Noi puntiamo fortemente sull'uscita dell'iPhone 3G in Italia per la fine di giugno, ma alcune considerazioni ci fanno temere che l'attesa per i tanti utenti italiani non sia ancora vicina al termine. Cosa ci induce a pensare che potremmo arrivare fino alla fine dell'estate e quindi al mese di settembre ? Tim e le sue abitudini commerciali, appena rinnovate nella convention di Madrid.

Si è appena svolta la convention TIM di Madrid, dove l'operatore nazionale ha presentato le nuove offerte per i prossimi mesi ed ha ricevuto dai dealer ordini per 3,1 milioni tra telefoni cellulari e chiavette internet. Per dare qualche elemento in più di valutazione considerate che al 31 marzo 2008 i clienti TIM che usano il cosiddetto broadband mobile erano 1,4 milioni e che il 60% degli oltre 3 milioni di terminali ordinati a Madrid è di tipologia UMTS / HSDPA.

Che spazio è rimasto per una imminente presentazione dell'iPhone 3G ?
Come si collocherebbe questo prodotto nella gamma TIM dal momento che i dealer si sono appena impegnati negli ordini relativi ai prossimi mesi estivi ?

E' credibile che i dealer abbiano limitato gli ordinativi in attesa della presentazione di un prodotto di cui non si sa ufficialmente nulla, a cominciare dalla data in cui sarà reso disponibile ?

La nostra convinzione su una presentazione a giugno, rafforzata dalle comunicazioni di AT&T ai dipendenti sulla sospensione delle ferie a causa del lancio di un prodotto innovativo, si scontrano con queste considerazioni relative all'ex monopolista italiano e potremmo ancora una volta vedere l'uscita di un prodotto Apple a macchia di Leopardo.

Ci sono i presupposti affinchè l'iPhone sovverta modalità e tempistiche ormai radicate nel settore telefonico ?
In pratica può sostenere una presentazione extra convention ? I dealer saranno in grado di impegnarsi anche su questo fronte ?

Ovviamente non ci sono certezze, le nostre considerazioni attendono anzi i vostri commenti, nella speranza di avere conferme o smentite dagli addetti ai lavori, ovvero i dealer stessi o gli esperti del settore.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *