Tutti i processori dentro il nuovo iPhone

Con la presentazione della versione 3.0 del software dell'iPhone sono partite le indiscrezioni e i rumors sul nuovo modello, che la maggior parte degli osservatori e degli utenti si attendono per il mese di giugno, trovando Apple pronta al terzo appuntamento annuale. I tempi sembrano maturi, la concorrenza incalza e la tecnologia fa passi avanti importanti che Cupertino non può ignorare. ARM ad esempio, sta per presentare due nuovi processori denominati Mali 200 e Mali 400, capaci di portare sugli smartphone una grafica a livello console, dal canto suo Intel lancerà in Aprile nuovi processori Atom, uno dei quali, lo Z515, sembrerebbe per il binomio potenza/consumi particolarmente indicato a dispositivi Mobile Internet Device. A questo si aggiunge la notizia diffusa da Macrumors, secondo la quale Apple potrebbe adottare il processore Marvell PXA168, che con una velocità di 1GHz porterebbe la velocità di un portatile dentro uno smartphone, e non dimentichiamoci di PA Semi, società acquistata da Apple lo scorso anno e specializzata in processori a basso consumo basati su tecnologie ARM, ma andiamo con ordine …

Partiamo dai processori ARM …

… basandoci su quanto diffuso da Electronista e da ARM stessa.
I processori sono pensati per console mobili con prestazioni elevate, e verranno forniti a 27 case produttrici di questo genere di dispositivi. Non è stato svelato nessun nome, ma è facile ipotizzare Apple come azienda interessata.
Vediamoli in dettagli …

Mali 200 avrà:
– pieno supporto all’Open GL ES 2.0;
– 16 milioni di triangoli per secondo (circa 533.000 per fotogramma);
– supporto per Flash
– supporto per il linguaggio Java più avanzato

Mali 400 avrà:
– supporto sino a quattro core per CPU;
– supporto per video in full HD (1080p);
– supporto grafica 3D avanzata;

La potenza di questi processori è sorprendentemente superore a quelli delle precedenti generazioni.
ARM ha presentata anche il software Mali-JSR297,  studiato per consentire agli sviluppatori Java di sfruttare a fondo le GPU mobili basate sullo standard OpenGL ES 2.0. Mali-JSR297 è un middleware che implementa le interfacce di programmazione (API) OpenKODE sviluppate dal consorzio Khronos Group, e trae vantaggio dalle funzionalità grafiche implementate sui chipset mobili di ultima generazione, come il Mali200 di ARM. I giochi Java basati su questo software, secondo l'azienda, minimizzeranno il carico di lavoro sulla CPU, e potranno sfruttare pienamente le potenzialità della specifica OpenGL ES 2.0.

OpenGL ES 2.0 è una API libera da royalty per la programmazione di applicazioni e giochi con grafica 2D e 3D, include un sottoinsieme delle funzionalità alla base dello standard grafico OpenGL, ed è stata pensata per disposistivi mobili e console da gioco. Questa specifica ad esempio è implementata in PlayStation 3, e favorisce il porting dei giochi sviluppati per tale console sui telefoni mobili.

La tempistica non sembra però collimare con un nuovo iPhone, se le previsioni di giugno / luglio, in concomitanza con l'uscita del software 3.0, sono corrette. Per queste cpu si parla dell'inverno 2009.

Nuovi ATOM per Mobile Internet Device
Fonti industriali rivelano il prossimo lancio di nuovi processori a basso consumo Intel Atom serie Z5XX.
Si tratta dei modelli Z515 e Z550, che sembrano essere orientati esclusivamente al settore MID (Mobile Internet Device), anche se non è escluso un loro utilizzo anche nei netbook di ultima generazione.
L’Atom Z550 ad esempio ha un clock di 2.0GHz (contro i 1.86Ghz del precedente), un TDP di 2.4W, 512Kb di cache L2 ed un FSB pari a 533 MHz, mentre lo Z515, dovrebbe avere un consumo ancora minore. Questo chip integra quella che è definita come Intel Performance Burst Technology, in grado di portare la frequenza del bus a 800 MHz o 1.2 GHz, a seconda del moltiplicatore dell'FSB a 400 MHz, quindi a seconda del carico. Lo Z515 ha un TDP da 0.65W a 1.4W, a seconda della modalità e perciò è il miglior candidato per futuri MID.


Passiamo ai processori MARVELL

L'indiscrezione sull'adozione di questi processori proviene da voci che circolano tra gli addetti ai lavori e riportate da Macrumors nella giornata di ieri. Il processore sarebbe il Marvell PXA168, che può raggiungere e superare la frequenza di 1 GHz ed offrire così prestazioni di un notebook in un dispositivo mobile, come uno smartphone, un iPhone o un iPod, tanto per fare degli esempi.

Nonostante si tratti di un processore con tecnologia Intel, il Marvell PXA168 risulta compatibile con l'achitettura ARM utilizzata dall'iPhone e dall'attuale iPod touch. Integra un controller per la memoria DDR ed è dotato di co-processore dedicato alla gestione delle funzioni Intel MMX2, all'accelerazione grafica e alla gestione dell'interfaccia utente. E' in grado di gestire video MPEG-4 fino a 720p e H.264 a 30 fps e la videoconferenza.

Il Marvell PXA168 è stato annunciato a gennaio ed è previsto in rilascio per il mese di luglio, con una tempistica che collima con quella del presunto nuovo iPhone.


AT&T parla del nuovo iPhone

Nel frattempo fonti interne ad AT&T, riportate da BoyGeniusReport, indicano il rilascio del nuovo iPhone per la metà del prossimo mese di giugno. La fonte parla di un prodotto più veloce rispetto all'iPhone 3G, con caratteristiche inedite che dovrebbero riportare saldamente ad Apple la leadership tecnologica del settore, oggi insidiata da molti concorrenti.

PA Semi non pervenuta
Nessuna notizia invece sugli sviluppi dei processori della società PA Semi, acquisita lo scorso anno da Apple.
L'operazione aveva fatto pensare che Apple volesse sviluppare in casa i processori dei futuri iPhone e iPod, ma forse è ancora prematuro

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *