iPhone 3G – Ulteriori test confermano buona ricezione

Lo scorso lunedi Vi abbiamo parlato dei test che hanno smentito i problemi di ricezione di cui veniva accusato l'iPhone 3G. Dopo la loro pubblicazione alcuni possessori degli esemplari che avevano fatto nascere il caso hanno espresso critiche, evidenziando che i risultati non rappresentano la loro esperienza concreta sul campo. A questo punto i test sono stati ripetuti su due di questi esemplari, con un verdetto che ha confermato l'assenza di problemi hardware. Scopri maggiori dettagli …

La giornalista svedese che ha pubblicato i test si chiama Eva Wieselgren, test realizzati da Bluetest, uno studio specializzato nel settore.

Al momento in cui sono state espresse le critiche ai risultati del test, la giornalista ha invitato i possessori di questi esemplari ad inviarli per eseguire nuovamente i test sul loro esemplare. Nonostante l'ampia visibilità dell'articolo le risposte sono state veramente poche, ma alla fine sono stati identificaati due iPhone 3G che avevano evidenziato poche tacche di segnale, o addirittura segnale assente, in zone in cui altri telefoni mobili indicavano una ricezione superiore.

I test, come dicevamo, hanno assolto l'antenna dell'iPhone, registrando valori in linea con quelli di modelli attulmente in commercio da parte di altre aziende.
Gli iPhone dotati dell'ultima versione del firmware, la 2.0.2, hanno mostrato un segnale maggiore come numero di tacche, ma le misurazioni non hanno evidenziato differenze sostanziali.

La giornalisata ha anche evidenziato che in una fase dei test esterna ai laboratori Bluetest, si è verificata la seguente situazione:
– Sony Ericsson P1: segnale 3G pieno
– Primo iPhone 3G:  bassa ricezione
– Secondo iPhone 3G: connesso alla rete EDGE

Nonostante queste indicazioni, il caricamento di una pagina web è stato più rapido sull'iPhone G3 con evidenziato EDGE sul display, nello specifico ha impiegato 32" contro i 46" del Sony Ericsson con indicato segnale pieno.

Le conclusioni non sono facili da trarre, in quanto sono coinvolti molti fattori, ma gli esemplari analizzati non hanno mostrato nessun problema.
Sicuramente gli utenti devono tener presente che l'analisi del segnale basata sulle tacche mostrate sul display è un metodo di misurazione poco affidabile.

Se vuoi approfondire ecco l'articolo in inglese che ha pubblicato in proposito AppleInsider.

Noi di Nonsolomac abbiamo avuto esperienze simili, come già abbiamo avuto occasione di scrivere.
Non abbiamo dati dettagliati da fornirvi, ma l'iPhone 3G con 1 sola tacca di segnale ci ha permesso di parlare e navigare in internet senza nessun problema, cosa raramente riscontrata con altri apparecchi. Anche l'esperiena con il segnale EDGE della Tim è stata sorprendente per la velocità riscontrata.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *