Come saprete i dischi a stato solido (SSD) sono accreditati di un alto indice di affidabilità per il fatto di non avere parti meccaniche in movimento, o almeno questo è quello che ci è stato detto fino ad ora. Avi Cohen di Avian Securities ci descrive però uno scenario diverso, basato su notizie provenienti da un grande produttore di notebook. Secondo tale fonte una percentuale tra il 20% ed il 30% dei notebook basati su memoria flash consegnati tornano indietro a causa di problemi tecnici ai dischi e performance non all'altezza delle aspettative. In particolare l'incidenza dei problemi agli SSD sarebbe tra il 10% e il 20% contro un dato dell'1% / 2% dei dischi tradizionali. Leggi tutto l'articolo (in inglese) pubblicato da Crust.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *