Nuove regole per cambiare operatore di telefonia fissa

L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, attraverso la Commissione Infrastrutture e Reti presieduta da Corrado Calabrò, ha presentato la delibera con cui viene avviata la revisione delle procedure per il trasferimento delle utenze tra diversi operatori di telefonia fissa. Lo scopo è quello di semplificare l'iter e ridurre i tempi, nell'interesse degli utenti. Vediamo di cosa si tratta …

I tempi di migrazione dovranno scendere dagli attuali 20 giorni a:
– 10 giorni a partire dal prossimo 1° novembre
– 5 giorni a partire dal 1° marzo 2010

Gli operatori che attiveranno utenze senza il consenso dei clienti dovranno ripristinare la situazione iniziale a proprie spese.

Dal 1° marzo 2010 gli utenti avranno un codice personale per richiedere il cambio operatore.
Le modalità verranno stabilite entro il prossimo 30 settembre.

Contemporaneamente verranno analizzate le cause che impediscono il buon fine dei processi di attivazione e migrazione delle
linee in unbundling e bitstream.

Sono tutte condizioni essenziali per progredire nel campo della concorrenza sul
mercato della telefonia fissa italiana. La speranza è che si sia giunti ad una svolta e che gli utenti possano realmente passare rapidamente da un operatore all'altro senza preoccupazioni, costi e i disservizi che in passato hanno caratterizzato molte delle novità portate dalla liberalizzazione del mercato.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *