Vodafone – I limiti della "Senza limiti"

vodafone-internet-key.jpgChi di voi non ha avuto qualche discussione con un operatore di
telefonia fissa o mobile ? Tocco un tasto dolente, vero ? Purtroppo il
settore è diventato una vera e propria giungla, dove il cliente sembra
avere pochi diritti ed i gestori la fanno da padrona, imponendo regole,
innescando meccanismi poco trasparenti, mettendo paletti non sempre
sufficientemente illustrati nelle pubblicità e nella documentazione
fornita in fase di trattativa e stipula di un contratto. E' il caso
della Vodafone Internet Facile senza limiti di cui ci occupiamo oggi, una chiavetta per connessione dati "senza limiti" solo nel nome. Approfondiamo …

vodafone-internet-key-senza-limiti-banner.jpgNon ce ne voglia Vodafone, quello che scriviamo non è un attacco alla società ma una semplice constatazione di ciò che si può riscontrare visitando il sito web aziendale, e se l'impostazione dell'offerta e della comunicazione a suo supporto può rientrare nei termini ritenuti accettabili dall'Autorità Garante delle Comunicazioni, noi ci rifiutiamo e ci rifiuteremo sempre di accettare una proposta che dopo aver affermato un concetto in mille titoli, banner, descrizioni più o meno dettagliate, finisce per negarlo in una nota a margine.

Partiamo dalla Home Page Vodafone, dove compare il banner che vedete a fianco che recita:
"Internet Facile Senza Limiti", Navigazione illimitata

Clicchiamoci sopra ed accediamo alla pagina dedicata alle offerte abbinate alla Vodafone Internet Key.
Le proposte sono 3, le prime due effettivamente limitate nel traffico incluso, la terza recita ancora:

"Internet Facile Senza Limiti", Navigazione illimitata

Ci piace questa terza offerta, nonostante un costo abbastanza elevato da confermare che si tratti di una tariffa "illimitata".

Accediamo alla pagina specifica dell'offerta e leggiamo:

"Internet Facile Senza Limiti"
La prima offerta che ti consente di navigare dal tuo PC portatile o fisso, senza limiti di tempo e di traffico fino a 7.2 Mbps
1.

Abbiamo evidenziato in rosso il numero 1 finale, che rappresenta il richiamo della nota a fondo pagina.

Note:
1. L'effettiva velocità di connessione a 7.2 Mbps dipende dalla capacità e dal grado di congestione della rete. Verifica la copertura Broadband nella tua zona. Al fine di evitare fenomeni di congestione della rete e per garantirne l'integrita`, consentendo l'accesso contemporaneo da parte di tutti i clienti ai servizi di connettività, Vodafone si riserva il diritto di verificare l'eventuale utilizzo anomalo del servizio e di sospenderne in tutto od in parte l`erogazione, applicando, ove necessario, meccanismi temporanei e non discriminatori di limitazione all'uso continuativo e/o intensivo delle risorse di rete disponibili.

Ecco che la nota a margine nega quanto affermato nella Home Page, nella pagina dedicata alle offerte, nella pagina che illustra i contenuti dell'offerta. La nota infatti non fa altro che spiegare che l'utente non può comportarsi come se avesse una connessione FLAT, non può eccedere nell'uso della connessione "utilizzando il servizio in maniera anomala", lasciando un grosso punto interrogativo su quale sia questa maniera anomala che su chi lo stabilisca. Ancora più grave riteniamo il fatto che l'utente possa avere la "sospensione del servizio", subendo "meccanismi temporanei e non discriminatori di limitazione all'uso continuativo e/o intensivo delle risorse di rete", lasciando ancora una volta un alone di mistero su questi meccanismi e sulle scelte non discriminatorie che possono venir adottate.

Scriviamo questo articolo proprio spinti dalle numerose segnalazioni di utenti che si ritrovano, senza aver fatto un uso "anomalo" della rete, una forte limitazione di banda che rende di fatto inutile l'aver sottoscritto un abbonamento di questo tipo. In alcuni casi la limitazione è durata un breve periodo, altri utenti stanno riscontrando una limitazione che perdura nel tempo.

Una semplice ricerca su Google vi permetterà di trovare molti di questi casi, segnalati su vari forum o riportati in articoli simili al nostro.

Lo spirito con cui sposiamo questa "battaglia" è quello di riportare il settore telefonico ad un livello di "buonsenso" minimo, nell'interesse stesso dei gestori. Auspichiamo un cambiamento, una "moralizzazione" del settore, e speriamo che l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato impedisca in futuro queste pratiche commerciali, nell'interesse della trasparenza e del consumatore.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *