Le mancanze dell'iPhone (aggiornato)

Affrontiamo con spirito costruttivo le mancanze che abbiamo riscontrato e che riscontriamo nell'iPhone durante l'uso quotidiano, sperando che lassù … o laggiu, insomma a Cupertino, qualcuno ci ascolti o qualcuno riporti le nostre richieste. Diciamo subito che non leggerete lamentele per l'assenza degli MMS, che poi volendo ci sono pure loro, o altre presunte "mancanze" legate alla chiusura della piattaforma iPhone e ai paletti stabiliti da Apple. A noi l'iPhone piace così, purchè sia un prodotto robusto, efficente, affidabile e produttivo, dato che le sue potenzialità business sono enormi e non ancora del tutto comprese dal mercato. Cominciamo pure …

Le mancanze dell'iPhone si dividono in grandi e piccole.


Quelle grandi sono note più o meno a tutti:

– Un flash player che si rispetti, che è in avanzata fase di sviluppo da parte di Adobe;
– Il copia – incolla, che inspiegabilmente Apple non ritiene elemento portante del suo dispositivo;
– La possibilità di usarlo come modem, NetShare è stata ritirata e al momento non ci sono alternative.

Quelle piccole, qualcuno potrebbe dire banali, sono cose che fanno la differenza nell'uso quotidiano.

Piccole funzioni o piccoli accorgimenti che migliorerebbero la fruibilità e sveltirebbero certe operazioni. Ecco il nostro elenco, al momento piuttosto breve, ma che aggiorneremo nel corso del tempo, anche grazie alle segnalazioni che verrano dai nostri lettori:

Calendario – I colori dei calendari
Questo software modifica i colori dei calendari che abbiamo assegnati in iCal, non c'è motivo alcuno di farlo.

Calendario – Accesso alle schede dei contatti
Dal calendario non si può associare un contatto ad un appuntamento.
Questo significa che quando l'iPhone ci segnala un evento, un impegno che richiede una nostra telefonata o una nostra eMail, potremmo fare l'operazione con un semplice tocco. Al momento occorre uscire dal Calendario, aprire la finestra contatti e cercare quello che ci interessa. La cosa curiosa è che questa versione manca anche in iCal, ma era invece presente nel glorioso Claris Organizer, poi diventato Palm Desktop, ovvero l'applicazione che prima di iCal veniva installata di serie sui Mac.

Note – Le date
Magnifica, semplice, essenziale … forse l'applicazione che più usiamo nel corso della giornata.
Appunti presi mentre siamo al telefono, un ordine annotato mentre siamo al supermercato a comprare il pane, un'idea che ci passa per la mente e che vogliamo fermare "su carta" per successive elaborazioni. Note ha secondo noi un probema che vi spieghiamo subito: ogni volta che create una nuova nota ad essa viene assegnata la data e l'ora corrente, che rimangono associate alla nota e mostrate nella parte alta della schermata. In realtà quella è la data e l'ora di modifica, pertanto se fate una modifica o un'aggiunta alla nota perderete i riferimenti di creazione e, nella vista a elenco, la cronologia delle note. Vorremmo quindi la doppia data creazione / modifica e la possibilità di ordinare le note in base a ciascuna di esse, e magari anche in base al titolo. Aggiungiamo che ci piacerebbe che il titolo potesse essere differente da quanto scritto nella prima riga della nota.

Fine Chiamata (ringraziamo Marcello per la segnalazione)
Quando terminiamo una chiamata l'iPhone torna autonaticamente in standby e risvegliandolo torna alla schermata delle chiamate. Crediamo che queste due situazioni debbano essere impostate in base alle esigenze dell'utente dato che spesso a fine chiamata dobbiamo ancora lavorare con il dispositivo per prendere un appunto, aggiungere un contatto, e alcuni utenti preferiscono al risveglio trovare sempre la Home. Auspichiamo quindi due impostazioni come segue:
– Standby a fine chiamata: SI / NO
– Al risveglio: Home / Ultima schermata

Al momento ci fermiamo qui, ma siamo certi cche l'elenco crescerà col tempo, o magari si accorcerà … non si sa mai !

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *