemporanea dal nostro Mac e dal nostro iPhone. Tutto perfetto nella giornata di sabato e nella mattina di domenica. Nel pomeriggio la connessione EDGE è degradata impedendoci di fatto la navigazione. Da sottolineare che l'iPhone sembra rimanere operativo anche quando il computer ha iniziato ad impuntarsi sui pochi KB che il network faceva passare.

I test condotti sulla navigazione web ci hanno permesso di superare alcune perplessità relative all'effettiva possibilità di sostituire con l'iPhone la navigazione da Mac. Anche le situazioni più critiche, come il log-in su un determinato sito, la compilazione di un modulo con molti menù a tendina, sono state superate egregiamente.

Le uniche limitazioni riguardano i contenuti flash, per i quali sappiamo che Adobe e Apple sono già a lavoro, e le operazioni di salvataggio su disco di intere pagine web o soltanto di immagini, la cattura dello schermo ed altre operazioni del genere che siamo abituati a compiere quando usiamo Safari sul nostro computer. Sull'iPhone non si possono fare. La possibilità di usare l'iPhone come modem rimane quindi un funzionalità importantissima, in mancanza della quale siamo costretti a ripetute sostituzioni Sim con il cellulare che abbiamo usato fino ad oggi.

Una nota sulle applicazioni disponibili su App Store.
Ne abbiamo scaricate molte di quelle gratuite, riscontrando un livello molto vario; ci sono ottime applicazioni, ben realizzate, ma anche programmi che lasciano molto a desiderare dal punto di vista grafico, bottoni mal realizzati che non usano le trasparenze, insomma … layout poco coerenti con l'interfaccia generale dell'iPhone. Crediamo che in questo primo giro di selezioni per entrare su App Store, al fine di fare numero, Apple sia stata un pò di manica larga. Vedremo gli sviluppi futuri, ma soprattutto terremo d'occhio le prestazioni dell'iPhone via via che la memoria incorporata andrà riducendosi progressivamente.

Gli argomenti su cui ancora non ci esprimiamo sono la gestione della posta e della connessione dati. La posta ci è sembrata notevole dal punto di vista dell'usabilità, dobbiamo però approfondire l'aspetto relativo alla sincronizzazione col Mac in base alle varie esigenze dell'utente. La connessione dati tramite rete cellulare vorremmo fosse disattivabile da software, ed in effetti lo è ma si rende necessario cancellare l'apn dell'operatore, ed inoltre vorremmo poter bloccare automaticamente il roaming, aspetto per il quale non abbiamo trovato nessun comando specifico, se non quello relativo al roaming internazionale che è disattivato di default.

Per la cronaca, la navigazione tramite Sim che abbiamo fatto in un giorno e mezzo, esclusivamente sotto copertura EDGE di Tim, ci ha fatto consumare 1,3 MB (inviati) e 19,1 MB (ricevuti), incluso il download di un gioco a pagamento da App Store. Da evidenziare che per diverse ore l'iPhone ha navigato in Wi-Fi sfruttando la rete del MacBook che era connesso al web tramite Nolia 6120, e che pertanto i MB indicati non rappresentano la totalità della banda utilizzata.

A presto per ulteriori approfondimenti.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *