Mac OS X 10.6 sotto i riflettori

mac-os-x-snowleopard.jpgDopo il keynote di Steve Jobs Apple ha mostrato un video per spiegare particolarità, e caratteristiche della prossima versione di Mac OS X 10.6, nome in codice Snow Leopard. Steve ha dichiarato che con questa versione viene messa in pausa l'introduzione di nuove funzionalità, al fine di privilegiare potenza, ottimizzazione, ingombro, sfruttamento migliore dell'hardware, con grande aprezzamento da parte di tutti gli sviluppatori presenti. Vediamo più in dettaglio quali sono questi miglioramenti relativi ad entrambe le versioni Client e Server …

Direttamente dal comunicato stampa Apple …

Piuttosto che essere focalizzato principalmente sulle nuove funzionalità, Snow Leopard migliorerà le prestazioni di OS X, porrà nuovi standard di qualità e getterà le basi per le future innovazioni di OS X. Snow Leopard è ottimizzato per processori multi-core, attinge all’immensa potenza di calcolo delle GPU (graphic processing units), permette una rivoluzionaria quantità di RAM ed è caratterizzato da una nuova e moderna piattaforma media con QuickTime® X. Snow Leopard include supporto nativo per Microsoft Exchange 2007 e il suo rilascio è previsto fra circa un anno.

Abbiamo rilasciato oltre un migliaio di nuove funzionalità in OS X nel corso di appena sette anni e Snow Leopard getta le basi per altre migliaia,” ha affermato Bertrand Serlet, senior vice president Software Engineering di Apple. “Nel nostro continuo impegno a fornire la migliore esperienza utente, schiacciamo il tasto ‘pausa’ sulle nuove funzionalità per concentrarci sul perfezionamento del sistema operativo più avanzato al mondo.”

Snow Leopard fornisce un supporto senza confronti per i processori multi-core grazie ad una nuova tecnologia che ha nome in codice “Grand Central,” e rende facile per gli sviluppatori la creazione di programmi che sfruttino la potenza dei Mac multi-core. Snow Leopard estende ulteriormente il supporto per l’hardware moderno con Open Computing Language (OpenCL), che permette a qualsiasi applicazione di attingere agli ampi gigaflop di potenza di calcolo delle GPU che era in precedenza disponibile solo per gli applicativi grafici. OpenCL si basa sul linguaggio di programmazione C ed è stato proposto come uno standard aperto. Estendendo il ruolo leader di OS X nella tecnologia 64-bit, Snow Leopard eleva i limiti del software relativi alla memoria di sistema fino a un 16TB di RAM teorico.

Utilizzando la tecnologia media utilizzata per la prima volta in OS X iPhone™, Snow Leopard introduce QuickTime X, che ottimizza il supporto per i moderni formati audio e video, risultando in una riproduzione media estremamente efficiente. Snow Leopard include inoltre Safari® con l’implementazione più veloce di sempre di JavaScript, aumentandone le prestazioni del 53 percento e rendendo le applicazioni Web 2.0 più reattive.*

Per la prima volta, OS X include il supporto nativo per Microsoft Exchange 2007 nelle applicazioni OS X come Mail, iCal® e Rubrica, rendendo ancora più semplice l’integrazione dei Mac nelle aziende di qualsiasi dimensione.

*Le prestazioni varieranno a seconda della configurazione del sistema, della connessione di rete e di altri fattori. Il benchmark si basa sul test di prestazioni SunSpider JavaScript eseguito su un computer iMac® 2.8 GHz Intel Core 2 Duo con installato Mac OS X Snow Leopard, con 2GB of RAM.

 


<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *