iSlate – Un documento svela le specifiche tecniche ?

apple-islate-thumbnail.pngEmergono nuove indiscrezioni sul tablet che Apple dovrebbe presentare il prossimo 26 o 27 gennaio. Le informazioni derivano da due immagini diffuse da Phone Arena relative ad un documento interno Apple che mostrerebbe le caratteristiche dettagliate del nuovo prodotto. L'iSlate, questo come saprete il probabile nome del dispositivo, avrebbe uno schermo multi-touch da 7.1" con intelligent feedback, sarebbe basato su un processore Intel Core 2 Duo da 2.26GHz ed avrebbe 2GB di ram a 1066MHz DDR3, 120GB di HD, connettività USB 2.0, Wi-Fi e Bluetooth, e avrebbe un piccolo videoproiettore integrato. A pilotarlo sarebbe una versione con interfaccia touch di Mac OS X definita Clouded Leopard 10.7. Cosa ne pensate ? Secondo noi si tratta certamente di un fake, un falso, come se ne vedono tanti all'approssimarsi di una presentazione Apple, ma come potremmo non provare ad immaginare insieme ai nostri lettori il futuro prodotto made in Cupertino ?. Proseguite per vedere le due immagini e per altri commenti …

apple-islate_1.jpg
apple-islate_2.jpg

I nostri commenti ad alcune delle specifiche che vedete nelle immagini sopra:
– Corpo "unibody", credibile
– Processore Core 2 Duo da 2.26GHz, troppo potente e troppo assetato di energia
– 2GB di Ram con supporto fino ad 8, eccessivo
– Proiettore integrato, possibile ma poco credibile
– Gigabit Ethernet, non credibile per il tipo di dispositivo

La descrizione evidenzia un MacBook con schermo più piccolo e maggiore portabilità, lo definiremmo forse un piccolo MacBook Air. Molti utenti chiedono soltanto questo, ma crediamo che l'iSlate, se esiste e se effettivamente è prossimo alla presentazione, sarà qualcosa di molto diverso, più simile ad un iPhone di grande formato.

Anche le tempistiche circolate non ci convincono.
Una presentazione a fine gennaio ed una commercializzaizone a marzo non sono possibili, non ci sarebbe il tempo per lanciarlo con un parco applicazioni adeguate al nuovo schermo sufficientemente vasto.

Apple difficilmente crea qualcosa che già esiste in commercio, siamo convinti che anche questa volta Steve Jobs saprà stupirci.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *