La migrazione utente ai tempi del MacBook late 2008

Torniamo sull'eliminazione della porta Firewire nei nuovi MacBook late 2008 e ad uno dei suoi impieghi più interessanti, quello fatto da Assistente Migrazione nella fase di primo avvio e configurazione di ogni Mac, operazione eseguibile comunque in qualunque momento richiamando l'apposita utility. La migrazione è stata concepita da Apple sfruttando il cosiddetto "Target Mode", quella modalità che gli utenti Mac di lunga data conoscono molto bene e che più di una volta gli ha tolti da qualche impiccio. Si tratta in poche parole di collegare due Mac tramite il cavo Firewire e montare il disco interno di un Mac sul desktop dell'altro come se fosse un qualsiasi disco esterno. Bene nei nuovi Mac privi di Firewire il Target Mode ovviamente non esiste più, ma Apple ha modificato già da tempo l'utility in dotazione alle proprie macchine affinchè sfrutti la porta Ethernet o la connessione wireless. Scopriamo maggiori dettagli …

I Prodotti interessati dalla migrazione utente di rete non sono solo i nuovi MacBook late 2008, ma anche tutti i MacBook Air, i MacBook Pro da 17" di inizio 2008 e i MacBook inizio 2008, quindi non solo i Mac privi di porta Firewire.

Migrazione in rete
Per la migrazione in rete, una connessione Ethernet cablata è l'opzione più veloce. Per ottenere la migliore esperienza, assicurarsi di connettere i computer di origine e di destinazione alla rete cablata prima di iniziare il processo di migrazione.


Migrazione wireless

Se non si dispone di un cavo Ethernet o di una rete cablata, si può
usare la migrazione wireless. Per la migrazione wireless, accertarsi di
utilizzare la migliore connessione wireless disponibile. Prima di
cominciare, usare la barra di misurazione Livello segnale nell'angolo a
destra dello schermo per trovare la posizione del segnale più forte sul
computer di origine. Si può, inoltre, desiderare di eliminare
potenziali fonti di interferenza. La migliore esperienza di migrazione
wireless si otterrà su una rete 802.11n.


Inizio della migrazione

Quando si avvia il computer e si seleziona Da un altro Mac sullo
schermo "Possiedi già un Mac?", apparirà la richiesta di scegliere un
metodo di migrazione negli schermi seguenti. Seguire le istruzioni
sullo schermo per impostare diversi metodi di migrazione.

Per usare la migrazione in rete sarà necessario installare il software
Condivisione configurazione (su DVD o CD) trovato sul DVD1 sul computer
di origine per attivare la connessione. Se si sceglie di evitare la migrazione immediata di applicazioni e
dati, si potrà sempre eseguirla in un secondo momento con la procedura
guidata di migrazione, che si trova in Applicazioni/Utility.

Evitare di far entrare il computer in modalità Stop mentre si cerca di eseguire la migrazione.

Per impedire al computer di origine di entrare in modalità Stop durante la migrazione:
– andare a Preferenze di Sistema sul computer di origine.
– fare clic su Risparmio Energia, quindi selezionare Personalizza nel menu a discesa Ottimizzazione.
– regolare il cursore scorrevole su "Metti il computer in Stop quando è inattivo per…" su Mai.

Fonte: Apple Support.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *